sabato 5 settembre 2015

L'ARTE DI SVEGLIARSI

Svegliarsi è un lavoro, bisogna aprire gli occhi, aprire il cuore, la
mente e le braccia, non è da tutti svegliarsi, ci vuole fegato e anche
metodo per svegliarsi, destreggiarsi fra le macerie dei propri sogni
non è facile, e anche la realtà (quella che ingenuamente chiamiamo
realtà) ha una natura pericolante, sempre sull'orlo del collasso.  
Svegliarsi è un'arte, una forma di equilibrismo estremo, una sfida.
 
 

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Qualche giorno fa avevo scritto anch'io delle considerazioni sullo svegliarsi: il motivo - durante la notte avevo sognato uno zombie-movie di un certo livello... con un finale sociale (cupo) dove si inserivano anche dei vampiri-zombie dalle sembianze umane... bello!

Luca

RobySan ha detto...

Eh, questa è difficile. Altro che volare. Svegliarsi è spaventosamente difficile. Volare, al confronto, è quasi banale.