giovedì 27 ottobre 2016

IN COMPAGNIA DI FIAMMA ROSSA

Ieri ero in compagnia di Fiamma Rossa, ci siamo trovati
al Camparino di piazza Duomo, io con delle castagne calde
in mano, lei con un cocktail che ha bevuto in fretta.
Poi siamo andati in un posto in via Dante che si chiama
Signor Vino dove ci sono tutti i vini d'Italia divisi per regioni.
Un posto di camerieri fighi e muscolosi e cameriere con
le tette meravigliosamente a punta. A noi è capitato il
cameriere più mingherlino, provvisto di una gentilezza
sbrigativa e quasi arrogante, abbiamo chiesto un vino
siciliano e lui ci ha proposto uno toscano, " solo 4 euro
di differenza ma di grande spessore ", ha detto. Di solito
mi lascio convincere, anche se Fiamma con un sorriso
gli ha detto al cameriere smilzo " tu sei proprio un figlio
di puttana ". Comunque abbiamo preso il toscano ed
era effettivamente un buon vino. Fiamma mi ha regalato
alcune foto molto belle: due foto di alberi e la foto della
tana di una volpe. Abbiamo chiacchierato per due ore.
A Fiamma colava il naso, e non avevo fazzoletti di carta.
Quando si esce con una donna bisogna sempre avere
dei fazzoletti di carta. Poi mi sono alzato per andare a
pagare, un ragazzo francese mi ha ceduto il posto alla
cassa, non so perché ma insisteva, allora sono passato
avanti e ho pagato, poi sono uscito fuori ad aspettare
Fiamma, era in piedi accanto al tavolino e trafficava
con una corda attorno alla vita, ho capito che aveva
i pantaloni larghi e che la corda si era allentata, le ho
chiesto se avesse bisogno di aiuto ma lei molto, molto
coraggiosa, ha rifiutato. Ci avrà messo dieci minuti per
stringersi i pantaloni con quella corda, e mentre me ne
stavo in piedi a osservarla pensavo " in fondo a me
piacciono queste persone, mi piace chi si trova nella
vita con quella dose di goffaggine ed eleganza, mi piace
chi fa difficoltà a fare le cose, chi cammina a fatica,
chi zoppica, chi ha il naso sgocciolante, queste persone
sono il mio pane, gli altri, i "fluidi", quelli che scivolano
sulla vita in pieno agio, mi interessano di meno ".

2 commenti:

attimiespazi ha detto...

mai uscire senza un fazzoletto di cotone pulito nella tasca dei pantaloni. un buon sistema è metterne uno in ogni pantalone.
io e Freddy abbiamo avuto il "vago" sospetto che ieri sera, alla tastiera, fossi in compagnia di Bacco, sai?..

.attimi

rickyfarina ha detto...


In effetti.