giovedì 29 gennaio 2015

LA LETTERA DI MAMMA

Febbre, mal di gola, tosse: subito al mare dalla mamma a farsi curare.
A presto.



13 commenti:

silvia silviaa ha detto...

Il lavoro, al di là della logica del profitto, contribuisce a sviluppare nell uomo il senso di dedizione, sacrificio, amore verso il prossimo. Però é anche vero che nell'antica Grecia, i filosofi erono coloro che non lavoravano, ma hanno contribuito allo sviluppo civile con la loro ragione e indagine morale. " Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me". Forse il lavoro di Farina é far sorridere,staccando dalla solita catena di montaggio della fredda automazione alla quale tutti siamo legati. Però andare a prostitute é immorale, perché anche se non sono una filosofa comprendo che la grandezza di un individuo consiste nella capacità di moderazione degli istinti, e gli uomini, sopratutto devono imparare ad essere forti con i forti, rispettando i deboli, e la donna per alcune ragioni é debole quindi va protetta, difesa, rispettata, amata, non usata. Buona guarigione cmq.

rickyfarina ha detto...


Grazie Silvia, stasera parto con mio fratello per il mare, ultimamente sei molto comprensiva con me,
direi che sei quasi dolce, forse hai capito che in fondo non faccio male a nessuno...ieri non ho fumato dato il mal di gola, vediamo se resisto anche oggi, potrebbe essere l'inizio di una vita senza fumo, e magari si torna all'arrosto.

silvia silviaa ha detto...

Forse non sono ottusa e bigotta come puo sembrare, ciao Riccardo buon viaggio.

Anonimo ha detto...

Questo è un commento che ho postato anche da Roberto e che questo tuo post mi fa decidere di proporti il mio pensiero in merito: (Una madre in primis è una donna ed un essere umano. Anche nel rapporto madre/figli sussiste ..un baratto. Finché i figli dipendono da lei e si fanno condurre l'amore fluisce, ed a volte neanche in tale frangente, ma quando cercano di affermare la loro individualità e prendere la loro strada in genere qualche conflitto sorge ed una sorta di distacco/rifiuto si verifica. Tanto vero che la comparsa di nipotini in genere scalza il posto dei figli dalla loro mente. Secondo me è meglio ridimensionare un poco l'aurea costruita, sulla falsa riga della Vergine Maria, della Madre dall'amore puro, vero e incondizionato....per il semplice motivo che nella realtà si verifica tutt'altro. Ed io parlo in generale perché poi ogni donna sa individualmente cosa sente in cuor suo. Però purtroppo questa convinzione di amore perfetto ed incondizionato ha da sempre creato grosse illusioni e delusioni da entrambe le parti, nonché vincoli mentali che creano solitudine ed impediscono di interagire e legarsi con altre figure....oltre a creare grossi conflitti interiori nelle Madri che a volte si sentono in colpa, a volte provano rabbia ed a volte si sentono soffocare da questo vestito si santità ed obbligo imposto da un dogma creato comunque dalla religione. E tutto questo l'ho sentito uscire dalla bocca di madri ...che sono in primis esseri umani ...quindi non dee perfette, infallibili e incorruttibili . Comunque.. riuscire a provare amore per lo sconosciuto, per l'altro... forse diventa l'amore "più puro" e più difficoltoso .... perché in fondo è più facile provare amore per qualcuno che viene tramite te e con cui hai un legame di sangue, in quanto lo consideri un prolungamento di te...). In questo video dove "sembri" deridere tua Madre, proprio per la sua illogicità/contraddizione di amore materno...io vi sento un retrogusto di tua disperazione e frustrazione per non essere, in fondo, il figlio che lei vorrebbe. Leggo una Madre che è in difficoltà a comprendere la logica del tuo comportamento e della tua ironia grottesca/sarcastica.... o che comunque non vuole accettarla. Se provo a mettermi nei suoi panni penserei "Ma la maternità deve essere per forza questo martirio infinito? Quando potrò finalmente rilassarmi senza preoccupazione per i miei figli? Ho veramente sbagliato tutto? (già si autoaccusa nella lettera)...Continuo a sollecitarlo per smettere di essere assurdo (come ti ha detto nel Dialogo con Mamma) e concretizzare qualcosa o getto ormai la spugna rassegnata?". Mi chiedo a volte cosa pensi veramente di questo figlio che racconta tutto....perché il problema per lei forse sta nel fatto che tu metti in piazza, anzi in Mondo Visione, Lei ....tuo Padre ...e fatti privati che magari vorrebbe tacere, perché in automatico poi la gente giudica...fanno finta di tacere per rispetto ma in effetti il loro pensiero di psicologia spicciola ...se lo fanno. Anche della lettera, hai omesso una frase ...ma poi nelle varie inquadrature si è letta. Quindi che dire ....ok svelare, mistificare, ironizzare, mentire su te stesso ma forse loro dovevano esserne tenuti fuori ...fino alla loro definitiva scomparsa. Chicca

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
rickyfarina ha detto...

La vita privata per uno scrittore ( e io scrivo con i miei film il romanzo che non scrivo con la penna ) non esiste, è tutto così chiaro e semplice! Non esiste e non può esistere la vita privata per chi racconta se stesso, è tutto così chiaro e semplice, come non capirlo? La riservatezza non è una qualità per uno scrittore, per un autore, non può esserlo, è tutto così chiaro e semplice, perché devo sempre ribadirlo?

silvia silviaa ha detto...

Chicca essere madre non é un martirio, é una condizione di amore particolare che nasce nel momento in cui si diventa madre, una condizione di affetto incondizionato, e senza misura propirio perché cresce tanto quanto cresce e vive la propria creatura messa al mondo, quindi Chicca lei non é nobilitata a capire il concetto di maternità, visto che lei madre non é diventata. Poi Farina non credo che nella propria vita non ha concretizzato nulla, visto che é dottore in filosofia. Provi lei, Chicca studiare filosofia e provare a finire il corso, perché c'è da diventar matti nei meandri delle materie filosofiche se non si ha una mente portata e cmq superare esami esperienze che forgiano e formano anche al sacrificio, perché non é da tutti finire un percorso in materie filosofiche.. Che poi abbia impiegato qualche anno in piu Farina a finire gli studi é a sua discrezione del tempo impiegato, ma questo non vuol dire che non ne é stato capace visto che lo ha concluso. Se poi si ritrova ad esser disoccupato non credo affatto sia per strafottenza, perché cmq una laurea in filosofia oggi non ti aiuta molto facilmente nell'inserimento di mondo dove sono sempre piu richieste conoscenze tecniche visto l'avanzare del progresso tecnologico, in un mondo globalizzato e quindi fortemente competitivo dal punto di vista produttivo, per non soccombere. Cmq Farina, le ricordo Chicca, é uno scrittore blogger sul fattoquotidiano mi pare.. Quindi Chicca cerchi di avere uno sguardo meno guercio sulla vita e sui fatti degli altri, cosi forse riuscira a smetterla di puntare sempre il dito dall'alto della sua perfezione.

Gaetano Gigliotti ha detto...

Scusa Chicca ma tu sei mamma? Il tuo commento non mi è antipatico, ma "deridere tua madre" per me era più un: "come sei stupefacente" piuttosto che "derisione". Penso che una Mamma difficilmente potrà rilassarsi senza preoccupazione dei suoi figli, per sua stessa natura, anche oltre il benessere.

Gaetano Gigliotti ha detto...

P.S.: La nascita delle mie figlie, ha contribuito a rafforzare il legame tra me e la mia Mamma.

silvia silviaa ha detto...

Sig, Gigliotti, no Chicca non é mamma, lo disse lei stessa in un post. Cmq Chicca é incredibile per i voli pindarici che compie per dare un "senso"ai suoi preconcetti e pure congetture.Ha scomodato pure Maria, la madre di Gesù, una mamma che ha visto torturare e morire lentamente cricifisso sotto i suoi occhi un figlio innocente. Ovviamente Chicca avrà provato questa sofferenza per poterne parlare.

Gaetano Gigliotti ha detto...

Silvia, non mi sembra il caso fare paragoni di questo genere, vabbè non è mamma,(neanche io), per quanto riguarda l'aspetto religioso mi sembra che ci siamo scambiati delle opinioni, nell'occasione: madre teresa. Una osservazione: secondo me una donna di fede come Lei, avrebbe le capacità di argomentare(la dialettica non Le manca)senza attaccare con astio i commensali di questo bar. NDP

silvia silviaa ha detto...

Gaetano Gigliotti le mie sono solo reazioni, perché, per esempio, ad attaccare Madre Teresa, gettando ombra sul sentimento della Santa, é stato lei per primo, io l'ho solo difesa, tutto qui.

Anonimo ha detto...

La fatica di essere l’oggetto del fardello delle emozioni degli altri, ritengo sia un lavoro più che nobilitante.