domenica 23 ottobre 2016

LINA, IL MALOCCHIO E LE UOVA MAGICHE - IL FATTO QUOTIDIANO

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/10/23/lina-il-malocchio-e-le-uova-magiche/3104084/

71 commenti:

Freddy Fosca ha detto...

Il Diavolo entra dalla vagina! Lo sapevate?

attimiespazi ha detto...

la superstizione penso che sia la base di tutte le religioni. il terrore che instillano le religioni, se non vivi secondo i precetti, condizionano la vita di molti . il terrore per la dannazione dell'anima se non vai almeno una volta nella vita alla Mecca, il terrore dell'inferno per i peccati nella vita terrena, la condanna alla reincarnazione fino a che non si raggiunge uno stadio di purezza, il pellegrinaggio nella speranza di un miracolo, e via discorrendo, bla.. bla..) .
l'uomo è a livelli paurosi sotto questo aspetto, secondo il mio punto di vista.
ho più simpatia per il cornino rosso in tasca o per la toccatina fatta con nonchalance in occasione di certe situazioni ritenute poco favorevoli, o altre manifestazioni per allontanare la "iattura", poiché fanno parte del piccolo folklore di un popolo.
ma quando si comincia a parlare di maghi, stregoni, guaritori, miracoli e sangue che si scioglie, magia nera, bianca, e multicolore, che attuano condizionamenti sulla mente, beh, rimango basita. chi ci crede si offende da sé.
spero di non essermi attirata un malocchio con la mia opinione,
ma, nel dubbio, tocco ferro..
;-D

.attimi

silvia silviaa ha detto...

Attimi non è proprio cosi, la superstizione non è culto di Dio, perché il culto è celebrazioni di Dio con liturgia, preghiera, sacramenti ecc..., mentre la superstizione è un' aberrazione del sentimento religioso perché elimina Dio, ma sacralizza solo il gesto ed attribuisce solo ad esso, quindi alla materialità, un'efficacia, una potenza senza coinvolgere Dio e il sentimento di fede della persona, anzi chi compie gesti superstiziosi attribuisce a se stesso un dominio, una potenza sul tempo, sugli eventi, e sullinconoscibile umano, e tutto ciò è da rifuggire perché con la supetstizione si manca di rispetto totale verso Dio. E il terrore di cui parli tu come sentimento sta alla base di una fede non matura, non salda, paurosa appunto, perché il credente autentico non ha fede per paura dell'inferno ecc... ma per la Verità accolta e ritenuta tale atteaverso tutto il coinvolgimento delle sue facoltà umane, cioè mente, cuore, volontà.Quindi bisogna distinguere superstizione dal culto di Dio che è, ribadisco, celebrazione del mistero di Dio atteaverso liturgia, preghiera, dogmi e i dogmi, te lho gia detto, sono accettati per libera adesione come figli di Dio, cioè per fede, non per terrore o costrizione.

attimiespazi ha detto...

ben venga la spiritualità.
quello che mi lascia perplessa è sentire storie di esorcismi riconosciuti dalla Chiesa per presunte possessioni demoniache. ed è solo un esempio..

silvia silviaa ha detto...

In tutta la dottrina cristiana, e anche nella Bibbia, si parla del Male e delle sue manifestazioni, ordinarie e straordinarie, con un nome ben preciso: Satana, che è una figura ben presente, intesa come l'avversario di Dio e nemico dell'uomo, quindi non è una figura superstiziosa, ma reale che costituisce un pericolo gravissimo per la vita spirituale dell'uomo.

attimiespazi ha detto...

al di là delle figure retoriche o non,
tu, Silvia, credi nelle possessioni e nella pratica dell'esorcismo?

silvia silviaa ha detto...

Si.

silvia silviaa ha detto...

Ci sono testimonianze al riguardo di esorcisti, non solo quella evangelica di Gesù che spacciava i demoni.

silvia silviaa ha detto...

*scacciava.

attimiespazi ha detto...

quindi, temi il Demonio?

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Cmq la possessione diabolica rientra nell'azione straordinaria di Satana, dunque è al quanto rara, ma è una possibilità di azione che il male posdiede, mentre generalmente Satana ha un'azione ordinaria che si insinua nella vita quotidiana dell'uomo attraverso la seduzione, facendo apparire il male sotto forma di bene, facendo leva sulle nostre passioni, fragilità redendo sempre più fragile e debole la volonta, e quindi schiavi, fino a far tacere sopprimendo la coscienza, perché un nemico è tanto più pericoloso quanto più nascosto.A Satana conviene far credere della sua non esistenza, anzi si nasconde in maniera ineffabile, la Chiesa fa bene invece a smascherarlo, e astare in guardia nell'utilizzo della nostra libertà che puo aprirgli dei varchi dai quali può insinuarsi, la Chiesa non fa altro che invitare alla vigilanza della nostra liberta, atteaverso il combattimento spirituale, che deve essere anche un percoso di scelte per la sensibilizzazione della coscienza, per riuscire a riconoscerlo e smascherarlo Satana, tutto qui.

silvia silviaa ha detto...

Attimi, cos'è per te il male e il bene? Esisterebbe la libertà senza possibilità di una scelta? La scelta determina un percoso o no?

attimiespazi ha detto...

il bene e il meno bene fanno parte della natura dell'uomo, in dosi variabili. l'uomo ha tutte le facoltà per poter scegliere quale via percorrere nel momento in cui riconosce la sua identità di essere pensante, nel momento in cui si riconosce individuo immerso in una coscienza di sé che lo guidi verso l'equilibrio psichico e spirituale con il suo io. Braccare se stesso nei luoghi più intimi del suo essere, mettere in discussione le sue imperfezioni, per sgrezzarsi. penso che sia questo lo scopo di questo "viaggio" che chiamiamo vita..

.a

silvia silviaa ha detto...

Cmq la mia risposta alla tua ultima domanda è no, non temo il demonio, Satana, Male, chiamalo come vuoi tu.

silvia silviaa ha detto...

Cos'è la coscienza di sé?

attimiespazi ha detto...

penso che sia il nostro essere pensante individuale.
buonanotte, Silvia, devo staccare.
grazie degli scambi..

.attimi

Freddy Fosca ha detto...

Beata te Silvia! Vivi ancora nel medioevo. Pieno di streghe, demoni e spiriti. Quasi ti invidio.
"Il medioevo, quello si che era interessante. In ogni casa c'era uno spirito, in ogni chiesa un Dio. Gli uomini erano giovani; oggi un uomo su quattro è vecchio. Che noia mia cara, che immensa noia..."

silvia silviaa ha detto...

Fosca il discorso sul male non è un argomento medievale, è un discorso molto impegnativo, complesso, difficile dal quale non si può prescindere il problema morale. Attimi, quella è la mente, no la coscienza, rifletti meglio.

silvia silviaa ha detto...

La coscienza è la parte divina dell'essere, nel quale è iscritta la legge di Dio, e il dramma più terribile che può capitare ad un uomo è il soffocamento della propria coscienza mediante scelte d' istinto, egoismo, orgoglio, compiacenza ecc...

Freddy Fosca ha detto...

Dio non si fa vedere molto ultimamente. Forse se ne è andato a puttane. Lo aspetto anch'io. Ma non verrá mi sa.

attimiespazi ha detto...

ognuno di noi nasce con un carattere e una sua propria sensibilità, e penso che la capacità mentale dell'individuo singolo aiuti a scoprire l'essere interiore che ci appartiene. se non usiamo la ragione come possiamo essere coscienti di avere una coscienza? come possiamo essere consapevoli di quella parte "divina" che è dentro di noi ( e non fuori di noi)? riconoscersi come essere pensanti in grado di sgrezzare quelle parti di noi che bloccano la nostra crescita spirituale (o mentale) ed impediscono la sana convivenza coi nostri simili è, forse, il primo passo verso l'autodeterminazione dell'uomo.
le religioni, tutte, mi pare che mettano un freno a ciò, tenendo in ostaggio la capacità della ragione singola. forse, cercano di indicare una via ma, poi, cadono nell'esaltazione e le menti che non sono state abituate a pensare, seguono la scia. le religioni hanno un'enorme responsabilità. insegnare fin da piccoli che il dio in cui si crede potrà chiedere il sacrificio per onorarlo è aberrante. far credere che un caso di isteria singola o collettiva sia opera del demonio è tenete la mente umana prigioniera di terrori paragonabili all'uomo nero che minaccia i bambini che fanno i capricci.
insomma, la mia mente, la mia coscienza di individuo si fa tantissime domande di fronte a questi episodi discutibili..

.a

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Attimi, ma mente, ragione, coscienza, anima sono elementi dell'essere differenti, e poi dire che la religione tiene in ostaggio la ragione mi sembra un modo di ragionare molto approssimato che non tiene conto di tutti i più grandi segni storici caratteristici lasciati dall'uomo proprio religioso, infatti i piu grandi scienziati o artisti o filosogi ecc... son stati cristiani o ebrei, perché bisogna dare una connotazione negativa alla religione, la religione esiste fin dalle civiltà più antiche a dimostrare che il sacro per l'uomo è un esigenza ineliminabile, perché all'uomo non basta vivere come gli animali, ha bisogno di dare un senso alla vita, si interroga sul senso della vita, ecco che cosa significa religione, perché anche negli animali più sviluppati non troverà mai un segno religioso che vuol dire trascendenza appunto. E l'ateismo non è negazione di ogni religione, ma il rifiuto consapevole del concetto di Dio, per adorare o se stessi o le creature. Fosca, Pascal disse " non mi cercheresti se non mi avessi già trovato", è Dio che cerca l'uomo e non viceversa, sopratutto in questa apostasia silenziosa dei tempi moderni.

Freddy Fosca ha detto...

"Dio ha una sola scusa: quella di non esistere. (Marie-Henri Beyle) Stendhal" Ma il mio vero problema, è che non esiste neanche una ladyboy asiatica decente, negli annunci di incontri/puttane di Roma!!! Porcoddd*****

attimiespazi ha detto...

sai, sto vedendo che cosa combinano gli uomini in nome di un dio e in quale intolleranza, fondamentalismo e devastazione mentale sono caduti; usano le bombe e si improvvisano kamikaze per onorare il proprio dio e per assicurarsi un posto in paradiso. questi sono gli esempi più crudeli di oggi ma, dai tempi dei tempi, le religioni hanno reso schiavo il pensiero dell'uomo e non lo hanno reso libero di avere un pensiero critico per mettere in gioco le proprie convinzioni sulla base di nuove acquisizioni. le religioni hanno disseminato orrori, sono tutte colpevoli.
io spero che la tua religione oggi inviti l'uomo ad interrogarsi su se stesso e a trovare quella consapevolezza e quella coscienza del suo ruolo.

S. Agostino:
"nessuno crede nulla se prima non ha pensato di doverlo credere".
come vedi, il pensiero è il centro dell'uomo da cui passa la coscienza d'essere.

dissento sulla tua affermazione "mente, ragione, coscienza, anima sono elementi dell'essere differenti".
mente, anima e corpo (ecco la trinità), per me, sono una cosa sola. se vedi differenze forse sei ancora alla ricerca di quell'equilibrio che, spesso si perde ma che, se lo si è assaporato una volta, si sa dove ritrovare.
sei sempre molto stimolante nei confronti, Silvia, e rifletterò, come sempre su alcuni tuoi passi.
ciao.

.attimi

silvia silviaa ha detto...

Attiimi, Che alcuni uomini hanno strumentalizzato e strumentalizzato ancora oggi il nome di Dio, usandolo a pretesto per giustificare guerre e i loro deliri di onnipotenza e potere, come per esempio sta dimosteando l'islam radicale, questo non deve eludere e snaturare il significato profondo del sentimento religioso.Il Papa continua incessantemente a richiamare l'uomo iniquo ad abbandonare i fuochi di guerra e seguire gli insegnsmenti di Cristo, ciao.

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Cmq non è una mia affermazione dire che mente, ragione, coscienza, anima, corpo sono elementi differenti dell'essere, sono elementi correlati a supporto ma differenti, e queste affermazioni sono frutto di importanti speculazioni filosofiche, forse non hai studiato Filosofia, ti ricordo che il tuo begnamino/idolo è un filosofo, non fare, Attimi, brutte figure ai suoi occhi, studia almeno un po di filosofia.

 

attimiespazi ha detto...

non è una tua affermazione ma la fai tua perché si incontra con il tuo pensiero dopo averlo analizzato, no?
i pensieri dei filosofi sono tutti discutibili e meritevoli di approfondimenti.
esistono proprio per farci pensare ed acquisire un nostro pensiero autonomo, se possibile.
io non sono qui per fare belle figure, io sono qui per essere quella che sono ed esprimere le mie idee, senza timori.

.attimi

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Un pensiero filosofico difficilmente è discutibile visto che è frutto di passaggi logici ferrei atti al raggiungimento della
la verità.Per esempio dire che la mente non è la coscienza dell'uomo è un affermazione logica infatti, può esistere un uomo con una mente che non segue la sua coscienza, per esempio i serial Killer hanno una mente molto sviluppata nell'organizzare perfettamente con mente lucida un omicidio affinché non vengono identificati, ma nel fare ciò non stanno utilizzando la loro coscienza. La Filosofia quindi è la scienza dell'essere, della Verità, non delle opinioni.

Anonimo ha detto...

Questa è razionalità!

http://italiano.sismondi.ch/media/video_lf/luigi-pirandello/Pirandello%20-%20La%20patente%20-Toto300.mp4/view

Giulio

attimiespazi ha detto...

per me, la filosofia è la scienza del Pensiero.
ed ogni pensiero filosofico è la correzione, la critica, l'incremento, il contrasto con il pensiero di un altro filosofo. pensieri sempre discutibili in ragione delle sempre nuove acquisizioni dell'intelletto.
riprendo e riconfermo il mio ragionamento:
la coscienza (o lo spirito, o l'anima, o come vogliamo chiamarla) si forma nella mente, la mente è il tramite, e una mente malata (come può esserla quella di un serial killer che hai tratto come esempio limite) annulla il suo spirito perché non c'è equilibrio tra anima, mente e corpo, non c'è equilibrio tra spirito, pensiero pensante e azione.
pensiamo ad un bambino appena nato che non ha ancora sviluppato la capacità di pensiero. come può rendersi conto di avere una coscienza se la ragione (come la intendiamo noi) non ha creato i collegamenti necessari per fargli percepire il sé?
un bambino appena nato è solo istinto. svilupperà la sua identità e il suo rapporto con il mondo circostante attraverso il pensiero e le esperienze tattili.
quindi, ripeto: anima,corpo e mente sono tutt'uno in un essere completo.

spero di essermi espressa bene nella mia ignorantità.
:-))


.attimi che i Simposi gli piacciono un sacco

attimiespazi ha detto...

oh, Giu',
prima mi leggo la novella di Pirandello e poi mi vedrò la tua proposta più che volentieri..

.a

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Se la coscienza si forma nella mente, come tu affermi Attimi, allora è nata dopo la mente, quindi deriva in un tempo successivo alla mente, e dunque non si puoi affermare che la coscienza sia la stessa cosa con la mente se deriva addirittura in un tempo successivo. Attimi, si può tentare di fare filosofia anche per i non addetti ai lavori, come noi che non siamo filisofi, ma attenti con la presunzione altrimenti si finisce come il ranocchio della favola di Esopo, che vedendo un bue comincio a gonfiarsi, ma poi scoppio.

silvia silviaa ha detto...

Quindi se la mente non è la coscienza, ripeto la domanda, che cosa è la coscienza?

Anonimo ha detto...

Accidenti, non voglio inserirmi nella discussione e me ne vado subito ma, dopo cotanto filosofare, silvia silvia con quale pudore può affermare "attenti con la presunzione......"?
Comunque la coscienza è quella cosa che sta in mezzo alle cosce!

Giulio

silvia silviaa ha detto...

Giulio, "attenti con la presunzione" era rivolto ad Attimi, non a me, visto che è stata Attimi a mettere in discussione certe verità filosofiche. Per me potete continuare a suon di battute ironiche, molto spesso anche io partecipo con spirito umoristico e goluardico, ma non è nella mia natura in genere pensare di rapportarmi agli altri senza instaurare un minimo di conversazione che non sia solo umorismo, tutto qui.

Freddy Fosca ha detto...

La coscienza è la somma delle esperienze e la loro individualistica e personale elaborazione. https://youtu.be/RtU4lt-yKGw

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Fosca, come può la coscienza essere una individualistica e personale elaborazione delle esperienze, se ogni azione, e quindi ogni esperienza che l'uomo compie necessariamente si rapporta alla legge morale che non è personale ma universale?

attimiespazi ha detto...

@Silvia
ti ho già risposto ampiamente, a cominciare da 15:11 seguendo il mio personale ragionamento.
quando raggiungi lo stadio in cui puoi pensarTI stai toccando la tua autocoscienza e questo avviene a circa due anni di età, per poi svilupparsi negli anni a venire in relazione alle proprie capacità intellettive e alle proprie esperienze.
sintetizzo quindi il mio pensiero con
"cogito ergo sum".
la coscienza del sé esiste perché pensiamo.

.a

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Attimi, i tuoi ragionamenti continuano a non dare risposta ad una domanda molto chiara e semplice, e cioè che cosa è la coscienza, è molto curioso che la scrivi come parola ma non sai dare una definizione ben precisa, ma forse non è poi cosi curioso, ciao.

Freddy Fosca ha detto...

Le leggi universali esistono in Fisica. La morale è una specie di giostra con i cavalli e i pupazzi. Gira come gli pare a seconda di dove e quando piazzi il Luna Park! In guerra è da eroi uccidere e ti danno una bella medaglia. Tra i negri delle tribù africane che lo sciamano stregone scopa le bambine vergini di 10 anni è normale. Qui ti carcerano se scopi una 15enne che non è pure più manco vergine da anni...

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Fosca, il fatto che molti giustificano certi comportamenti per assecondare certi istinti, di dominio e di potenza come chi uccide in guerra o chi asseconda gli istinti della carne, come uno sciamano stregone, ciò non vuol dire che la legge morale non sia universale, giustificare certi atteggiamenti solo per il fatto che esistono non vuol dire che siano giusti e che la legge morale non abbia valenza nel rimettere ordine nella condotta umana di una coscienza offuscata da egoismi e giudizi personali.

attimiespazi ha detto...

Silvia,
tu sei cosciente dei continui lanci provocatori che hai rivolto alla persona solo perché ritieni di non aver avuto delle risposte? sei cosciente di ciò??
rileggiti..
a O6:22 la sintesi del mio pensiero ribadito più volte. io, più semplice di così non riesco a scrivere, e ce l'ho messa tutta, eh..

.attimi


silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Sono molto cosciente, infatti, Attimi, rinuncio se addirittura si ha la pretesa di non distinguere parole diverse, con significati diversi, ciao.

Freddy Fosca ha detto...

Silvia se non vuoi sentirci sono problemi tuoi. Mi hai rotto il cazzo. Non mi pagano mica per parlare con una demente ignorante, grondante spiritualismo a basso costo. Ciao buona serata!

silvia silviaa ha detto...

Buona serata Fosca, è stato un vero piacere disquisire con lei e con Attimi. Attenti agli sciamani.

Freddy Fosca ha detto...

Che poi una che parla di morale, basandosi sulla bibbia è paradossale. Se lo facessi io, prendendo l'opera di Sade sarebbe meno contraddittorio. Ahahahaha

attimiespazi ha detto...

Silvia,
hai letto la notizia dell'esorcista di Palermo? forse occorrerà esorcizzare l'esorcista per quello che ha fatto.
come vedi, il meno bene è dappertutto. anche in chi si è servito della parola di Dio per ingannare delle povere credenti che credono, sì, in Dio ma anche in Satana (pazzesco!).
vedi a che conseguenze può portare la superstizione?
e, allora, sta nelle nostre coscienze individuali mettere in discussione anche quello che può apparire indiscutibile. pensare con la propria testa, Silvia, mettendo in discussione anche quelle Verità che si condividono con il proprio essere non è male. si possono mettere in dubbio le nostre verità, metterle in panchina per un attimo, e poi ritornare ad esse con un bagaglio in più dopo averle rielaborate e confrontate con altre verità. pensare cosa pensare, è il primo passo verso il riconoscimento della nostra individualità per esaltarne le qualità migliori e correggere quelle imperfezioni che abbassano l'uomo a livelli non degne della parola uomo.
l'uomo è un essere pensante e se delega altri uomini a pensare per sé, è perduto..

.attimi

attimiespazi ha detto...

http://www.nuovosud.it/46567-cronaca-palermo/palermo-scacciare-il-demonio-palpeggiava-le-vittime-arrestato-un-prete

silvia silviaa ha detto...

Un fatto di cronaca nera, cosa centra con la nostra discussione,è come dire che siccome il 90% della pedofilia si verifica nelle scuole da parte di insegnanti, o da parte di zii e parenti, allora non bisogna mandare i figlio a scuola o farli uscire con zii e parenti. Molti di voi citate intellettuali famosi del passato, come Sartre, ma nessuno si scandallizza che è stato uno degli intellettuali che ha firmato il documento per il diritto della sessualità del bambimo. Attimi, dopo questo tuo ultimo intervento mi rifiuto di continuare a rispondere per chi sa solo generalizzare, usando casi di cronaca nera per demolire la Chiesa, senza invece un minimo di discernimento e argomentazioni pertinenti, ed è stata fin troppo offesa l'intelligenza per poter proseguire ed andare oltre, adesso è necessario che tu, Attimi, faccia silenzio, quantomeno per riflettere a fondo del tuo ultimo e assurdo intervento.

Freddy Fosca ha detto...

Silvia siamo 7,5 miliardi, quando arriva sto cazzo di armagheddon? Andate e prolificatevi ha detto qualcuno. MBEH abbiamo prolificato abbastanza! Quando viene a sistemare le cose il principale?

attimiespazi ha detto...

Silvia, i miei interventi sono tutti legati da un unico denominatore comune: la superstizione che cancella il pensiero individuale. Ha ragione Freddy, tu non vuoi sentire e consideri i miei ultimi interventi un attacco alla Chiesa. Sono dispiaciuta (eufemismo) per quello che è accaduto a delle povere donne che sono state plagiate perché non hanno ragionato con la loro testa. tutta la nostra discussione verte sulla necessità di avere coscienza del sé per affermarsi nella propria dignità spirituale, intellettuale e nella propria presenza fisica nel mondo.
non faccio silenzio perché sono..

.a

Freddy Fosca ha detto...

Mi pare che se ne fotte il cazzo. I Tdg avevano provato qualche data 1914 1918 1925 1975 mo 2034... ma Lui non se li è inculati. Ahahahha.

silvia silviaa ha detto...

Caro Fosca, visto come è stato ridotto in croce e dimenticato speriamo abbia ancora voglia di ritornare, ma tornerà... il suo amore è piu grande delle nostra miseria.

Freddy Fosca ha detto...

Il tuo Dio è un ridicolo fantoccio di cartapesta. Devi arrivare alla disperazione per capire quello che aveva capito Kierkegaard e Nietzsche. Il cielo è sfitto. Non c'è nessun inquilino al superattico. Siamo soli e fottuti. Ecchisenefrega pure!...direbbe Sisifo!

Freddy Fosca ha detto...

Ma poi io ancora non ho capito! Che cazzo è venuto a fare se non ha cambiato niente?

attimiespazi ha detto...

Oh, i tdg ti fanno anche i disegnini sull'armagheddon oer non farti cogliere impreparato. sono una comunità .. apocalittica..
:-)
ne conosco alcuni, sono simpatici..

.a

Freddy Fosca ha detto...

Gli apostoli gli hanno chiesto quando si sarebbe instaurato il regno di Dio sulla terra...e lui non sapeva un cazzo. Aspettate e state vigilanti....E ci semo rotti il cazzo!

Freddy Fosca ha detto...

Una setta sono. Li adoro. Mi sono ciucciato 8000 video su le loro stronzate. Li trovo esilaranti. Un branco di pecore fatto e contento. Molto più indottrinati dei cattolici romani, che sono solo dei mediocri idolatri a confronto.

Freddy Fosca ha detto...

Silvia Sartre ha firmato una petizione sul diritto alla maturità sessuale nei MINORI. Ora se vuoi tergiversare tutto fallo. Ma sei nella menzogna. E tu sai da chi viene la menzogna. Da Satana!

Freddy Fosca ha detto...

Satana ti entra dalla fregna! Quindi apposto. Siamo tornati al primo commento...circolo chiuso! :-)

Anonimo ha detto...

Ma il segno zodiacale di sivliaa silviaa è per caso Vergine ascendente Maria?