mercoledì 25 febbraio 2015

PER SILVIUCCIA

Ciao Silviuccia, sai che ti voglio bene?
Questo video è per te, per aggiornarti
sull'argomento "fellatio".
In francese ma si capisce il senso.

1 commento:

silvia silviaa ha detto...

Ciao Riccardo, in realtà la mia scelta di non praticare sesso orale, o altre pratiche non é dovuta ad una mancanza di cultura dei tempi moderni, e nemneno a forme di ottuse ostilità sessuofobe, che la modernita spesso recrimina, forse perché il sesso ossessivo sembra esser solo manifestazione di quel edonismo oggi raggiunto, dove é solo il nostro corpo a farsi dio, visto la costante perdita di fede, con tutte le conseguenze che ciò comporta, come per esempio l'utilizzo dello stesso corpo,o quello dell'altro, per il raggiungimento di un appagamento apparente di istinti forse solo egoisti. La mia contrarietà a certe pratiche sessuali deriva solo da un princio morale naturale che sento in fondo, perché non considero la sessualità fine a se stessa, ma le conferiscono il suo valore originario primordiale naturale che é quello riproduttivo. Per questo personalmente considero sbagliato tutto quelle pratiche sessuali che esulano da questo fine, tutto qui. È un mio principio sul quale poi fondo certe scelte personali , direzionando così la vita e i seil mio sentire per l'altro, infondo certi principi morali sono come sorte segnaletiche che senti di seguire, sapendo di non sbagliare, quindi tutto ciò non troverà mai alcuna influenza nonostante i tempi moderni che stiamo vivendo, dove la sessualità é sembra quasi compulsiva tanto quanto occasionale, istintiva che esula da quella forma spontanea, secondo natura, come totale dono del proprio "se" , un dono che, per essere degnamente autentico, fa si che si realizzi allinterno di una sessualità dove entrambi i sessi non chiedono nulla, e questo non può che realizzarsi seguendo la legge morale naturale del corpo, seguendo quella normale disposizione complementare dei corpi, perché se possiedono una sofisticatissima complessità strutturale che si risolve in quel preciso atto unitivo dei due corpi , tutto cioè non può che investire di dignità quella sessualità che ridulta conforme alla natura, tutto qui. :) Grazie per il pensiero, e l'affetto é molto ricambiato.