lunedì 30 maggio 2016

L'ANGOLO DI MEDEA

Ci sono incontri che segnano una vita. 
Sono incontri di bellezza incondizionata.
Di reciproco nutrimento. Per me Medea è la
giustificazione di ciò che sono, del mio
vagare con una videocamera in mano e
con un solletico di parole nella testa.
Nei momenti di sconforto penso a Medea.
E alla forza che il suo amore mi infonde.
E so di essere bello, bellissimo, grazie
a lei. Per questo continuo a fare quello
che faccio, e non mi scoraggio mai del tutto.
In questo giorno di lutto le dedico il mio volto,
il mio cuore, e l'universo che annega nel
mio ombelico. Avrei voluto fare un ritratto
a tuo padre, amica mia. Chisciotte è in
lutto. Chisciotte ti ama, e l'amore è qui.
Non ci lascia mai.


3 commenti:

vitanuova ha detto...

Mi dispiace ,Medea, per la tua perdita....un abbraccio.

attimiespazi ha detto...

......................

Anonimo ha detto...

La morte è la curva della strada,
morire è solo non essere visto.
Se ascolto, sento i tuoi passi
esistere come io esisto.

La terra è fatta di cielo.
Non ha nido la menzogna.
Mai nessuno s'è smarrito.
Tutto è verità e passaggio.

( Fernando Pessoa )

Cara Francesca, i nostri padri sono appena al di là della curva, attendono serenamente che noi li raggiungiamo, con il nostro passo ed il pesante bagaglio, per riabbracciarci nello splendore eterno.
Ciò che amiamo viene con noi, ci portiamo appresso Tutto : il passato e il futuro.
Ebbene sì, mia impavida sorella, oltre la siepe c'è l'Infinito dove il tempo e lo spazio si annullano, il dolore si sublima e l'Amore trionfa.

A tuo padre : * Buon volo nella Luce! *

Con profonda amicizia,
Laura