giovedì 6 ottobre 2016

OSSO

Sto bene nella mia vita, non è poco. La riconosco, e mi
riconosco. Non è poco. Stasera per esempio ho fatto la
conoscenza di un bellissimo cane di nome Osso. Saltava
e correva felice in un grande giardino, golosissimo di
cachi. Mi ha sbavato tutto. Ci siamo guardati negli occhi.
Ci siamo accarezzati, io con le mani, lui con la lingua.

2 commenti:

Freddy Fosca ha detto...

Cazzo... allora visto che c'eri, potevi anche spompinarlo no?

Anonimo ha detto...

Riconoscere la propria vita e riconoscersi in essa. Due specchi contrapposti con l'immagine riflessa all'infinito, starci bene, ricordarlo nell'occasione non dell'incontro ma della conoscenza di un cane -che significa prestare attenzione ed entrare in relazione con lui- è un bel pensiero.
Riconoscersi e conoscere, mi piace.

P.S.. Avverti chi di dovere che per il cane il consumo di cachi oltre la modica quantità è dannoso: troppi zuccheri!

Giulio