domenica 22 gennaio 2017

AMO LE DONNE

Amo le donne. Le donne. Le donne.
Amo il Surrealismo e la Nouvelle Vague,
togliete le donne a questi due movimenti
e resteranno solo macerie. Amo la poesia.
Togliete le donne alla poesia e resteranno
solo ombre. Amo le donne. Non esiste
nutrimento senza le donne. Non esiste
la vita senza le donne. E la cosa che più
mi lascia sbalordito è questa: le donne
amano i maschi, questi esseri dallo
scroto penzolante, ma come è possibile?
Creature meravigliose. Irrazionali.
Sempre sul filo della follia, con le mani
sporche di terra e di latte, con gli occhi
che sanguinano orizzonti. Le donne.
E ringrazio Dio ogni giorno di essere
nato maschio, altrimenti come potrei
amare le donne? Amo il mio cazzo.

55 commenti:

Anonimo ha detto...

si può amare solo il 10% di donne..le altre sono uomini con la figa..non sono mai diventate donne..
Petrus Pomponatius

Anonimo ha detto...

Han dovuto far tutto da se.....perché di uomini non vi era ahimè ombra....c'era solo la minchia

Anonimo ha detto...

la donna invece di riscattarsi dall'uomo, scoprendo la sua natura femminile divina, ha preferito diventare UOMA.. Uoma in carriera, politica, poliziotta, carabiniera,soldatessa ..aho..ma quì ci sono selvaggi..è ora di finirla..bisogna tornare.. ai tempi andati..
Pietrino il pomponazzo

Anonimo ha detto...

Eeeesatto! Torna pure ai tempi andati ....ma prima esplica la natura femminile divina in cosa consiste.

attimiespazi ha detto...

un'ode
poderosa e virile.
mi piace..

.attimi

altrimentipresente ha detto...

Le donne ci amano per i nostri difetti.
Se ne abbiamo abbastanza, ci perdonano tutto,
anche la nostra intelligenza.

(Oscar)

Anonimo ha detto...

Fino ad ora la donna ha perdonato la grande scemenza e così l'uomo ha proseguito

Anonimo ha detto...

non lo so in cosa consiste esattamente la natura femminile divina, però penso che l'80% di donne per emanciparsi dall'uomo, hanno cercato solo di copiare il peggio che è nell'uomo..la volgarità, la prepotenza,la competizione, la violenza.. ed è per colpa di queste donne che sono un...
Pomponazzolo misogino

Freddy Fosca ha detto...

Evita di scrivere e vai a spompinare qualche fica! Puoi cominciare con le puttane, se non ne trovi fica a gratis.

Anonimo ha detto...

E forse ...è proprio per il brutto esempio dato da tanti uomini che molte donne si sono messe al loro livello per difendersi ed ottenere gli stessi diritti. Con la gentilezza e remissione non sempre si ottiene giustizia ed infatti i diritti acquisiti sono storia recente. Troppo facile pretendere di ricevere dolcezza quando si mortifica costantemente. Se l'uomo mediocre continuerà ad avere il pessimo comportamento riceverà pari risposta dalla donna che non intende subire. Non so che donne frequenti ...ma quelle che ho attorno io sono ancora donne classiche seppur con i loro difetti. Comunque l'oscar della violenza in percentuale la detiene ancora l'uomo. Come non esiste il Principe Azzurro per la donna ..cosi non esiste l'angelo perfetto per l'uomo .

Anonimo ha detto...

infatti la colpa è soprattutto dell'uomo..su questo son d'accordo..ma tu cosa pensi della donna soldato? anche lei può essere una donna classica?
..e poi volevo chiederti, ti faresti sucare la figa da Freddy? Freddy sucalaaa
Pomponazzolo curioso..(e goloso)

Anonimo ha detto...

Non è una divisa che indica la persona violenta o prepotente, una divisa può essere indossata anche per senso di difesa, per un senso di rigore ed ordine mentale, per la motivazione di voler appartenere ad un simbolo trasmesso da un padre, per necessità di avere uno stipendio, per una scelta personale dettata da vari motivi. Di sicuro in quell'ambiente una donna non può mostrarsi debole se no rischia la prevaricazione fisica ....come è già saltato fuori. Se sei goloso ....fatti sucare tu da Fosca la parte che preferisci. L'eccessiva aggressività verbale a me non eccita....uno sguardo giusto ottiene molti più risultati.

attimiespazi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Freddy Fosca ha detto...

Ma se questa come presupposti già dice, di tenere la....LINGUA a freno! Non credo proprio.

Anonimo ha detto...

Anonimo 23:48
La donna in quell'ambiente "rischia la prevaricazione fisica.... come è già saltato fuori". Una precisazione solo per dovere di cronaca. E' vero, è già saltato fuori, ma non perché si tratta "di quell'ambiente" ma perché, purtroppo, succede ed è successo in TUTTI i luoghi di lavoro o di aggregazione, anche nelle sacrestie. E questo perché in tutti gli ambienti si trovano persone, in genere uomini, con una emerita testa di cazzo.
In "quell'ambiente" le donne hanno un livello di protezione superiore che in altri, mi creda.

Giulio

Anonimo ha detto...

Se è successo anche nell'ambiente militare ...vuol dire che hanno la medesima protezione che hanno negli altri ambienti. Se avessero avuto protezione superiore ciò non si sarebbe verificato. Comunque l'esempio era fatto non per screditare l'ambiente militare ma per spiegare che se una donna si ritrova ad essere ferma, decisa, volgare e dura quanto un uomo ....questo non vuol dire che non sia femminile ed anche una donna classica, ma semplicemente che in un ambiente (di qualsiasi tipo) con maggiore presenza maschile la donna si deve un poco desessualizzare per scoraggiare certe libertà ed avere rispetto. In qualsiasi ambiente se una donna non mostra fermezza ci sarà qualcuno (un po' vivace) che, prima o poi, dalla battutina passerà al palpo. Se poi si vuole criticare la scelta delle donne di entrare nell'esercito in quanto disturba lo "stereotipo femminile di portatrice di vita"...ci può anche stare...ma se non si critica l'uomo a questo punto è assurdo criticare la donna. Quando nasciamo siamo menti vergini ed uguali ....gli stereotipi preconfezionati arrivano dopo con l'insegnamento.

attimiespazi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
attimiespazi ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=7swSsdEmXDY

Anonimo ha detto...

Anonimo 06:20
Avevo ben inteso che le sue intenzioni non erano quelle di screditare l'ambiente, e in quel commento ho condiviso il suo ragionamento.
Ma per poter dire che in questo o in quell'atro ambiente esiste la "medesima", la stessa, protezione non basta stabilire che "è successo". Se in un incidente stradale si fanno male o muoiono persone a bordo di un'auto super accessoriata per la sicurezza, non si può dire che quell'auto ha la "medesima" protezione di un'utilitaria di base. Questo intendevo con livello di protezione. Il resto dipende dal comportamento dei singoli, e qui non esiste assenza di rischio.

http://www.style.it/news/dal-mondo/2013/01/25/afghanistan--la-voce-delle-donne-soldato-italiane.aspx

Invito tutti a guardare la foto ed il volto di quella ragazza in divisa e ditemi se in quel sorriso, in quell'espressione non c'è una donna tutta al femminile.

Giulio

Anonimo ha detto...

allora metto anche io un link dedicato alle donne:

https://www.youtube.com/watch?v=kycmugMKtTw

min. 34:00

Freddy Fosca ha detto...

Me sembra na busta de piscio!

Freddy Fosca ha detto...

Voglio la donna muratora! Mazzetta scalpello, pala picco, cofana e cucchiara! 10 ore al giorno. A sbruffà, intonacare e rasare. Hanno rotto il cazzo le donne che non sanno fare le donne. Che mi metto a fare i centrini io? Povere stronze!

attimiespazi ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=96jzm7kIh3E

io sto con Gaber:
"E contrariamente a molti io credo che sia necessario mantenerle se non addirittura esaltarle queste differenze. Perché proprio da questo scontro incontro, tra un uomo e una donna, che si muove l’universo intero.
All’universo non gliene importa niente dei popoli e delle nazioni, l’universo sa soltanto che senza due corpi differenti, e due pensieri differenti, non c’è futuro."

.attimi

Freddy Fosca ha detto...

Agosti è proprio arrivato. Ormai dice cazzate a vanvera.

Freddy Fosca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Freddy Fosca ha detto...

Quindi Giulio sei un soldatino? Ehehe...Dio Patria e Famiglia!!!! Ecco perchè mi sei sempre stato sul cazzo a istinto! Ahaha ci prendo porcoddio!

Anonimo ha detto...


Stare sul cazzo a qualcuno non è una condizione che mi limita.
Vedi, tu puoi essere un mago del rinzaffo, ma per arriccio e finitura sei ancora un apprendista. Ecco perché tanti sbriciolamenti sul tuo intonaco.

Giulio

Anonimo ha detto...

no Freddy, sono tutte verità quelle che tira fuori..sopratuttuo il discorso che nessuno ama qualcuno..ci usiamo a vicenda per qualche motivo..vedi che nemmeno l'amore di una madre per un figlio esiste..e quella donna risponde: beh insomma un po' si dai..e lui: ti dico che non c'è..non insistere perchè non c'è !
Pomponazzolo

Anonimo ha detto...


... e poi Freddy, che io ti stia sul cazzo è irrilevante. Per me quello che conta è che tu non stia sul cazzo a me, e ancora non ci sei arrivato (troppo in alto), devi metterci più impegno.

Giulio

Freddy Fosca ha detto...

Ma perchè Agosti è mai stato madre, per saperlo?

Freddy Fosca ha detto...

Giulio non è una cosa personale. Ma sono anarchico e c'ho delle idiosincrasie per certi "valori".

Anonimo ha detto...


Freddy, per certi valori mi spiace che tu sia caduto nell'ovvio. Dovresti rileggerti il soldatino Celine, che a te piace tanto:

“Cari genitori: l’ordine di mobilitazione è arrivato partiamo domani mattina alle 9 h 12 per Étain nelle pianure della Voevre non credo che entreremo in azione prima di qualche giorno […] è una sensazione unica che pochi possono vantarsi di aver provato […] Ognuno è al suo posto sicuro e tranquillo tuttavia l’eccitazione dei primi momenti ha fatto posto a un silenzio di morte che è il segno di una brusca sorpresa. Quanto a me farò il mio dovere sino in fondo e se per fatalità non dovessi tornare… siate sicuri per attenuare la vostra sofferenza che muoio contento, e ringraziandovi dal profondo del cuore. Vostro figlio”.

"..... farò il mio dovere fino in fondo". Capito Freddy, il "soldatino" Celine?

Giulio

attimiespazi ha detto...

spero che Agosti possa essere messo in discussione e, se posso permettermi,
lo trovo
forzatamente alternativo con odor di figlio di fiori
in questa sua dissertazione sulle donne.
sentir parlare un uomo di che cosa prova o non prova una donna per il proprio figlio o cosa prova o non prova nella sua interiore profondità femminile,
sinceramente, mi pare un pochino azzardato.
le sensazioni, i sentimenti e quel richiamo ancestrale e misterioso
che ogni donna custodisce in sé e la fa sentire tale
non può essere spiegato con parole conosciute, e tanto meno da un uomo.
signori uomini, please,
lasciate a noi donne i nostri segreti e non cercate di "intrufolarvi" anche lì..

.attimi



Freddy Fosca ha detto...

Giulio ma Céline c'aveva la vocazione al masochismo e a fare il Gesù bambino. Era un artista e perciò un coglione (parole sue). E poi quello era il primo Ferdin, giovanotto, scoppiava di entusiasmo patriottico.... Ne ha combinate altre dopo, come l'antisemitismo a gratis e a oltranza! Ahaahaha! Era un gran cazzone.

Anonimo ha detto...

attimi, molte donne chiamano amore quello che in realtà è semplicemente attaccamento..possesso..ce l'hanno anche le fimmine nel mondo animalo..non è ammora..
Spamponazzolo Spanato

attimiespazi ha detto...

ahi! Spamponazzolo, sei stato mollato dalla tua bella o ci hai litigato forte?


Anonimo ha detto...

Ho perso la filettatura ;-)

Anonimo ha detto...

Condivido il pensiero di Agosti che se una persona ha disistima di se stessa e non si ama difficilmente riuscirà ad esternare amore, proprio perché la visione negativa interiore creerà un blocco verso l'esterno ed un respingimento. Lui mette il dito sulla piaga dei rapporti affettivi tenuti in piedi in conseguenza di una dipendenza monetaria per la sopravvivenza. È questo è vero, moltissimi rapporti si appoggiano sulla dipendenza monetaria. Sembra che lui ritenga più veritiero un rapporto d'amore se da entrambe le parti c'è indipendenza economica per la sopravvivenza. Mette in discussione anche l'amore materno definendolo disperato. In genere l'amore di una madre verso un figlio è quello considerato più puro ed incondizionato, perché connesso ad un legame di sangue, perché visto come una parte di se, a tutta una serie di stereotipi culturali inculcati, ed inoltre è un amore staccato dalla sessualità che viene, nonostante la grande liberalizzazione, ancora considerata una cosa sporca. Forse lo considera amore disperato per il fatto che poi la realtà di ciò che si vede accadere nel rapporto genitore/figli va a far crollare questo stereotipo di amore perfetto. È stato scritto un libro sul famoso "istinto materno" tanto enfatizzato ed il risultato di quello studio fu che lo "stereotipo" faceva parte delle culture evolute ma che in effetti nella realtà non trovava conferma. Quindi a seguito di inquadramenti e forzature a cui si è sottoposti, da parte degli usi e consuetudini della società a cui si appartiene, ci si trova ad inseguire/a cercare/a voler mantenere non delle realtà ma semplicemente degli stereotipi e delle forzature. Non trovandoli si arriverà a fingere sentimenti per la pura sopravvivenza o ad arrabbiarsi perché nessuno calza lo stereotipo che abbiamo nella mente. Nel suo concetto "di amore" ...mi ha ricordato un poco il concetto "di bellezza" di Wilde. Un concetto più ampio ed universale ..di amore e bellezza che devono essere insiti profondamente nell'animo e nell'occhio di chi guarda per trovare armonia. In tale modo la persona, essendo in armonia ed equilibrio con se stessa, avrà un senso di amore e bellezza interiore che riuscirà a trasmettere ed esteriorizzare. Quel senso di amore universale e di purezza mentale che, da quello che sembra dal suo citarlo, vede nell'esempio del Cristo con il "non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te" e nella sua contestazione agli ipocriti venditori di fole.

attimiespazi ha detto...

ciao Anonimo Chicca,
sempre generosa con i tuoi interventi. sei tu, vero?
io penso che, al di là della società in cui viviamo e delle influenze culturali, ognuno abbia in sé fin dalla nascita la sua portata spirituale e intellettiva; ognuno nasce con il suo Essere che viene sempre a galla. sei sei tondo non puoi essere quadrato e quindi, certe cose non si possono insegnare, certe cose si capiscono solo se fanno parte del proprio bagaglio interiore.
per questo motivo, parlando di amore materno o amore di coppia si rischia di generalizzare.
pour parler, sì, si può fare ma poi, alla fine, nessuno potrà negare la propria natura.
indubbiamente, la società occidentale fondata sul materialismo e il cinismo non aiuta a ritrovare quelle parti dimenticate di ognuno. si è tutti prigionieri di un sistema costruito dall'uomo per l'uomo e in questo mondo c'è poco posto per quella spiritualità che fa capolino in ognuno ma che si tende a soffocare, quasi vergognandosi, per dare spazio ad altre cose apparentemente più importanti.
si cammina per il mondo con una benda sugli occhi, forse per pigrizia mentale.


ehhh, il mio amatissimo Oscar!!!
spesso rileggo il suo De Profundis come un vangelo, e un brano all'interno del suo Dorian Gray potrebbe riassumere il pensiero che andiamo disquisendo e che ho incorniciato nella mia mente e anche altrove:

https://www.youtube.com/watch?v=YT9KeKWc2mA

.attimi

altrimentipresente ha detto...


In un certo senso è naturalmente necessario, come diceva l’oracolo greco,
conoscere se stessi.
Questa è la prima vittoria della conoscenza.
Ma saper riconoscere che l’anima dell’uomo è inconoscibile
è la suprema vittoria della saggezza.
Il mistero finale è l’essenza dell’io.
Quando si è pesato il sole sulla bilancia, misurati i passi della luna,
disegnata la mappa dei sette cieli, stella dopo stella,
rimane ancora l’io.
Chi sa calcolare l’orbita della propria anima?

(Oscar)

attimiespazi ha detto...

dimenticavo un'ultima cosa.
io formulerei diversamente la frase di Cristo, in maniera più positiva:

fai agli altri quello che vorresti fosse fatto a te..

.attimi

Anonimo ha detto...

Lo considera amore disperato perchè nasce in un contesto sociale come il nostro, dove c'è la competizione, che inizia nelle scuole,poi il lavoro, la paura, il materialismo,..tutte queste cose non ci faranno maai capire cosa è veramente l'amore..sarà sempre viziato..inquinato..distorto..purtroppo ragazzi..ormai siamo fottuti..
Pompone pomponazzo

attimiespazi ha detto...

http://peanutspills.blogspot.it/2017/01/disillusioni.html

Freddy Fosca ha detto...

Ma spara meno cazzate. Queste sono solo scuse da vigliacco. Comunque tranquillo finchè farai sti ragionamenti frignando come un frocio, dimenticati che qualcuna possa amarti.

Anonimo ha detto...

si ma Freddy, anche se io trovassi qualcuna che mi ama..sarebbe sempre (in tutti i casi) una parvenza di amore..un surrogato..e la stessa cosa vale anche per te..e lo sai..accettalo ti prego..dammi soddisfazione !
Pomponazzolone

Freddy Fosca ha detto...

Le persone che si lamentano di non essere amate, sono in realtà, loro incapaci di amare. Molto triste, ma è proprio così.

Anonimo ha detto...

se sono incapaci di amare è proprio perchè quell'amore non viene naturale..non è spontaneo..non è gratis..bisogna faticare per guadagnarselo..ed è pure una sciacquatura di botte..non vino vero..questa è la cosa triste..

Freddy Fosca ha detto...

E vorrei vedere pure che danno il vino buono a uno che non se l'è guadagnato. Stai nascosto ancora dentro le mutande di mamma a lamentarti che fuori sono tutti cattivi.

Anonimo ha detto...

Sono un narcisista affetto da infantilismo
Pomponazzolino

Freddy Fosca ha detto...

Nah troppo lusso, sei solo un deficiente!

Anonimo ha detto...

Freddy sei talmente non amato che mi fai tenerezza..povegiggio..
Pomponazzo

attimiespazi ha detto...

a Freddy,
che tra le pieghe del suo animo che nasconde al mondo (e fa bene a farlo)
sa meglio di chiunque altro cos'è l'amore

https://www.youtube.com/watch?v=UNlS7qfMDl4

.attimi

attimiespazi ha detto...

che poi, tutti a chiedersi cos'è l'amore mentre in realtà la domanda da porsi è:
che cosa NON È amore.

meditate, gente, meditate..

bye bye from
.attimi

Anonimo ha detto...

Bravissima attimi

Anonimo ha detto...


attimi, prima col fare ed in non fare agli altri, ora l'interrogativo al negativo. Come sei messa col tennis?
Hai un buon servizio e vai forte di rovescio!

Giulio