sabato 17 ottobre 2015

ANCORA, ANCORA E ANCORA.

Sono solo, e sto invecchiando. Non solo senza amici, solo senza
una compagna, e questo non mi fa paura, e questo forse non mi
fa nemmeno tristezza, mi fa sorridere, sorridere nella lontananza.
M'immagino in un ospizio, con un filo di bava per amico, con un
pappagallo vicino al letto, un pappagallo non tropicale. E mi viene
da sorridere, sorridere nella lontananza. Sogno corpi freschi da
sbucciare ancora, e ancora, e ancora, e un ultimo barbaglio di
virilità sulla cenere calda del desiderio. Ma non anticipiamo i tempi.
Non è ancora vecchiaia, è una maturità piena, e nelle mutande
prende forma la mia rivolta : un cazzo duro quasi come la mia
testa. C'è ancora un mare d'ombra da attraversare con amore.

2 commenti:

attimiespazi ha detto...

Un amico di famiglia si è perdutamente innamorato a 58 anni.Passione travolgente. Una donna con 13 anni in meno che non fanno certo differenza. E' la sua Lei. Invecchieranno insieme al loro Amore maiuscolo ed autentico..

.attimi

RobySan ha detto...

Va' qui!