giovedì 31 dicembre 2009

TANTI PICCOLI RISVEGLI


Forse tu vuoi un mattino che sia solo
un mattino, puro e illeso, e nulla più.

Ma io ti invito a pensare a questo nostro
mattino fatto di tanti piccoli risvegli.

Il risveglio degli occhi, con l'iride scheggiata
di sogni e la pupilla imbevuta di silenzio.

Il risveglio della bocca, voragine leggera
pronta a gustare la polpa dell'avvenire.

Il risveglio delle mani, mimica sensuale
di un mondo che si lascia toccare.

Il risveglio del cuore, ritmo segreto che
sprofonda la notte in azzurre velocità.

Il risveglio della libertà, angoscia e ferita
di essere un uomo assediato dalle scelte.

E il tuo risveglio, gemello siderale di questa
aurora che ci fa tremare le vene.

Continua a credere a tutti questi risvegli o
non avrai altro che un mattino, solo un

mattino.

AFORISMA DEL GIORNO


Un incubo sognato non è mai un incubo, è sempre un sogno.
Il vero incubo è non sognare più.

Ricky Farina

mercoledì 30 dicembre 2009

INUTILE PROFONDO

VARIAZIONI DI DISTRAZIONI


La mia sete nel pozzo, prostrata,
senza possibilità di risalita.

Un brivido congelato dalla bava delle
stelle, cristallo di paura.

Una torta di mele in bocca, mangiata,
deglutita e digerita.

Il legittimo sconforto per tutto ciò
che si perde nell'ombra.

Uno specchio lanciato contro la velocità
della luce.

Immagini di immagini di immagini, senza
un filo di sangue a riscaldarle.

E il silenzio come una piattaforma dalla
quale prende il volo l'ultimo mio

grido.

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Potrei fare un matrimonio d'interesse solo con una
donna interessante in stato interessante.

Ricky Farina

COLLASSO PSICHICO DI UNO PSICOLABILE

AFORISMA DEL GIORNO


Berlusconi è uno che si è ritirato a vita privata
facendo il presidente del Consiglio...

Ricky Farina

martedì 29 dicembre 2009

ATTENZIONE ALLA MORTE SANTA

AFORISMA DEL GIORNO


Il dolore è un sentimento superficiale come le lacrime
che rigano il volto, mentre in profondità trovi solo
felicità sgozzate che reclamano un ultimo sorriso.

Ricky Farina

domenica 27 dicembre 2009

AFORISMA DEL GIORNO


Mi sono fidato delle apperenze e loro si sono fidate di me.


Ricky Farina

giovedì 24 dicembre 2009

AFORISMA DEL GIORNO


Non ho mai incontrato una persona comune, che cos'è?
Ognuno di noi è un sublime errore nel grande libro della
natura, l'universo non aveva previsto la coscienza, questa
nostra capacità di spiare la nudità delle stelle...

Ricky Farina

mercoledì 23 dicembre 2009

KANGAROO PHILOSOPHY

CHIRODANZA

IL SORRISO DEL FACHIRO
















Spinto da una pietà infinita e dolente
ho sognato di togliere Cristo dalla croce
prima che esalasse l'ultimo respiro,
posando il suo corpo martoriato sopra
un letto di chiodi, nel mio sogno Cristo
mi donava un sorriso di beatitudine,

il sorriso del fachiro.


SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Ho una sessualità a trecentosessanta gradi, e tra un grado
a l'altro mi sa che l'ho preso anche nel culo.

Ricky Farina

INFEDELE MEMORIA


Infedele memoria,
transito cristallino di ombre,
eco modulata di corpi
assenti, sinfonia spettrale
dell'attimo.

Analgesico del presente,
tu corrompi la vita e
nello stesso momento
la preservi dal suo naturale
dissolvimento.

Isteria del silenzio e lento
coagularsi di stupori,
tutto è tradimento, anche
questo chiaro sintomo
di cellule in ebollizione

che si chiama
vita.


AFORISMA DEL GIORNO


Ho abbandonato un'autostrada, e il mio cane mi ha leccato
il viso.

Ricky Farina

martedì 22 dicembre 2009

BREVE COMPONIMENTO DELLA SCONFITTA


Scardinati risvegli, mattine
spericolate, e un guizzo oltre
la noia, così per non darla vinta
a tutta questa sconfitta.

AFORISMA DEL GIORNO


Vivi a più non posso, vivi oltre i tuoi limiti, sopra le
tue possibilità, e ogni granello della tua polvere sarà
polvere da sparo, così morirai con il caricatore vuoto.

Ricky Farina

LA PAROLA

PASSWORD

domenica 20 dicembre 2009

INSIGNIFICANZE DOMENICALI

AFORISMA DEL GIORNO


Non esistono gli extraterrestri, così come non esistono gli
extracomunitari, in realtà siamo tutti intrauniversali.

Ricky Farina

sabato 19 dicembre 2009

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Giocare con i sentimenti delle persone, scherzare col fuoco e
farsi beffe della morte, tre comandamenti per una vita ludica.

Ricky Farina

BUONE FESTE

AFORISMA DEL GIORNO


L'esigenza di lasciarsi una porticina aperta
anche dentro la bara, questa è la fede.

Ricky Farina

venerdì 18 dicembre 2009

AVVISO


UN TRUFFATORE CON UNO STRATAGEMMA HA AVUTO
LA MIA PASSWORD DI POSTA ELETTRONICA E STA
MANDANDO MAIL IN INGLESE CHIEDENDO SOLDI, MI
SCUSO PER IL DISAGIO, STO CERCANDO DI RIMEDIARE.

giovedì 17 dicembre 2009

UNA POESIA DI R. D. LAING


Fino a che punto bisogna essere intelligenti
per essere stupidi?

Gli altri le hanno detto che era stupida. Quindi si è resa
stupida così da non vedere quanto erano
stupidi a pensare che era stupida,
perché era male pensare che loro erano stupidi.
Ha preferito essere stupida e buona,
piuttosto che cattiva e intelligente

è male essere stupidi: bisogna che sia intelligente
per essere così buona e stupida

è male essere intelligenti, perché ciò mostra
quant'erano stupidi
a dirle quant'era stupida.

LA FORMA FISICA

AFORISMA DEL GIORNO


Ti amo alla follia, ti amo così tanto
che mi si è sbottonata la camicia di forza,
oh amore mio, ora avrai tutta la mia
debolezza da accudire.

Ricky Farina

NESSUN DOLORE

mercoledì 16 dicembre 2009

ALLESTIMENTO

Mettete in mostra la vostra disperazione,
che sia in bella vista, con un drappo nero
a coprire i piccoli dolori, le piccole forme
di nostalgia, poi gettate sul pavimento
coriandoli di rimorso e stelle filanti di
rimpianti, istruite l'orchestra che suoni
solo note dolenti, progettate un architrave
in grado di scaricare il peso di tutta la
sofferenza del mondo, chiedete agli invitati
di portare il lutto, un lutto arcobaleno per
confondere la lacrime, occupatevi dei minimi
dettagli, anche del cattering, che le tartine
siano spalmate solo di maionese impazzita,
bene, dopo avere allestito la scena potete
concedervi una pausa e dedicarvi alla gioia.
Ma fate in modo che sia breve, la gioia
come lo scherzo è bella quando dura poco,
altrimenti diventa routine. E voi odiate la
routine, odiate la ferocia di tutte le cose
banali, odiate perché amate, amate e non
sapete fare altro, dopo spegnete le luci.

AFORISMA DEL GIORNO


Sono inciampato contro una pietra di paragone, e sono
caduto paragonandomi alle stelle, che umiliazione!

Ricky Farina

TERAPIE DEL DOLORE

martedì 15 dicembre 2009

NON SENZA PAURA


Non senza paura mi accosto
al tuo corpo che dorme, statua molle
immersa in una notte liquida,
e ti immagino vagare in mondi
lontani, sospinta dal sogno che
scorre sulle tue palpebre.

Un filo esile di realtà ancora
mi lega a questo terrestre incanto,
fa di me un testimone insonne che
trema al pensiero del tuo risveglio,
non senza paura mi confondo
con la tua ombra, oscura sorgente.

Martire di ogni respiro allaccio
i fili elettrici delle mie vene
al tuo cuore sacro di dormiente,
quando avrai sete di nuova luce, solo
allora, mi troverai al tuo fianco,
e non senza paura mi amerai.


SILVAN SILENTE

DIFESA DEL MONOSILLABO(trovata su facebook)

Questo gruppo vuol essere un baluardo a difesa dei monosillabi, quelle unità lessicali formate da una sola sillaba, ingiustamente e impunemente colpite da accenti più affilati di una scimitarra.
È ora di dire basta al genocidio di queste povere creature indifese!
Ho visto monosillabi perire sotto il colpo di accenti, indiscriminatamente, gravi o acuti.
Ho visto “so” (prima persona singolare, Indicativo presente del verbo “sapere”) con la testa spaccata da un accento grave, esalare l’ultimo respiro dicendo: “Io sò chi è stato”.
Ho visto “va” (terza persona singolare, Indicativo presente del verbo “andare”) essere usati per chiedere: “Come và?”, rispondere: “Và male, se non mi levi quell’accento sul cranio”.
Ho visto “sto” (prima persona singolare, Indicativo presente del verbo “stare”) che, invece di stare, avrebbero voluto scappare pur di non esser scritti “stò”.
Ho visto “fa” (terza persona singolare, Indicativo presente del verbo “fare”), uscire la mattina con una gran voglia di fare, tornare a casa coi connotati cambiati da facinorosi accenti killers.
Ho visto “qui” (avverbio di luogo) chiamare in aiuto quo e qua, e con questi morire, pennuti cui l’ascia acuminata recise il collo con un sol colpo.
Ho visto infingardi accenti gravi sostituirsi agli apostrofi, mutando “un po' ” in “un pò”, “fa’ ” (qui: seconda persona singolare dell’Imperativo presente del verbo “fare”) in “fà”.
Ho visto, “horribile visu” (trad. orrendo a vedersi) pronomi personali di prima e seconda persona singolare: “me” e “te”, perduta la verginità della loro vocale, lacrimare dolorosi accenti*.
Ma ho visto, anche, dispettosi accenti nascondersi quando monosillabi omofoni imploravano il loro aiuto.
E così, ho visto: “dà” (terza persona singolare, Indicativo presente del verbo “dare”), perdere la propria identità confondendosi con la preposizione semplice “da”; “sì” (avverbio assertivo), riflettersi nello specchio, con la barba lunga e lo sguardo spento, pensando di essere il pronome riflessivo “si”; ho visto, horribilissimo visu, (trad. come sopra, ma più orribile!), l’accento grave di “è” (terza persona singolare, Indicativo presente del verbo “essere”) involarsi per andare su qualche altro monosillabo o cambiarsi la veste con un accento acuto (“é”).

*Da un reale sms ricevuto: “perché a mé mi piace stare con té”. Oh, my God... Oh, my God!

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


"Senza se e senza ma" ormai è diventata una frase ripetuta
soprattutto dal ceto politico, una frase a portata di taschino,
pronta per l'uso. Vorrei spezzare una lancia per i "se" e per
i "ma", li vedo in difficoltà, sono due monosillabi essenziali
per esercitare il pensiero, il dubbio, la critica. Senza "se" e senza
"ma" non si va da nessuna parte, e lo dico senza se e senza ma.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


La fine del mondo non sarà un cataclisma
o l'esplosione del sole, no, la fine del mondo sarà
un sogno lieve di polvere, e noi con gli occhi
chiusi, per sempre chiusi in questo sogno.

Ricky Farina

IL SANTO PADRE E LA BELLEZZA

lunedì 14 dicembre 2009

AFORISMA DEL GIORNO


Se la salute è tutto la malattia è una parte del tutto, quindi
anche la malattia è salute, una salute rovesciata.

Ricky Farina

IL MIO AMICO PIERO RICCA













Che a nessuno salti in mente di associare Piero Ricca
al deprecabile episodio di ieri:il ferimento di Silvio
Berlusconi. Piero è un non violento, Piero è un uomo
di pensiero, un uomo razionale e colto. Piero è un
cittadino democratico. Piero ha corde vocali molto
potenti, Piero urla, urla contro chi vuole mettere la
museruola ai dissidenti. Urlare non è un delitto.
Può dare fastidio, ma non è un reato. Urlare è anche
il sintomo di un disagio, il disagio che un cittadino
onesto prova in questa Repubblica di pecore e conigli.
Piero non insulta quando urla, ricorda fatti, documenti
alla mano, ricorda urlando. Il suo è un urlo razionale.
E nel suo urlo c'è anche una condanna morale perché
Piero ha una visione morale della vita pubblica.
Il mio amico Piero se ne starebbe volentieri in un eremo
a leggere i tragici greci o la Divina Commedia,
scende in piazza perché il suo "istinto democratico"
lo costringe a non cedere, a non arrendersi.
Associarlo ad atti di violenza è assurdo, vigliacco,
falso, meschino. Piero è una persona mite.
I famosi "toni pacati" sono una grande bufala, con
toni pacati si possono dire cose mostruose,
delittuose, infamanti. Piero dice cose sacrosante,
liberali, ragionevoli e razionali, le dice urlando.
Una questione di decibel, mentre in altri
casi è una questione di mafia, mafia con toni
pacati, ovviamente. Fine del discorso.

CERONE, SANGUE E MADUNINA




















Fanno male le immagini del volto tumefatto e
insanguinato di Silvio Berlusconi, fanno male a
chi odia la violenza, a chi pensa che sia la cosa
più stupida del mondo colpire fisicamente un
avversario politico, un uomo. Fanno male a chi
sente di essere un cittadino democratico, pluralista
e liberale. Quel volto che sembrava una sintesi
di lifting e cerone, quel volto che sembrava di
plastica, finto, un agglomerato di pixel, quel volto
ora sanguina, rivela la propria umanità, la propria
fragilità e vulnerabilità. C'è anche da notare
la valenza simbolica, l'oggetto contundente è la
riproduzione del Duomo di Milano, e chi
lo ha scagliato blatera di essere Nessuno, così
oltre alla valenza simbolica abbiamo anche quella
mitologica. "Nessuno" colpisce l'uomo più potente
della Repubblica. "Nessuno" colpisce Polifemo-
Berlusconi. Solo che questo "Nessuno" non ha la
saggezza di Ulisse, è un disperato, uno squilibrato,
e Berlusconi è un gigante(a parte la statura) che
ha milioni di occhi, non uno, gli occhi del suo impero
mediatico. L'essenziale adesso è non farsi
accecare dalle strumentalizzazioni, dalle teorie
che vorrebbero addossare la colpa di questo
gesto all'opposizione, è essenziale non cadere
nel tranello di chi parlando alla pancia
e non alla ragione vorrebbe dare un giro di vite
al libero gioco democratico di critica verso
chi gestisce il potere. In questi giorni vedremo
se un barlume di democrazia ancora resiste,
nonostante l'imbarbarimento generale.

domenica 13 dicembre 2009

L'ASSEDIO DELLE STATUE

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Aveva una disperazione musicale, riusciva a trovare
sempre la nota giusta per il suo dolore.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


Frequento poco i cimiteri, respirare mi sembra una
mancanza di rispetto verso i morti.

Ricky Farina

sabato 12 dicembre 2009

AFORISMA DEL GIORNO


La realtà è un'allucinazione con licenza di uccidere.

Ricky Farina

venerdì 11 dicembre 2009

IL MISTERO DEL GESTO

IL MISTERO DELLA VOCE

VARIAMENTE MORIRE


Infiniti sono i modi di morire, c'è chi muore
al mattino, prima di fare colazione, chi è più
fortunato e muore con il croissant in bocca,
c'è chi muore nel sonno, tra un sogno e l'altro,
chi muore mangiando una tartina al salmone
e chi muore pescando, c'è chi muore durante
un funerale per non sentirsi da meno, chi muore
mentre si toglie le mutande, chi mentre si fa
il nodo alla cravatta, c'è chi muore dopo una
lunga malattia e chi dopo una breve felicità,
c'è chi muore durante le previsioni del tempo
e chi muore sotto la pioggia, chi muore nel
fango e chi muore sotto la doccia, c'è chi muore
ascoltando Mozart e chi muore in silenzio,
c'è anche chi muore sul cesso per fare rima
con decesso, e chi muore stitico senza trovare
la rima giusta, c'è chi muore lottando per
un'idea e chi muore guardando un completo
di biancheria intima asciugarsi al sole, c'è chi
muore durante le feste rovinando la festa, chi
muore l'ultimo dell'anno e chi muore un anno
prima, c'è chi muore scrivendo una poesia e
chi muore leggendo la bolletta della luce, poi
c'è chi muore e risorge per morire meglio,
chi muore da professionista, chi da dilettante.
Infiniti sono i modi di morire, quale sarà il tuo?


AFORISMA DEL GIORNO


Morire non è da tutti, prima bisogna avere vissuto.

Ricky Farina


giovedì 10 dicembre 2009

IL SEGRETO DELLA MIA BELLEZZA

TERZO AFORISMA DEL GIORNO


Quando cadi non rialzarti, goditela, guarda il cielo,
lascia alle nuvole il diritto di esprimersi.

Ricky Farina

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Un intellettuale deve essere polemico e
qualche volta anche incazzato,
deve avere delle cellule nervose.

Ricky Farina

VOLTO PERDUTO


In contraddizione con me stesso
vivo, esploro labirinti, cerco vie
di fuga incastonate nel delirio.

Gioco col fuoco per bruciare
gli ultimi residui di coscienza,
e tramutarmi in pietra mistica.

Voglio avere un unico nemico,
il vento, misurarmi con la sua
esiziale libertà atmosferica.

Una insana paura di respirare,
trasfusione di cielo e febbre,
mi riduce un burattino di sangue.

Reticolato d'angoscia con fermenti
di stupore, il mio addio al mondo
si estingue in armonie profonde.

Perdere i confini del proprio volto,
in una metamorfosi senza pace,
nominare il nulla con lucida rivolta

e riconoscersi.


L'ESSENZA DEL CINEMA

AFORISMA DEL GIORNO


Falso paradosso: era talmente innamorata della vita che si uccise
prima di morire.

Ricky Farina

mercoledì 9 dicembre 2009

ULTRA DANCE

DANCE SENILE

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Era un matematico e un religioso al tempo stesso, certe
volte la sua doppia natura entrava in conflitto e cercava
l'assoluzione di un problema, peraltro senza trovarla.

Ricky Farina

ARIANNA E IL COITO FUTURIBILE

I GIORNI CHE NESSUNO VIVE

AFORISMA DEL GIORNO


Saggezza pericolosa:lasciamoci alle spalle chi vuole
mettercelo nel sedere.

Ricky Farina

martedì 8 dicembre 2009

MINIMA


La morte.

Acrobazia
congelata.

In ardente
oblio.


SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


La vita non stanca mai completamente, resta sempre
una riserva di energia per uccidersi. E non è poco.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


Ricordo una pubblicità di viaggio sulla Scozia, lo slogan
recitava così:il piacere di essere al verde. Non era male.

Ricky Farina

lunedì 7 dicembre 2009

domenica 6 dicembre 2009

BOARINO E RICKY

ONAN NASALE

AFORISMA DEL GIORNO


Il dolore è la lacrima che fa traboccare il viso.

Ricky Farina

TRE ANNUNCI FUNEBRI


È mancato ai suoi cari un uomo che nella vita non si è
fatto mai mancare nulla, nemmeno la morte.

*

Cordoglio per la prematura scomparsa del nostro
nonnino novantenne, arzillo fino alla fine.
Mettiamo all'asta la sua dentiera di platino.

*

Ridiamo della morte del nostro defunto perché lui
avrebbe voluto così, picnic sulla bara alle tredici.
Vi preghiamo di essere puntuali davanti alla sua
eternità, grazie. Ricordatevi le aragoste vive da
gettare nella fossa, suo ultimo desiderio.

sabato 5 dicembre 2009

LOTTA COMUNISTA!

AFORISMA DEL GIORNO


Renzo Piano ha scritto che un architetto è "un muratore
che conosce il latino", non ho mai sentito una definizione
più snob e falsamente modesta di questa. E un latinista
che conosce la malta che cos'è? Misteri radical chic.

Ricky Farina

venerdì 4 dicembre 2009

CONSIGLI PER DEPRIMERSI

DIMMI QUANDO

IL SOGNO DI RICKY


Ho fatto un sogno, un sogno alle soglie dell'incubo,
il mare mi chiedeva aiuto, stava annegando, annegava
in se stesso, e io gli lanciavo un salvagente.

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


A volte la vita sembra un disturbo psicosomatico.

Ricky Farina

IN QUESTO UNIVERSO CRUDELE


In questo universo crudele
che ingoia arcobaleni
ho progettato il crimine sanguigno
di un'erezione.

Un cazzo contro la morte.

Come il cazzo dell'impiccato
che non cede all'evidenza cianotica
del cadavere.

Cristallina semenza, resina
delle viscere.

Aculei di primavera
fanno tremare
le tenebre.

AFORISMA DEL GIORNO


C'è chi ha scritto che la noia è "masticare tempo", ma forse è
vero anche il contrario: essere masticati dal tempo.

Ricky Farina

giovedì 3 dicembre 2009

PENSIERI DI QUESTO MONDO


Stare con una donna stagionata è un crimine, meglio
le mezze stagioni...se ancora esistono.

*

Una chiesa aperta solo ai giovani, una chiesa atletica
dove si salta e si danza, e nessuno si inginocchia, una
chiesa dove l'artrite è bandita da tutti gli altari...

*

Purificarsi in un corpo giovane, purificarsi da tutte
le scorie del tempo, dal morbo del tempo.

*

Adoro i vecchi bavosi, la loro bava cristallina mi commuove,
sono eroi deperiti, esangui, hanno erezioni chimiche e
lottano contro l'idiozia della pace dei sensi, indomiti non
si rassegnano al brodino serale, ed eiaculano nella vita.

*

Mai rassegnarsi al tempo, mai. Essere vertigine, voragine.
Trovare un ultimo battito di sensualità anche nel cuore
fermo della vecchiaia, preferire una secrezione a un segreto.


IL RELAX OMICIDA

PRIMA DELLA POLVERE


Una quiete feroce mi allontana dal cuore pulsante
della vita, mi ritrovo a masticare ombre, a perdere
tempo in piccoli vortici di noia, a dilapidare la mia
sfortuna in centri benessere di vetro, il massaggio
in una bottiglia, naufrago di ogni senso possibile.

Dio non è morto, Dio è sepolto, sepolto vivo!
E con le sue unghie celesti graffia le pareti del
mio cranio, sua tomba primordiale...

Ma un rigurgito di vita, quasi un conato, mi
assale, e l'istinto torna a invadere i labirinti
dello spirito, mi spinge a uscire allo scoperto,
a divorare tenebre e miseria, nell'assolo di
una gioia dirompente, tutto, tutto questo

prima della polvere...


AFORISMA DEL GIORNO


Il mestiere di vivere: se la vita è un mestiere significa che morire
è una deformazione professionale.

Ricky Farina

mercoledì 2 dicembre 2009

FREAKS O DEL SUBLIME


LA DIETA IMPOSSIBILE

C'ERA UNA VOLTA LONDRA

POESIA COMICA SULL'AMORE


Ti amo tanto, ma così tanto che
mi sembra poco. E quando ti scapezzolo
mi si rizza fino al naso. Tu sei bella.
Bella come l'oceano sotto le unghie.

Quando mi cammini sopra mi sento
un sentiero, quando mi mordi mi sento
un panino, quando mi ami mi sento
me stesso. Tu sei bella come la notte.

E ogni lampadina è un piccolo tumore
elettrico che ci ustiona.

Ti amo tanto, ma così tanto che mi
sembra poco. E se mi tradisci amo
anche il tuo amante. E se mi lasci
amo anche la mia solitudine, perché

è solitudine di te.

DIMOSTRAZIONE DELL'ESISTENZA DI DIO


Prendete un'emorroide, elevatela al quadrato
della disperazione, poi stabilite un'equazione
tra ustioni di terzo grado e tenebre all'ultimo
stadio, quindi polverizzate le variabili stellari,
vi ritroverete sull'orlo immobile della Divinità.

Ricky Farina

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Fatti un esame di coscienza, e dopo interroga i tuoi genitali.
Se sei una persona sana avrai la stessa risposta.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


Indecisione shakespeariana: molte remore per nulla.

Ricky Farina

martedì 1 dicembre 2009

CONFESSIONE TERATOLOGICA

TERZO AFORISMA DEL GIORNO


La memoria è così misteriosa che nessuno sa a memoria
la propria memoria.

Ricky Farina

ARMONIA SEGRETA


Questo buio feroce non ha bisogno
di stelle o comete lancinanti,

è tetro splendore, invischiato nella
fragilità della carne,

una ferita cristallina scorre all'unisono
col silenzio, e perpetua catastrofi...

Si disgrega la verità, ombra di nulla,
diventa polvere.

Come ritrovare un'armonia
di schianti?

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Mi disse che si annoiava, che non riuscivo più a sorprenderla.
Il giorno dopo la sorpresi a letto con un altro, e mi perdonò.

Ricky Farina

UN FESTIVAL DELUDENTE

AFORISMA DEL GIORNO


Morire è svenire in modo professionale.

Ricky Farina

mercoledì 25 novembre 2009

AFORISMA DEL GIORNO


Ci sono uomini influenti e uomini fluenti, io appartengo
alla categoria di quelli che scorrono.

Ricky Farina

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Ieri ho avuto una illuminazione, ho scoperto che non è importante
morire, l'ho capito mentre sbucciavo una patata, quella patata,
con la sua faccia da patata, era mille volte più essenziale della morte.

Ricky Farina

TINA L'AMMIRATRICE

DOMANI A ROMA

AFORISMA DEL GIORNO


Nella vita ho cambiato pelle più volte, ogni donna
una pelle diversa.

Ricky Farina

BOARINO


Sulla mia pagina YouTube potete vedere il mio
ultimo video ritratto:BOARINO.

Boarino è un diversamente abile, diversamente abile
alla crudeltà degli abili, diversamente abile alla volgarità
degli abili, diversamente abile...insomma.

martedì 24 novembre 2009

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Ho vertigini minimali, mi capita di perdere l'equilibrio
anche da sdraiato.

Ricky Farina

SECOND TV:FUORI RACCORDO



VISIONI FUORI RACCORDO


Il film Vietato Respirare parteciperà al festival Visioni
Fuori Raccordo che si terrà a Roma dal 26 al 29 novembre
al cinema Aquila del quartiere Pigneto. Alla proiezione
sarà presente il regista e produttore Ricky Farina.
Per maggiori informazioni www.fuoriraccordo.it.

AFORISMA DEL GIORNO


Una vita dissipata, senza freni, sull'orlo del precipizio,
e un candore polifonico nel cuore del silenzio.

Ricky Farina

domenica 22 novembre 2009

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Filosofia del boulevard: siamo tutti di passeggio
su questa terra.

Ricky Farina

POESIA DELLA FINE

Prendi i ricordi più preziosi che hai
e gettali nell'oscurità, posa sulla tua
fronte il freddo rubino dell'oblio,
sarai libero così dalla paura della
morte, con memoria leggera andrai
incontro alla fine dei tuoi giorni,
nulla ti sembrerà essenziale perché
nulla sarà a misura del tuo volto,
perso, disperso nella musica delle
sfere celesti, ascolterai solo il battito
del tuo cuore, sempre più lento.
Lasciati andare, ombra scheggiata
dall'ignoto, lasciati sedurre dalla
magia immobile dell'Eterno...

IL SOGNO RIVELATORE

AFORISMA DEL GIORNO


Certi problemi sono così belli e misteriosi che risolverli
sarebbe un delitto.

Ricky Farina

sabato 21 novembre 2009

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Mi sento un equivoco tra la vita e la morte.
Spero di continuare a essere equivocato.

Ricky Farina

IL SEGRETO EVIDENTE

AFORISMA DEL GIORNO


Muori incazzato, morire in pace è da imbecilli.

Ricky Farina

venerdì 20 novembre 2009

giovedì 19 novembre 2009

PENSIERI CONTAMINATI


Vivo nell'allucinazione costante di me stesso,
il deserto attorno e la mia voce in polvere.

*

Sono uno scettico sul crinale dell'evidenza.

Mi basta poco, anche un crampo, per tornare
a credere nella vita.

*

Amo per derubricare la morte. Vivere è gravissimo.
Morire è un reato minore.


OMBRE CHE SEPPELLISCONO OMBRE

AFORISMA DEL GIORNO


C'è chi ha il sonno leggero, io ho la veglia leggera, basta
un sospiro e mi sveglio nel sogno.

Ricky Farina

DACCI OGGI IL NOSTRO NULLA QUOTIDIANO

mercoledì 18 novembre 2009

UNA BARZELLETTA

SONDAGGIO GAY E CARMEN CRISTINA CRUZ

AFORISMA DEL GIORNO


"Torna al tuo posto" ci dicevano a scuola, a volte ci permettevano
di cambiare banco, di cambiare posto. Questa era l'idea di libertà
della scuola:cambiare posto. Non è casuale che la scuola crei degli
"spostati".

Ricky Farina

martedì 17 novembre 2009

FOLLIA FALLICA

CHE FARE QUANDO SIETE MORTI

AFORISMI QUASI EROTICI


Mi eccita tutto, mi eccita un corpo, un sasso, uno sbuffo
di cenere. Ho erezioni pantagrueliche.

*

Io non faccio sesso, io sbriciolo la morte sui corpi
che amo, e poi schizzo nell'assoluto.

*

L'evidenza surreale della carne, siamo fantasmi docili
ai morsi, e sanguiniamo per dare colore alla vita.

*

Scava nella mia carne, troverai la sorgente dell'ombra.

*

La prima cosa che guardo in una donna è il suo tempo
sederale, la ritmica dello sculettamento, poi passo alle
stelle, lascio il sederale e tendo al siderale.

*

Ho un cazzo politeista. Un erotismo pagano.
E incontro solo donne fallocratiche.

*

Cerco una donna che sia la mia metà, nel senso che abbia
la metà dei miei anni, solo così mi sento completo.

*

Non esistono eiaculazioni precoci nell'eternità.
Dio è saggio.

AFORISMA DEL GIORNO


Amo i miei testicoli perché sono pieni di vita.

Ricky Farina

lunedì 16 novembre 2009

LA SUBLIME RIPICCA

Sono felice per ripicca, ripicca contro
l'immondizia del grido, sono felice
contro tutto il buio che si infittisce
nella mente, sono felice per umiliare
il dolore, il male, la vertigine chiusa
di ogni malattia, e nutro di allegria
i tumori, le sincopi, l'ulcera cristallina
della rabbia. Prendo i lamenti e li frullo
in un vortice di musica celestiale.
Quando ho voragini nella speranza
inizio a schiaffeggiare il vento.
Se incontro uno storpio lo confondo
con una danza immobile, se un cieco
mi tocca gli dono le mie piaghe, se un
lebbroso mi sfiora lo soffoco nella
seta della mia compassione. Agli
ustionati tolgo le bende, li aiuto a
immaginare un fuoco di freschezza
sulla pelle. Non c'è scampo, lo so.
Per questo sono felice.

TERZO AFORISMA DEL GIORNO


Per concepire un'idea ci vogliono
neuroni seminali, e la disponibilità a lasciarsi
infettare dall'ignoto, senza paura.

Ricky Farina

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


La felicità è il minimo sindacale in questa vita che ci
trasforma in un grumo di cenere amara.

Non essere felici è da stronzi.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


Posso credere solo a un Dio che mi lasci la libertà
di dirgli addio.

Ricky Farina

IL MIO DIO TERMINALE

PENSIERI INATTESI


Prendi sempre la scorciatoia, la via più breve e più
larga, diffida di ogni difficoltà, cerca le cose facili,
lascia la via stretta agli stitici, tu corri, corri, agita
le braccia, e danza nell'illusione di arrivare.

*

Se incontri un maestro spirituale osservalo mentre
sgranocchia una rana fritta o una radice, e capirai che
anche i maestri spirituali sgranocchiano.

*

Disimpara a morire:questa è la vera saggezza.

AFORISMA DEL GIORNO


Innalza il tuo stupore sino alla sorgenti della verità, poi
allenati a discendere nel fango, porta la verità nel fango,
una verità celeste è sempre una mezza verità, una verità
da lavanderia automatica, ma tu cerca la verità che ti
macchia, che ti sporca, la verità che non ti sterilizza.

Ricky Farina

ANCHE L'OSHO VUOLE LA SUA PARTE

sabato 14 novembre 2009

AFORISMA DEL GIORNO

La parola in croce per me è il cruciverba, ho una fede
da enigmista.

Ricky Farina

AFORISMI PER UNA PERFETTA DISPERAZIONE

La vita, una mattina ti allacci le scarpe fiducioso, esci fuori di casa,
la sera torni e il respiro si slaccia.

*

Ho parlato con un testimone di Geova, l'ho ascoltato, vuole vivere
per sempre in un corpo giovane, ho sorriso, poi mi ha detto che
il suo lavoro consiste nel trasportare cavi d'acciaio. Gli ho detto
che Dio era il suo cavo d'acciaio, lui ha sorriso, ci siamo salutati.

*

Vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo è una esagerazione
dell'ottimismo, bisogna vivere come se ogni attimo fosse
l'ultimo attimo: l'attimo finale. Ma il rischio è la follia.

*

Ho un inconscio insonne, vivo con gli occhi spalancati nel
sogno.

*

Devi darti sempre un contegno, non puoi precipitare con
una cravatta di un colore sbagliato.

*

Avere una cecità policroma, cogliere tutte le sfumature
dello spettro di una tenebra.

giovedì 12 novembre 2009

MOMENTO PSICOCINETICO

AFORISMA DEL GIORNO


Sono un tipo molto presuntuoso:mi credo un uomo.

E se qualcuno mi dice che siamo polvere prendo
subito l'aspirapolvere e lo faccio sparire.

Ricky Farina

mercoledì 11 novembre 2009

AVVERTENZA


Devo avere il blog con un settaggio sbagliato per quanto
riguarda i video in formato panoramico, per una migliore
visione dei miei film si consiglia di cliccare sulla mia foto
presente nel blog e accedere al canale youtube. CIAO.

RITRATTO DI UN CUOCO TERRESTRE

TERZO AFORISMA DEL GIORNO


Devi darti sempre una prima possibilità, urge la vita,
le seconde possibilità sono un inganno.

Ricky Farina

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


La vita mi entusiasma quando s'attenua e si fa lieve come
un grido di cartavelina, quando devi scovarla tra le pieghe
e le piaghe dell'essere.

Ricky Farina

SIGARETTA LIBERA

AFORISMA DEL GIORNO

L'universo puntato alla tempia, con un buco nero
nel caricatore.

Ricky Farina

martedì 10 novembre 2009

AFORISMA DEL GIORNO


Volava così alto che si era dimenticato dei fiori, precipitare
fu una fortuna, ritrovò la fragranza della vita.

Ricky Farina

lunedì 9 novembre 2009

AVERNA O AVERNO

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO

Polluzione notturna è il mio secondo nome, io eiaculo sempre,
anche nel sonno, e ne sono certo:anche da morto.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO

Attraversa l'abisso della gioia senza direzione,
non avere una meta è la più alta forma di libertà,
senza traguardo non avrai mai fine.

Ricky Farina

RICKY FARINA ALLA FINESTRA

domenica 8 novembre 2009

LA RELIGIONE DELLO SCHERMO NERO

PENSIERI PER UN QUOTIDIANO ALIENO


La verità non sta in piedi, la verità è orizzontale, ma
non dorme, sogna a occhi aperti, sogna se stessa.

*

Scava nella terra fresca dei tuoi giorni, scava fino a
trovare la sorgente immobile, fino a trovare l'Eterno.

*

Non sei nato per crescere ma per diventare un granello
di polvere, ricordati di questo, e poi dimenticalo.

*

L'amore è la più grande minaccia che puoi fare alla
morte, anche se la morte non si lascia impressionare.

*

Ogni attimo della tua vita è un plotone d'esecuzione,
ci sono attimi a salve e attimi di addio.


RICETTA PER UNA MOGLIE VIVA

sabato 7 novembre 2009

UCCIDERE LA PROFONDITA'

LA VISIONE D'INSIEME

AFORISMI PER UNA DIVERSA VISIONE DELLA VITA


A un vecchio lamentoso preferisco mille volte di più
un vecchio libidinoso, almeno nella libidine sento ancora
la presenza della vita e il fuoco del desiderio.

*

Risorgere per fare colazione al mattino è un buon motivo,
ma risorgere per una vita eterna mi darebbe la nausea.

*

Le persone modeste non mi hanno mai convinto: ma
chi si credono di non essere?

*

L'indifferenza è stata maltrattata, non è poi così male,
ci preserva dalla follia di una sensibilità eccessiva.

*

Siamo tutti martiri di qualcosa, per esempio certi alcolizzati
sono martiri di un Martini. E ogni martirio ha una sua dignità.

*

La masturbazione è la più estrema forma di erotismo, infatti gli
estremi si toccano.

AFORISMA DEL GIORNO


I miei vertici sono i miei vortici.

Ricky Farina

venerdì 6 novembre 2009

POESIA INSOLITA


Un tumore nero, un cristallo, una ciocca di capelli.
La mia saliva nel vuoto di un grido.
Decomposizione della realtà, decomposizione
progressiva, incessante, strabordante.
La mente intrappolata in una scatola, e i tuoi
passi di tigre nel mio sangue veloce.
Non riesco a sognarti perché sei incarnata
nelle mie notti, fontana d'insonnia lucente.
E tutta la vita mi esplode fra le mani.
Non restano che frammenti di un destino.
Specchio in attesa di un'ombra, sorgente delle
mie lontananze, il tuo viso è un rasoio
di bellezza sovrumana, pericolosa bellezza,
foresta nuda del respiro, che mi sprofonda
nella languida ferocia del disincanto.
Un tumore nero sotto la pelle, un cristallo
nell'azzurro della debolezza. E una ciocca
di capelli, reliquia profumata di un amore
malato, così malato da essere vivo.
Ancora vivo.

IL TENNISTA CREDENTE

AFORISMA DEL GIORNO


Vogliono privatizzare l'acqua, vogliono mettere un'etichetta
sulla nostra sete. Io non mi sono mai sposato perché non ho
voluto privatizzare la fica, ora mi toccherà morire di sete.

Ricky Farina

UN FOLLE AMORE PER I CAPEZZOLI
















Fin da bambino ho sempre amato i capezzoli. Le donne senza
capezzoli non mi hanno mai interessato. Mia madre ovviamente
è stata la prima, poi tutte le altre. Un capezzolo dopo l'altro.
Faccio collezione di capezzoli, mi procurano una congestione
di orgine vascolare, meglio conosciuta come erezione( il linguaggio
scientifico è così avvilente!). Ho una libido prettamente
mammifera. E ne vado fiero. Il capezzolo è vita, nutrimento,
il contrario del capezzale, che è invece la morte, la fine di tutto.

La mia specialità è il capezzolo on the rocks, quando il ghiaccio
è un diamante effimero che si scioglie sul capezzolo e lo rende
turgido turgido creando una sinfonia di lamenti di piacere...
L'erotismo per me è un corollario dell'allattamento.
Il neonato che è in me esulta, è un ritorno alle origini del
godimento, ogni volta che succhio un capezzolo mi sento
risucchiato in un vortice di abbandono e di estasi infantile.

Voglio morire con un capezzolo in bocca.



SEI LA SOLA CHE AMO

LA TESORUCCIA

CAMBIARE INQUADRATURA

PENSIERO


Non preoccuparti se inizi la giornata col piede sbagliato.
L'importante è che tu sia sul sentiero giusto.

AFORISMI DEL GIORNO


Non amo avere una vita privata, mi sembra di essere
privo di qualcosa, preferisco una vita pubblica ma con
stile, enigma e mistero. Una vita pubblica inafferrabile.

*

Ho conosciuto una fellatrice smemorata, tutti i ricordi
si fermavano sulla punta della sua lingua.

*

Non c'è nulla di misterioso nella vita, tutto è tragicamente
evidente. Nasci, vivi e crepi. Ed è questo il mistero.

*

Era un attore così buono, pacifico e non violento che
non riusciva a strappare nemmeno un applauso.

*

Mi piacerebbe risorgere per un motivo banale, leggero,
vorrei risorgere per continuare a sbadigliare.

*

Perdo la vita a pormi domande inutili, per esempio: esistono
camere ardenti per esquimesi?

giovedì 5 novembre 2009

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


La invitai nel mio appartamento a vedere una collezione
di vibratori cinesi, senegalesi e panamensi. Disse che era
un'ottima collezione. Commosso le regalai un vibratore
senegalese, uno dei pezzi più pregiati. Mai più rivista.

Ricky Farina

MATTINATA TRIBUNALIZIA

AFORISMA DEL GIORNO


Sono quasi me stesso, mi manca un piccolo dettaglio:morire.
E poi sarò completo, ma devo confessarlo: la completezza non
è la mia principale aspirazione.

Ricky Farina

mercoledì 4 novembre 2009

GLI SVERGOGNATORI


Ci sono Striscia la notizia e le Iene, programmi Mediaset(Mafiaset)
che svergognano pubblicamente personaggi dalla deontologia
traballante, a dir poco ambigua, e va bene così.
Mi sono sempre chiesto perché gli "svergognati"(evidentemente
confusi da choc di sputtanamento pubblico) non reagiscano
pacificamente ricordando che Mediaset è un centro di corruzione
colossale, e che stanno subendo un giusto sputtanamento da parte
di un gruppo altrettanto corrotto, sarebbe almeno un tentativo
di rendere il colpo subito. Sarebbe più umano.
Invece no, presi nella trappola gli svergognati solitamente balbettano
frasi sconnesse. Ed è comunque una pena vedere un essere umano
ridotto alla gogna, come il caso del recente docente universitario
che elemosinava prestazioni sessuali in cambio di un bel voto sul
libretto. Un caso certamente squallido, ma squallida è anche la
matrice televisiva dello sputtanamento: Mediaset.
Fare pulizia morale significa liberarsi anche di Mediaset,
non solo dei docenti sporcaccioni.

Tra l'altro desiderare una ventenne è cosa santa e giusta.
Altra cosa è usare una briciola di potere personale per "confiscare"
la giovinezza a proprio uso e consumo, come ha tentato di fare
il docente, sfoderando una "sobrietà libidinosa" quasi commovente.
Brava la ragazza che si è messa in gioco, ha avuto coraggio.
Ma lasciatemi dire qualche parola di conforto al docente: caro
docente, non crucciarti, in fondo ti capisco, non ti approvo ma
ti capisco, ti senti vecchio, e vuoi ancora gustare un corpo
fresco, giovane e palpitante, è un desiderio umano, quindi
potevi fare la cosa più umana di questo mondo: andare con una
escort. Lo fa anche Berlusconi, il padrone di Mediaset.

IL DOTT.GIBOT NO!

LA RISATA DEL PERDONO

AFORISMA DEL GIORNO


Sono un creativo della morte, ho inventato un cimitero nuovo,
lapidi con sveglia incorporata che suona ogni ora per alimentare
la speranza...

Ricky Farina

martedì 3 novembre 2009

MI CONFESSO

VUOTO TERAPEUTICO

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


La verità fa male solo alle persone finte.

Ricky Farina

TENUE TRAGICO

QUANDO

Quando le stagioni passeranno invisibili
sul mio silenzio stupefatto, quando sotto
la terra dei piedi veloci marcirò carcassa
immobile e immonda, quando il mio respiro
sarà la sintesi di un grido e un verme, quando
non avrò più tempo da perdere e sarò morto
vi prego cortesemente di una cosa: non dite
Riccardo avrebbe voluto questo o quello,
non pensate di festeggiare in mio nome, di
godere alle mie spalle, no, nessun brindisi
grazie, vi voglio sofferenti, in lacrime, anche
incazzati, quasi rabbiosi, in fondo si tratta
di un morto, non di uno che è uscito a bere
un cappuccino... poi lasciatemi in pace o in
rivolta, mettetemi in un angolo della vostra
memoria, e andate a farvi fottere! Grazie.

PENSIERI DI UNA MENTE SALATA


Il giorno del mio funerale non sarò il protagonista
ma l'antagonista: io contro la morte.

*

Era un necrofilo preventivo, andava con chi era
in agonia.

*

Se non metti del sale sulle ferite rischi di avere delle
ferite sciocche.

AFORISMA DEL GIORNO


Si tratta sempre di una questione di vita o di morte,
anche quando ti lavi i denti o ti allacci le stringhe.

Ricky Farina

lunedì 2 novembre 2009

KILLER COLLAGE

SECONDO AFORISMA DEL GIORNO


Alcune donne hanno il potere di farmi sentire in diretta
con le mie mutande.

Ricky Farina

AFORISMA DEL GIORNO


Tutti prima o poi stanno male, ma non tutti soffrono, per
soffrire veramente ci vuole classe, ci vuole stile.

Ricky Farina

ALDA

IL SORRISO DI ALDA

sabato 31 ottobre 2009

POESIA DELLA SALVEZZA


In ogni debolezza, in ogni fragilità
si cela una forza oscurata da un unico
pensiero ossessivo: la morte.

Come un sole affondato che splende
fra le piaghe del tuo spirito,
abisso di tenebra e orrore infinito.

Non è riposo, non è quiete questa
morte orribile che ti mozza lo
sguardo sul precipizio della gioia.

Anche la pietra è molle quando
viene morsa dal vento della paura,
anche le montagne sono briciole.

Ma tu cerca, cerca questa carezza
di sangue vivo che si nasconde
nell'acciaio nero della tua mortalità.

E salvati, cedendo alla luce.


AFORISMA DEL GIORNO


Chi nella vita calcola tutto prima o poi dovrà
fare i conti con se stesso.

Ricky Farina

LA CHISCIOTTE RENDE ONORE



La "Chisciotte" di Ricky Farina rende onore a Honoré.
Honoré Daumier.




ALCOLICA SOBRIETA'

venerdì 30 ottobre 2009

UN FISICO BESTIALE

IL DISTACCO DELLE OSSA


Il distacco delle ossa,
e la chiusura lampo
di un temporale sulla
tua fuga, così non sei
più accanto a me, non
più di un'ombra nello
sterco dell'addio, così
mi uccidi, sono nella
merda, il cuore sozzo,
il sangue spappolato,
i piedi torti in un vano
inseguimento, un grido
ortopedico, invelenito
da una notte stellare,
schianto di questa
gravitazione puttana che
non mi fa volare da
te, morta mille volte
in una morte, radice
d'oro nel mio buio.


LETTERA A UN MORTO














Caro morto,
voglio ringraziarti di cuore per essere morto, diciamolo
francamente: la vita non ti donava, e il respiro non era
il tuo forte. Ora sei una persona seria, composta, anche
se tendi inevitabilmente alla decomposizione.
In vita non ti ho mai trovato simpatico, parlavi troppo,
dicevi sciocchezze su sciocchezze, ma noto con piacere
che adesso ti nutri della radice del silenzio, la radice
più saggia che ci sia.
So che speravi nell'aldilà, sei rimasto deluso?
L'aldilà è una bara chiusa, l'avresti mai
immaginato?
Prendi il lato positivo della situazione: le bare
sono comode, terribilmente comode.
E soprattutto: nessuno verrà a giudicarti!
I peccati che hai commesso e quelli che hai
omesso sono cuciti per sempre
nel tuo cuore di pietra.
Ora scusami ma devo salutarti, vado
a cena da Marina, tua moglie, ricordi?
Non ti dico addio, non sono così stupido, so bene
che ci rivedremo.
Per il momento ti porgo i miei più estinti
saluti.

Ricky Farina 


TRE AFORISMI SULL'ESISTENZA


Esistere significa sporgersi, e ci si sporge sempre
sul vuoto.

*

Esisti e poi desisti. Nulla di più semplice.
Nulla di più complesso.

*

L'esistenza è un turbine di nudità profonda, 
e i nostri sogni sono la biancheria intima.