mercoledì 31 marzo 2010

SHORT

AFORISMA DEL GIORNO


Fissa per tre ore di seguito il tuo viso allo specchio, e
vedrai un volto-cosa, senza nome, e avrai paura, ma
dopo una gioia sublime ti inonderà, sarai quasi nulla.

Ricky Farina

martedì 30 marzo 2010

PER QUESTA FOTO



















Per questa foto di Robert Gligorov la mia presenza
su Facebook è stata soppressa, è la foto di un artista,
è stata considerata semplice pornografia. Secondo
le regole di Facebook questa forma d'arte non è
assimilabile e può creare disturbo e fastidio. Bene.
Ma l'arte non assimilabile a me piace, e sono
contento di non fare più parte di quella comunità.
Certo, purtroppo niente più video personali, ma
forse è un fatto positivo, avrò modo di dedicarmi
con più rigore a quello che veramente mi interessa.

ROBERT GLIGOROV VIDEO

ROBERT GLIGOROV


SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Una donna non può tradirmi, perché tradire è come tradurre
in un'altra lingua, un tentativo di comunicare. E io rispetto
ogni forma di comunicazione, essere cornuti è solo cultura.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


Il senso del limite è il senso della vita, nel senso che
la vita ha un limite, e questo limite è sensato.

Ricky Farina

lunedì 29 marzo 2010

TERZO AFORISMA DEL GIORNO


Parlo chiaro nella notte, dico eresie nei reticolati dell'ovvio,
faccio una strage di rape perché odio il sangue, e amo solo chi
è cieco e crede alla luce, chi è cieco e tocca specchi taglienti.

Ricky Farina

OGGI TI COMPREARAI UNA PISTOLA


Il mondo è perduto, e tu conservi con cura
il tuo piccolo mondo, difendi il tuo orticello,
una piccola quiete personale, lontano da tutto
ciò che brucia e urla, vivi in una bolla di gioia
addomesticata, coltivi stupori da comodino.

Non c'è gloria né fierezza, tantomeno eroismo.
Ti sei costruito un meschino recinto di benessere,
ti assolvi, perdoni la tua miseria, riesci anche a
godere della tua ombra, la spolveri e la domenica
la porti a messa, fai collezione di lamenti e salmi.

Non sai amare, non sai odiare, sei un assuefatto,
ti logori in contumacia da te stesso, Cristo per
te è solo un fachiro fallito, non conosci il volto
della speranza, non ti disperi, conosci solo l'orlo
dell'abisso, e la morte non ti fa caldo né freddo.

Il mondo è perduto, ma tu sei limpido, una nullità
equilibrata, simmetrica con l'agonia dei fiori, hai
un odore di chiuso, di nobile c'è solo la muffa nella
tua vita, hai avuto un'infanzia terrena, masticavi
radici e sputavi resina, ora sei un adulto senza linfa.

Oggi ti comprerai una pistola, la punterai alla tempia,
e farai fuoco, ma non scintille, sarai un cadavere come
tanti, un morto qualunque, un liquame di ricordi uscirà
dal foro del proiettile, e la vita ti avrà già dimenticato.
Il mondo è perduto, e il tuo piccolo mondo è sparito.


SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Mi fa senso cercare il senso della vita, meglio accontentarsi
di una vita sensuale, e cercare di non perdere mai i sensi.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


Iniziai a perdere tempo e a sperdere la mia vita, cancellai
il mio nome dai registri del mondo, gettai via il guinzaglio
della memoria, contaminai la mia ombra con l'arcobaleno.

Ricky Farina

sabato 27 marzo 2010

AFORISMA DEL GIORNO


Erano le tre del pomeriggio di una domenica qualsiasi.
Era duro come il marmo e lei aveva le gambe dischiuse.

La vita era accogliente.

Ricky Farina

venerdì 26 marzo 2010

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Vertigine disossata del grido, inesplorati dolori attendono
chi ha l'ardire di spingere le lacrime sull'orlo dell'abisso.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


Ci sono apocalissi invisibili, attimi del Giudizio, e resurrezioni
part-time.

Ricky Farina

giovedì 25 marzo 2010

I DETTAGLI


Ho studiato ogni minimo dettaglio della nostra relazione.
L'amore è stato vinto dalle minuzie, dalle piccole cose.
Il filo attorcigliato del phon, i capelli sparsi sul pavimento,
le bollette della luce dimenticate nel buio, il vibratore
con le pile scariche, la polvere sui nostri sorrisi, le parole
in sala d'attesa, la cenere delle sigarette in camera da
letto, i desideri appesi al muro, gli orizzonti chiusi nel
cassetto a trafiggere i sogni, la segreteria telefonica con
la velleità di mandare messaggi, le carezze lasciate marcire
nelle tasche, le briciole fra le lenzuola, i calzini in giro
per la casa, gli attimi trafugati, l'eternità in pillole, i sensi
ritrovati sullo zerbino, calpestati, ammaccati, le chiavi
di casa fredde come la morte, le lampadine fulminate, le
cene consumate davanti al televisore, e la nebbia della
noia ad avvolgere i nostri corpi, mentre fuori splendeva
la notte, e noi sempre più distanti, a un passo dalla
felicità. Così l'amore ci ha lasciato, dettaglio dopo dettaglio.


POESIA USCITA DALLO STOMACO


Perché vedo solo temporali bianchi come gigli?
Perché sento solo tuoni silenziosi? Perché ogni lampo
è una fitta di tenebre? Come uscire da me stesso?

Colleziono ombre e dinamite congelata, faccio
origami di lacrime, metto tappeti sotto la polvere,
allungo le scorciatoie, slaccio le camicie di forza.

Nelle mie ferite riconosco la voglia di libertà
del sangue, il desiderio di scorrere nelle arterie
celesti, verso sconfinate sorgenti di dolore puro.

Ho ricordi carnivori, non riesco a dimenticarti,
tutta la realtà è solo il fantasma del tuo sorriso,
ed è così umano perdersi nell'inumano e impazzire.

Ho conservato i tuoi vestiti nell'illusione di riavere
la cosa che più mi manca: il tuo corpo nudo.
E quella strana musica che era il tuo respiro su di me.

Che cosa assurda è l'assenza, ti penetra così a fondo,
deturpa l'intimo, stento a credere che sia solo assenza,
e se fossi tu questo vuoto? Che almeno resti questo

inganno.

AFORISMA DEL GIORNO


Agire, nella vita bisogna agire, agire fino all'immobilità.

Ricky Farina

mercoledì 24 marzo 2010

TERZO AFORISMA DEL GIORNO


Adoro le donne facili, le donne agevoli e maneggevoli,
le donne che si aprono perché a stare chiuse soffocano.

Ricky Farina

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Anche nella polvere miriadi di acari sono una forma
d'amore, rappresentano la vita.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


Io l'amavo più della sua vita, lei mi amava più della mia vita,
ci lasciammo incazzati.

Ricky Farina

lunedì 22 marzo 2010

UN UOMO DI SPIRITO


Sul mio canale YouTube(si accede cliccando sulla mia foto
presente nel blog) potete vedere l'ultimo video ritratto
che ho dedicato a Pepé, un caro amico di famiglia che
quando racconta barzellette ti racconta la vita...

sabato 20 marzo 2010

AFORISMA DEL GIORNO


Ci sono agonie che durano lo spazio di un sospiro, tragedie
infinitesimali, piccole atrocità di un attimo, e la vita scorre,
travolge, occulta, esonda, purifica, dimentica, perdona.

Ricky Farina

venerdì 19 marzo 2010

POESIA DEL GIORNO


Male ardente in me. Una lava acerba, ingoiata
per diletto. Nel gioioso scherno di tutte le cose
vane. Non sono poeta. Vado a capo, semplicemente.
Ma vado a capo con stile. E tu mi guardi con
il sospetto malizoso di chi ha capito ogni cosa.

Salvati, salvati dalle mie finte, dal mio tono
tra il serio e il faceto, dai miei tormenti balocchi,
dalla mia disperazione pronta per l'uso, in scatola,
forse già scaduta, da consumarsi preferibilmente
prima del pianto, del diluvio di un'anima arida.

Odorose ghirlande del piacere, la mia furbizia
erettile fra le tue cosce, e lo stupore di esserti
dentro. Implacabilmente. Misurando ogni respiro,
con un testicolo di scorta, non si sa mai, no, non
ridere, amore, amore mio, non ridere: piangi.

Berrò le tue lacrime, e continuerò a sorridere.

TERZO AFORISMA DEL GIORNO


Stavamo in silenzio e ci si capiva, un'intesa perfetta,
un alfabeto sottopelle ci univa, ascoltavo solo i battiti
del suo cuore, poi lei mi partorì e venni, al mondo.

Ricky Farina

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Ho 40 anni, fra poco 41(il 2 aprile), sono a metà strada, ho
perso la mia metà(forse), e nella vita ho fatto la metà di
quello che avrei voluto fare, eppure mi sono fatto in quattro
per essere metà, c'è qualcosa che non torna: il tempo?

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


Durante la notte ho frequenti polluzioni, eiaculo nei miei
sogni, e quando mi sveglio i miei sogni sono le mutande.

Ricky Farina

mercoledì 17 marzo 2010

AFORISMA DEL GIORNO


Scava e cerca il cielo che si nasconde fra le radici, è un cielo
strano, un cielo che trema con la terra, che vomita azzurro
dalle crepe, un cielo che odia le nuvole, e che ama la carne.

Ricky Farina

martedì 16 marzo 2010

AFORISMA DEL GIORNO


Aveva le tenebre sotto le unghie, quando facevamo l'amore
mi graffiava la schiena e vedevo le stelle.

Ricky Farina

venerdì 12 marzo 2010

QUARTO AFORISMA


Non mi fido mai delle donne, mi sembrano irreali,
ho sempre bisogno di toccare con mano.

Ricky Farina

SHORT

TERZO AFORISMA DEL GIORNO


Sono talmente bello che quando mi metto nudo davanti
allo specchio sento i miei testicoli che applaudono.

Ricky Farina

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Ho le mie piccole bufere personali, il mio microclima
interno, e spiagge assolate dove agonizzare.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


In realtà chi fa la parte del mistico, dello spirituale a ogni costo,
ha un atteggiamento ben poco religioso. Cristo si è fatto corpo.

E andava di corpo.

Ricky Farina

giovedì 11 marzo 2010

L'AUGURIO



Vorrei farti un augurio di felicità, ma non ti auguro
tanta felicità, perché tanta felicità fa male.

Ti auguro una piccola felicità, una felicità portatile,
da tenere in tasca per ogni occasione.

AFORISMA DEL GIORNO


Questi piccoli cataclismi sotto le palpebre che tu chiami sogni.

Ricky Farina

mercoledì 10 marzo 2010

AFORISMA DEL GIORNO


Il dolore senza lacrime, il dolore asciutto è il peggiore,
hai il deserto negli occhi, e tradiresti anche Dio per una
sola lacrima, per questo piccolo refrigerio degli sciocchi.

Ricky Farina

PENSIERO DEL GIORNO


Mi trovo in uno di quei periodi in cui non leggo nulla,
non ho pensieri profondi, immerso in una sorta di
anestesia primordiale, penso solo al corpo della donna,
alla sua invitante superficie, mi emoziona le pelle,
la rotondità dei seni e del culo, e non me ne frega
nulla del cielo, degli occhi, delle ombre, dell'amore
sentimentale, che è così goffo e illusorio al cospetto
della purezza di un corpo, un semplice corpo, fatto
di cellule e brividi, dio mio, voglio un corpo, un corpo.

Ricky Farina

martedì 9 marzo 2010

AFORISMA DEL GIORNO


Io volevo fotterla, lei se ne fotteva, così andò tutto
a farsi fottere. Anche lei.

Ricky Farina

lunedì 8 marzo 2010

FABRIZIO FORTINI


Sul mio canale YouTube(si accede cliccando sulla mia foto
presente nel blog) potete vedere l'ultimo video ritratto che ho
dedicato a Fabrizio Fortini, il pittore che non teme la morte.

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Corri, corri, getta il tuo cuore nel vento, lasciati dietro
la tua ombra, fatti inseguire dalla morte, falla stancare,
e quando la vedrai ansimante, senza fiato, dedicale il
tuo ultimo respiro, così saprà quanto sei generoso.


Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


L'amore è un involucro vuoto senza la carne, l'arte di amare
è una raffinata macelleria, e l'osso buco è la parte migliore.

Ricky Farina

domenica 7 marzo 2010

AFORISMA DEL GIORNO


La cosa più bella di una donna è che puoi scoparla,
è veramente un'opzione significativa.

Ricky Farina

sabato 6 marzo 2010

AFORISMA DEL GIORNO


Apriti cielo, e lasciami stare sulla terra, vicino ai fiori,
accanto ai vermi, sempre più dolci delle nuvole.

Ricky Farina

venerdì 5 marzo 2010

AFORISMA DEL GIORNO


Perditi in questo arcobaleno d'angoscia che è la vita,
assapora il mistero del dolore, il disincanto delle
lacrime, e prima di lasciare questo mondo prendi
uno scorpione e posalo sul seno di una statua.

Ricky Farina

TU NON SEI JAZZ


Tu non sei jazz. Non sai stupirmi.

Non sai improvvisare sulle note
del piacere.

Fare l'amore con te è come ripetere
la tabellina del 6.

Sei per uno. Non sei per nessuno.
Non sei per me.

Perché non sei jazz. Non mi scaldi.
A me piace caldo.

Anche a qualcuno piace caldo.
A tutti piace caldo.

Tu non sei jazz. Sei una cantilena.
Addormenti la carne.

Ma io sono vivo. E chi è vivo ama
il jazz.


giovedì 4 marzo 2010

LA PAUSA DI RIFLESSIONE


Lei mi disse: prendiamoci una pausa di riflessione.
Io le dissi: non ho bisogno di pause per riflettere.
Lei mi disse: non me ne frega nulla.
Io le dissi: tu non vuoi riflettere, tu vuoi scopare.
Lei mi disse: perché?
Io le dissi: perché tu rifletti solo quando scopi, sei una donna.
Lei mi disse: maschilista.
Io le dissi: no, cara, sono semplicemente un maschio.
Lei mi disse: che vorresti dire?
Io le dissi: voglio dire che non voglio riflettere ma scopare.
Lei mi disse: ma io voglio una pausa.
Io le dissi: ma pensa alla menopausa, che arriva a tradimento.
Lei mi disse: vuoi uomini ragionate col cazzo.
Io le dissi: è la fisiologia maschile bellezza!
Lei mi disse: arrangiati.
Io le dissi: ho la pressione testicolare a mille!
Lei mi disse: fatti una sega.
Io le dissi: ho voglia di scoparti.
Lei mi disse: sei un bruto, sono indisposta.
Io le dissi: nessun problema, mi accontento del culo.
Lei mi disse: grezzo, rozzo.
Io le dissi: ma, santa madonna, perché non mi capisci?
Lei mi disse: perché non rifletto.
Io le dissi: tu scopi con altri?
Lei mi disse: paranoico.
Io le dissi: le tue pause di rilfessione hanno i testicoli.
Lei mi disse: sei ridicolo.
Io le dissi: ti amo, voglio il tuo culo.
Lei mi disse: sei malato, io ho bisogno di tenerezza.
Io le dissi: mi fai una sega e la facciamo finita?
Lei mi disse: no.
Io le dissi: un pompino?
Lei mi disse: no.
Io le dissi: perché?
Lei mi disse: ho bisogno di un uomo che mi ami per quello
che sono.
Io le dissi: e io di una donna che mi dia vertigini.
Lei mi disse: scegli una con i trampoli.
Io le dissi: sei ingiusta, ti amo.
Lei mi disse: ho bisogno di una pausa di riflessione.
Io le dissi: ma cazzo, hai un bellissimo culo, che te ne fai della
riflessione?
Lei mi disse: scordati il mio culo.
Io le dissi: fanculo.
Lei mi disse: non mi ami.
Io le dissi: mi mandi al manicomio.
Lei mi disse: addio, devo riflettere.
Io le dissi: manco un succhiotto veloce sulla cappella?
Lei mi disse: no, autosucchiatelo.
Io le dissi: ma non ci arrivo.
Lei mi disse: per questo ti lascio.

AFORISMA DEL GIORNO


Mi sono sposato con la vita in una cantina sconsacrata,
lei mi ha portato in dote l'ebbrezza.

Ricky Farina

mercoledì 3 marzo 2010

IL CAPOLAVORO DI JEAN VIGO


Questo piccolo cortometraggio girato da Jean Vigo nel 1931
è una meraviglia cinematografica, una perla.

Vigo segue Taris, campione di nuoto francese, la macchina da
presa lo sfiora, si immerge nell'acqua insieme a lui,
sembra inizialmente una descrizione documentaristica sul nuoto,
poi, progressivamente, poco a poco, il film diventa una
poesia giocosa, un tentativo di libertà anche in un elemento
che non appartiene all'uomo, il campione si trasforma
in un bambino che gioca, fa evoluzioni e ci sorride, viene
fuori la magia e il mistero, e nel finale, Taris, vestito di
tutto punto, ci saluta con la bombetta, e s'incammina
in una dimensione ormai diventata metafisica. Un finale
sublime che ricorda per certi versi Oltre il giardino.

TARIS, ROI DE L'EAU

AFORISMA DEL GIORNO


Trovo ristoro nel tumulto, la calma mi agita, solo nella tempesta
riesco a sorridere, una giornata di sole mi fa rabbrividire.

Ricky Farina

martedì 2 marzo 2010

ELIMOUCK



















Sul mio canale YouTube( si accede cliccando sulla mia foto
presente nel blog) potete vedere l'ultimo video ritratto che
ho dedicato a Elena, detta Elimouck, una mia amica che sta
partendo per Amburgo, dove si occuperà di neuroplasticità.

lunedì 1 marzo 2010

QUARTO AFORISMA DEL GIORNO


Ci sono pensatori stitici che formulano pensieri
dalla logica astringente.

Ricky Farina

TERZO AFORISMA DEL GIORNO


Se penso alle tenebre anche una bolletta della luce
ha il potere di rendermi felice.

Ricky Farina

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Ho molte frecce al mio arco e un solo bersaglio, ma chi ha
molti bersagli e una sola freccia si gode di più il pericolo.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


Lo scopo di una vita felice è avere una morte orrenda,
altrimenti non avrebbe senso la felicità.

Ricky Farina