martedì 10 gennaio 2017

RAGIONEVOLE E RAZIONALE

Sono un uomo razionale, ma non sono un uomo ragionevole.
Sento che la razionalità spinta fino al suo eccesso non può che
incontrare la follia. Un uomo ragionevole usa solo la parte
funzionale della ragione, ma si ferma sul precipizio del torto.
Mentre un uomo di ragione si getta anche nel precipizio per
un semplice motivo : sete di conoscenza. Impazzire è razionale.
Vi sembra ragionevole quello che vi sto dicendo?

5 commenti:

Anonimo ha detto...


NO!
Postulando la tua irragionevolezza, quello che stai dicendo è, al limite, razionale.
Per l'impazzimento attendi la fine del soggiorno al mare.
Saluti a mamma e goditela (la mamma).

Giulio

Anonimo ha detto...


"Je so' pazzo je so' pazzo
E vogl'essere chi vogl'io
Ascite fora d'a casa mia
Je so' pazzo je so' pazzo
Ci ho il popolo che mi aspetta
E scusate vado di fretta
Non mi date sempre ragione
Io lo so che sono un errore
Nella vita voglio vivere
Almeno un giorno da leone
E lo Stato questa volta
Non mi deve condannare
Pecch so' pazzo
Je so' pazzo
Ed oggi voglio parlare.
Je so' pazzo je so' pazzo
Si se 'ntosta 'a nervatura
Metto a tutti 'nfaccia o muro
Je so' pazzo je so' pazzo
E chi dice che Masaniello
Poi negro non sia pi bello?
E non sono menomato
Sono pure diplomato
E la faccia nera l'ho dipinta
Per essere notato
Masaniello crisiuto
Masaniello turnato
Je so' pazzo
Je so' pazzo
Nun nce scassate 'o cazzo!"

Giulio

Anonimo ha detto...

Un uomo razionale con i suoi ragionamenti propone una linea di pensiero. Per essere accettata però questa razionalità ...gli altri dovrebbero adeguarsi a questa linea logica di pensiero per arrivare allo stesso risultato. Un eccesso di ragionamenti per sete di conoscenza, specialmente per raggiungere una soluzione logica a dei misteri, può portare a fare salti nel vuoto e ad impazzire. Un uomo ragionevole, con istinto di sopravvivenza, si ferma sul precipizio della pazzia ...un uomo troppo razionale prosegue e salta nel vuoto perdendosi nei meandri psicadelici dei ragionamenti. Le ragionevoli umane necessità fisiologiche sono l'appiglio a cui aggrapparsi per distogliere la mente dall'incessante lavorio mentale che porterebbe alla follia. Praticamente in parole povere l'ozio fisico porta a seghe mentali.

Freddy Fosca ha detto...

@Anonimo Ne consegue che quindi le seghe fisiche portano all'ozio mentale. Allora Ricky se ne fa poche di pippe. Daje giù di manovella Ricky!!! Ci/ti eviti 'sti pensierini da adolescente imberbe e insicuro.

attimiespazi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.