sabato 17 gennaio 2015

GLI STEREOTIPI

Oggi ho deciso di innamorarmi, basta, non ne posso più di fare sesso
davanti allo specchio con il mio sosia riflesso. Oggi guarderò negli occhi
tutte le donne alla ricerca di un brivido rivelatore, voglio invitare al ristorante
una femmina, e immaginarmi una macchia di unto sul suo reggiseno.
Non vedo l'ora di dire la famosa frase : " vuoi salire a bere qualcosa?".
Nella mia vita mancano gli stereotipi, non va bene, lei mi dirà di sì,
ci toglieremo il cappotto, le dirò: " mettiti comoda ". Non vedo l'ora
di dirlo! Prenderò il cognac, e ci zupperò il mio bellissimo cazzo.

4 commenti:

Gaetano Gigliotti ha detto...

Sento già il bruciore!

rickyfarina ha detto...

Ciao Gaetano, benvenuto su queso blog. La mia vicina sta urlando. Ancora.

rickyfarina ha detto...

Ma io la combatto ascoltando SUPERWOMAN di Stevie Wonder!

attimiespazi ha detto...

un'esorcista era la soluzione a cui avevo pensato per la mia vicina che abita sopra il mio appartamento e che urlava come un ossesso verso il marito. temevo sempre che il solaio mi sarebbe rovinato addosso con tanto di protagonisti delle furiose litigate. ma qualcuno , un bel giorno, chiamò i carabinieri che si presentarono presso l'indemoniata coppia, e da allora tutto tace. quando lei rientra a casa lui esce e viceversa. penso che abbiano diviso gli spazi casalinghi. ogni tanto hanno dei ritorni di fiamma, ma gli episodi sono isolati.
chiama l'amministratore del condominio in cui abiti e fai presente l'eventualità di poterli denunciare per disturbo della quiete pubblica, così che l'amministratore possa comunicare alla coppia scoppiata il rischio che possono correre.. magari serve solo questo avviso, senza arrivare a disturbare i carabinieri (che hanno cose ben più importanti di cui occuparsi).

.attimi
.