martedì 26 gennaio 2016

LISCIO

Passarmi la mano sul cranio liscio è un piacere nuovo nella mia
vita. Un senso di scorrevolezza. Noto anche alcuni cambiamenti
caratteriali. Sono diventato più tagliente. Meno accomodante.
Sono liscio ma non la faccio più passare liscia a chi mi rompe le
scatole senza motivo. E sempre di più detesto chi non mi ama.

7 commenti:

attimiespazi ha detto...

Mio Duca di Mantova,
le sue stilettate non sono passate inosservate, come la sua boccia. E c' è chi incassa leccandosi le ferite in composto silenzio..

.a

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Attimi, a proposito, come giudichi i commenti del FQ riguardo l'articolo di Farina? mi pare non abbiano compreso molto l'articolo e Farina, poveretti.


silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

L'articolo presentava spunti di riflessione importanti, cmq interrogativi esistenziali che dovrebbero porsi gli uomini cosiddetti intellettualmente evoluti di oggi, invece nei commenti ho riscontrato molta arroganza intellettuale non giustificabile per una loro evidente difficoltà a sviluppare un dibattito, che profonda delusione questa vacuità dilagante.

attimiespazi ha detto...

non mi sento di giudicare, al limite posso darti un mio parere.
ogni commentatore si è cimentato in osservazioni proprie prendendo spunto da un passo dell'articolo di RF, o sul dialogo video proposto, o ancora sul pensiero in appendice. Ricky ha messo tanta carne al fuoco con un argomento di un certo spessore ed alcuni interventi sono stati esclusivamente una critica al modo di presentarsi e scrivere di Farina.
penso che sia fisiologico sul web e in una vetrina così importante.
In un caso in particolare mi è sembrato che ci sia stato come un misurarsi in singolar tenzone, come accade generalmente tra maschi che vogliono dimostrare una cultura che non è sinonimo di intelligenza e che a me, umile ignorante e gentil donzella, mi fa sorridere (ah.. questi maschi!!).
se Ricky ritiene utile per se stesso accettare la sfida dovrà accettare anche di essere sbranato senza troppi complimenti ma, secondo il mio umilissimo parere, non dovrà mai perdere il suo stile nel rispondere elegantemente a chi lo stuzzica volontariamente per non cadere nella trappola del banale e ormai obsoleto giochetto della provocazione fine a se stessa.
Ma a Ricky piace che si parli di sé, forse gli piace misurarsi sul FQ, e quindi accetterà sia le carezze che gli schiaffi che riceverà che non sono altro che i due lati della stessa medaglia, no?
comunque, io sono nuova sul FQ, non sono esperta delle "fazioni" che mi pare si formino fra commentatori e non mi interessa certamente farne parte, anche perché non ne vedo lo scopo e,soprattutto, non mi piace l'idea in sé, l'idea che possano esistere veramente simpatie ed antipatie velate che si sviluppano in "giochi sotterranei" che io non conosco. personalmente se mi piace un commento, di chiunque sia (per la sua ironia o per un pensiero ben strutturato) appongo il mio like, per quello che può valere, anche perchè mi aspetto di rimando lo stesso comportamento per i miei interventi. mi piace che vengano apprezzate più di tutto le IDEE che si mettono nero su bianco.
ed in più, non mi fermo alla prima impressione che può trasmettermi un commento che ad altri (per motivi pregiudizievoli) può apparire cinico.
mi sembra un ambiente dove, assurdamente, in molti indossano una bella corazza pensando di entrare in un'arena, e le motivazioni sono a me totalmente sconosciute.
ma è solo il mio parere dettato dal mio modo di essere e di vedere le cose, da perfetta novizia come commentatrice del FQ. Io commento solo da RF, gli altri articolisti del Fatto non mi interessano affatto e forse ciò mi evita di avere influenze di ogni sorta. Io commento solo da RF perchè è lui il mio "eroe".

.attimi

silvia silviaa ha detto...

C'era scritta la parola Dio nell'articolo di Farina, capisco che Dio è un mistero ma come si fa a non considerare Dio, come si fa a guardare al cosmo e alla natura e non pensare ad un Creatore? È fuori ogni logica tutto cio, e da credente questo ateismo dilagante è sconfortante e rattrista molto.