martedì 17 febbraio 2015

VITTORIO E IL PAPPAGALLINO

Ieri ho parlato con Vittorio, un pensionato siciliano, lo vedo sempre fare
il giro dell'isolato, ci sorridiamo, ci salutiamo, ma ieri aveva voglia di
parlare e mi sono fermato ad ascoltarlo: " sono solo, la mia ex moglie
vive qua vicino ma non ci parliamo quasi più, ho sposato la donna
sbagliata, siamo stati assieme 20 anni, solo i primi tre sono stati belli,
il resto del tempo vissuto assieme è stata una lenta agonia e alla fine
abbiamo deciso di divorziare, faccio il giro dell'isolato per non impazzire,
gli amici sono quasi tutti morti, quelli che non sono morti stanno chiusi
in casa, siamo tutti soli, qualche anno fa è entrato un pappagallino
dalla finestra e si è posato sul mio cuscino, sta sempre con me, senza
di lui impazzirei, senza questo piccolo amico, ogni tanto gli racconto
una favola, forse è Dio che mi ha mandato questo pappagallino...e lei
che mi dice? ", " io non ho nemmeno il pappagallino" gli ho risposto.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Meglio così. Poi ti sentiresti ripetere in continuazione che hai bisogno di una bella donna...e sarebbe oltremodo doloroso. Ti voglio bene.
-farinomane-

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Forse dovremmo combattere l individualismoigaloppante della società moderna secolarizzata, combattere lo sradicamento della fede religiosa e dei valori, perché tutto cciò sta portando più che ad una società piu libera una società più sola, quindi é neccessario che si ritorni a parlare di Dio nei dibattiti culturali, nell'arte e nella poesia, perché la nube dell insoddisfazione globale incombe sempre più già all'orizzonte dei cuori. PS: credo che Dio si nascondi per sondare i nostri cuori anche in un pappagallino. Bellissimo racconto!

attimiespazi ha detto...

@Silvia
un sano individualismo è utile per l'espressione del sé.
forse è l'egoismo il male prevaricante.

.attimi

Anonimo ha detto...

hehehehe ...l'apparente tenue aggressività di Riccardo. Medea, la voce dell'obiettività, lo aveva scritto che ti incavoli quando ti si dice ciò che non vuoi sentire. Sul tuo blog non si impara nulla? Chi ha il senso di inferiorità a questo punto? Ti sbagli, si impara, come sul blog di Roberto. Si imparano i meccanismi mentali, gli stessi meccanismi che si trovano in tutti i ceti sociali. Dal più elementare al più istruito. Ci si riempie la bocca di tante belle frasi prestampate ma poi arriva qualcuno che ragiona diversamente (non dico meglio o peggio).. lo espone ...e anche alle anime più leggiadre (si fa per dire) partono le virgole. E se partono è perché qualcosa in cui credono fermamente viene in qualche modo destabilizzato e questo fa paura/rabbia. Ma se una persona è convinta del proprio essere e del proprio pensiero dovrebbe leggere un commento diverso, anche contrario, con una grande serenità. Senza per questo sentirsi giudicato, arrabbiarsi, offendere volgarmente. E' così destabilizzante/sminuente per te che io possa trovare delle similitudini tra un blog ed un profilo face-book. Su face-book postano la foto della pizza? Embè ..tu hai postato i pasticcini (sapevo già che pasticcino avresti pappato...lo stesso che avrei pappato io). Ed in quanto al buffone .. ognuno di noi è il buffone di se stesso e comunque strappare un sorriso al prossimo è un'ottima dote. Ho fatto richieste banali? Ti faccio il verso...E ALLORA? Però mi hai accontentata (hanno detto che sei gentile e misericordioso), hai tolto gli occhiali, il bianco(nero con la cobra/cintura, la danza dance. Ed eri anche maledettamente sexy ...piccolo fesso...molto di più di quando parli ossessivamente del tuo BIP ..del BIP IN BIP-ULO....E DELL'ORAL-BIP... Ti dà fastidio se qualcuno dà una lettura diversa dalla solita adorante/idolatrante leccata? E ALLORA? Troppo comodo! Apri un blog e chiedi un commento....ma vi era il deserto perché preferivano chattare con te, del più e del meno, (e posso immaginare il tenore dei dialoghi visto dei commenti apparsi qui) sui social. Sui social è molto più frivolo e leggero il dialogo, qui invece bisogna commentare video e scritti ...esporsi senza remore o bigottismi...possibilmente con il proprio sincero pensiero...."segue"..

Anonimo ha detto...

I video hard poi mandano in crisi le femminucce, non sono molto d'accordo sui termini usati, fai loro paura, forse repulsione. Comunque preferiscono ignorarli o filosofeggiare sull'ironia recondita del Vate. Ma tu, non sei solo il poeta/filmaker sei anche tutto il resto. Lo prendi come un rifiuto il mio allontanarmi? E ALLORA? Mi sembra che hai una bella Corte di Re Artù di simpatizzanti..per loro sei un esempio di libera trasgressione (ma non ti "odorano" fino alle mutande come desideri). Io non posso adorarti, sono contro qualsiasi idolatria. Posso solo avere con te un dialogo alla pari (sono inferiore a te fisicamente..per ovvi motivi, sono dentro un corpicino da similescort) Perché al contrario di chi usa una rispettosa ipocrisia e tace anche sulle cose che non condivide, ti dico il mio pensiero reale. Ovviamente un pensiero su ciò che mi trasmetti come uomo, non certo una recensione da critico d'arte o da esperto del grandangolo. Per quanto riguarda l'eventuale responsabilità di aprire un blog e postarvi di tutto, per carità liberissimo, ma devi essere pronto anche ai dubbi che fai sorgere sulla credibilità della tua persona. Oltre al fatto che un blog è accessibile anche a dei minori. Chissà cosa pensa o cosa impara un minore vedendo i tuoi filmati DI BIP e di PAROLACETTE SEX VERSO LE DONNE? Tu dirai, E ALLORA? Si, i genitori dovranno stare attenti nel spiegare l'ironia ed il rispetto verso il sesso femminile. Ed in fondo cinicamente parlando noi due non abbiamo figli, E ALLORA? CHI SE NE FREGA NOOOOO! Oltre allo schiappeggiamento di popò, a volte ti meriteresti anche una smerigliata di gengive con sapone floreale, ...così spari LE BOLLE. A proposito se qualcuna, come hai asserito, che ti piace ti ha detto "ti adoro" ..ci sono buone possibilità che sia cotta a puntino..a questo punto sei TU che devi spingere sull'acceleratore per farti "odorare". Prosegui pure ora ad incavolarti tenuamente mi raccomando. Mi fai la faccia da incavolato hehehe Chicca

silvia silviaa ha detto...

Si attimiespazi, volevo dire infatti egoismo. Credo che certe testimonianze e percezioni di Ricky Farina siano preziose testimonianze spirituali, anche se ama molto spesso mescolare sacro e profano, ma la sua condivisione di una parte del suo mondo interiore, dei suoi pensieri é in fondo come un accesso alla sua spiritualità che io chiaramente intravedo, non so voi. E in questo Farina è tutto fuorché egoista individualista, nel senso che condivide il suo se, perché, in quanto esseri sociali, molto spesso é necessaria la testimonianza dell'altro, come progresso della coscienza collettiva che poi diventa soggetiva. Ciao.

attimiespazi ha detto...

@Silvia
mi piace leggerti e riflettere sulle tue idee, anche su quelle in cui non mi ritrovo appieno. Ti regalo un pensiero del mio amato Oscar:
"Egoismo è chiedere agli altri di vivere come noi vorremmo vivere.
Altruismo è lasciare che gli altri vivano come vogliono, senza interferire con loro.
L’egoismo mira sempre a creare intorno a sé un’assoluta uniformità di tipi.
L’altruismo considera una delizia l’infinita varietà dei tipi, l’accetta, l’approva, se ne compiace."

Oscar Wilde
dal saggio -L’anima dell’uomo sotto il socialismo-

.attimi

silvia silviaa ha detto...

Bellisimi pensieri di Wilde, grazie per condividerli, sei molto cara! Ciao.