domenica 26 aprile 2015

IL COMPLETO

La morte ci completa, la morte è un completo, il sarto è divino, ma
è gratis, non si paga nulla, si accontenta di un respiro : l'ultimo.
Tutto su misura, e la misura è perfetta, coincidente. Nessuna piega,
cade benissimo, di una eleganza implacabile. La morte è elegante.
Vivere, al confronto, è di una volgarità, ma di una volgarità che mi
mancano le parole...però essere volgari è così divertente, vero?

1 commento:

silvia silviaa ha detto...

In genere il termine volgarita, per me, si riferisce a qualcosa di desolante, triste, che suscita sentimenti di avvilimento e sconforto, quindi, secondo me, il concetto di volgarità è in antitesi con il concetto invece di ciò che procura una sensazione di piacevolezza e allegria.