giovedì 10 marzo 2016

LE AVVENTURE DI DON CHISCIOTTE ( 4 )

QUARTA E ULTIMA PARTE

13 commenti:

attimiespazi ha detto...

Far finta di essere pazzi o far finta di essere morti forse sono l'unica salvezza per non impazzire o morire davvero in qursto cielo oscurato dalle imperfezioni umane..

.attimi

vitanuova ha detto...

Fate in modo che, leggendo la vostra storia, il malinconico si senta invitato a ridere, l'allegro lo diventi ancora di più, l'ignorante non se ne stufi e chi è colto ne apprezzi la trama, il serio non la disprezzi, né il saggio manchi di lodarla. MIGUEL DE CERVANTES

vitanuova ha detto...

Riccardo tu sei IL Don Chisciotte:sottile gioco tra realtà e finzione. Quest'ultima diventa realtà mortale. ......Green civetta cela il segreto per poter rendere reale la leggiadra follia del suo amato Don.....

silvia silviaa ha detto...

Se si ha fede si conosce la Verità. "Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la corsa, ho conservato la fede." San Paolo.

Gaetano Gigliotti ha detto...

Bell'idea questa mini serie, se in caso decidessi per un colossal ho in cantina 2 sacchi pieni di attori e comparse.

attimiespazi ha detto...

Mi permetto di seguire a ruota il primo commento di VN aggiungendone un' ulteriore da parte di una lettrice del Cervantes.

"Ma è una cosa talmente dura e insostenibile questo andare a cercare avventure tutta la vita, senza trovare altro che calci, sballottamenti, sassate e pugni, e in tutto questo dobbiamo anche cucirci la bocca, senza osare dire quello che uno ha nel cuore, come se fossimo muti." - Sancho Panza -

(Don Chisciotte - prima parte - VVX capitolo. Delle Strane Cose Accadute Nella Sierra Morena.
di Miguel de Cervantes Saavedra

attimiespazi ha detto...

E.C.
*XXV capitolo

Ciao a tutti..

.attimi

silvia silviaa ha detto...

Attimi, per me questo racconto di Farina da un messaggio importante, e cioè anche se la vita appatentemente si è persa in strade sbagliate, come quella del pianeta Disfatto, la fede può riscattarla, infatti quante testimonianze in questo senso ci sono state e come non ricordare il buon ladrone che si è salvato perché ha creduto.

silvia silviaa ha detto...

Da credente, personalmente penso che la vera tragedia è morire senza fede, senza sapere né se ci si dissolve per sempre, né se si sopravviverà, cioè non conoscere se c'è un destino eterno di luce o di tenebra che ci attende, di gioia o di tristezza, tutto qui.

attimiespazi ha detto...

Ciao Silvia, se si perde la speranza si muore dentro ma, a volte, bisogna accettare quelle realtà altrui che non possiamo aiutare perché non vogliono essere aiutate, quelle realtà che sono un pezzettino di noi, perché gli altri siamo noi. E per questo motivo sono realtà che ci fanno ancor più male. Io ho fede nell'Uomo ma molte volte viene meno e mi rifugio nelle parole dei Grandi Uomini, dei Grandi Poeti, per credere ancora in un'umanità "naturale" che possa seguire il suo vero Essere.
I tuoi pensieri sono rispettabilissimi e ammirevoli.

..non rileggo, sono con smartphone, scusa eventuali errori..
.a

silvia silviaa ha detto...

Attimi, solo la fede ti permette di sperare contro ogni umana speranza, ciao.

attimiespazi ha detto...

@Silvia
solo l'Amore Universale..

.a

vitanuova ha detto...

Solo l'Amore Universale per la vita. ...