venerdì 13 maggio 2016

DA RAGAZZO E DA GRANDE

Da ragazzo avevo paura di impazzire, da grande ho paura
di non riuscire più a perdere la testa. Da ragazzo le donne
le mettevo tutte sul piedistallo, da grande le metto sotto il
piedistallo e con mio stupore sono anche contente. Ecco.
Da ragazzo ero timido e mi vergognavo davanti agli altri,
da grande non mi vergogno più perché conosco gli altri.
Da ragazzo mi facevo una sega al giorno, e questo non
è cambiato nemmeno da grande. Ci sono coerenze vitali.

2 commenti:

attimiespazi ha detto...

la coerenza è indubbiamente una dote ammirabile
(sempre ammesso che non si perda la vista)..

.attimi

vitanuova ha detto...

Da ragazza non avevo paura di niente, da donna ho paura perché la ragazza non mi ha abbandonato. Sarò folle?
Riccardo, continua pure il tuo piacere quotidiano. ....ormai non diventi più cieco! Bacetto sul naso