mercoledì 8 aprile 2015

GIOCARE CON LA VITA

Ho voglia di giocare con la vita. E di scoprire le regole
volta per volta. Per esempio in questo periodo ho molta
voglia di giocare a " risotto pecorina ". Il gioco è questo,
ve lo spiego, si gioca in due persone, una persona di sesso
maschile (io) e una di sesso femminile (lei). Lei viene
a cucinare da me dopo che io ho fatto la spesa, si veste
con una gonna corta, tacchi a spillo e maglietta di raso
da sbottonare. Mentre cucina davanti ai fornelli io lancio
i dadi, se esce fuori un numero dispari le metto una mano
nelle mutandine, tiro giù la cerniera ed entro nella sua
topina mentre lei gira il risotto con il mestolo, se esce un
numero pari le metto una mano nelle mutandine, tiro giù
la cerniera ed entro nella sua topina mentre lei gira il risotto
con il mestolo. Adesso vi domanderete: che differenza c'è
tra il pari e il dispari? Nessuna, per questo adoro questo
gioco, si chiama "risotto pecorina ", e mi piace da morire.

20 commenti:

Gaetano Gigliotti ha detto...

Mutandine bianche senza tassello: il risotto è perfetto.

silvia silviaa ha detto...

Come secondo piatto è facilmente intuibilie un grosso maiale ai ferri.

Gaetano Gigliotti ha detto...

Scusa Silvia, per te è facilmente intuibile, ma a me viene in mente Ricky infilzato da uno spiedo che gira sulla brace... non è una bella immagine.

attimiespazi ha detto...

bentornato Ricky!
ti piace vincere facile?..
🎼♫♫🎵
bomXibomXi Bombom ♫♫🎵
https://www.youtube.com/watch?v=-yK-KKmB5uQ

(ora me la vado a ballare)

.attimi

-farinomane- ha detto...

Un gioco onesto: non puoi barare

silvia silviaa ha detto...

Sig. Gigliotti, il secondo piatto era per stare giusto in tema, ma un secondo piatto in verità risulterebbe di troppo visto che il gioco farebbe chiudere lo stomaco.

Freddy Fosca ha detto...

Almeno potevi fare pari fica, dispari culo! Cazzo di giochi fai

riccardofarina69 ha detto...


Questa è buona Freddy.

riccardofarina69 ha detto...


Mi piacciono i vostri commenti, rendete questo blog prezioso e divertente.

riccardofarina69 ha detto...

Oggi mi sento sentimentale, mi fa male la schiena, succede sempre in primavera, e sento che sto diventando autistico in società, ieri a una festa non ho parlato con nessuno praticamente, andavo a monosillabi, e voglio dirvi una cosa: vi voglio bene.

attimiespazi ha detto...

@Ricky
.. e come dicono a Roma "e mò ce lo hai detto e mò ce lo sappiamo"

un abbraccio sentimentaloide a te, vecchia cariatide..

.attimichetvb

silvia silviaa ha detto...

:)

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Quando decidi di non scrivere a livelli alti, metaforici, astrusi , tipico dei poeti incompresibili perche difficilmente conpresibile dalla sensibilità popolare, ma decidi di scendere ai lvelli del cabaret, o al bar dello sport, o a latrina di periferia, le sinapsi degli altri rispondono di conseguenza, ma non scendere troppo, potresti non risalire più mi sa :)

attimiespazi ha detto...

@Silvia
questa non l'ho capita ..
"erudiscimi" Silvia ..

.attimi

silvia silviaa ha detto...

Cara Attimiespazi, mi limitavo a dire che in realtà, parlando per me ed ho commesso un errore in effetti ad usare il plurale, è Riccardo con i suoi scritti ironici caustici, a volte da bar, ad offrire le battute su un piatto d'argento. Personalmente ho molta difficoltà a capire invece le sue poesie quando il livello si fa sempre pui alto, tutto qui. La caratteristica forse speciale di Riccardo sono le sue molteplici sfaccettature psicologiche che riesce a mostrare, dove non si riesce mai a capire dove finisce il personaggio e inizia l'uomo vero, trovo difficoltà anche in questo e tutto ciò è dovuta ad una bravura, per questo un giorno diventerà un mito. Ciao cara Attimiespazi, buona Pasqua ancora.

attimiespazi ha detto...

@Silvia
è nella complessità e nella varietà delle cose e delle persone il vero fascino della vita.
a mio parere, alcune poesie di Ricky non si innalzano ma scendono nel profondo più abissale del suo essere scavando nelle emozioni, artigliando le viscere con l'eco del suo pensiero.
ma, questo, naturalmente è solo il mio personale sentire.
dell'uomo o del personaggio ognuno coglie quello che vuole cogliere e può farlo suo: è una caratteristica degli artisti che offrono una parte di loro al mondo con la semplice complessità del loro essere. Indagare forzatamente sull'uomo può distrarre dall'essenza dell'artista stesso.

.attimi


-farinomane- ha detto...

Ahhh..è qui la festa?
Mi associo ai fun e ricambio l'affetto

Gaetano Gigliotti ha detto...

A Silvia.
https://youtu.be/4TZNEtKZHqo

Gaetano Gigliotti ha detto...

A Silvia. P.S.: elimino il commento sopra.
https://youtu.be/0K6pZI6psR4