giovedì 30 giugno 2016

VAGARE

Vagare nella quotidianità come uno straniero, varcare confini
invisibili e spostare orizzonti sotto casa, confabulare con le
pietre in una lingua sconosciuta, accusare il cielo di blasfemia,
e farsi avanti ogni volta che si incontra un precipizio. Oltre.
Andare oltre la polvere. Abbracciare le distanze per sentire
pulsare il cuore dell'universo. Vivere nella gratitudine di ogni
ferita. Inseguire un cassetto pieno di sogni, e baciare il vento.

93 commenti:

vitanuova ha detto...

"Abbracciare le distanze per sentire pulsare il cuore dell'universo"......con i tuoi scritti incanti anche le anime più lontane. Un beso cariño!

Anonimo ha detto...

Scoprire che tutti i cuori battono all'unisono con il nucleo dell'Universo, essere sincronizzati con la Vita per infrangere le onde del tempo, ascendere per poi planare nello spazio ancestrale, morire sulla terra per rinascere nel sole, baciare il vento cosmico e raggiungere il Nirvāna.

Oggi sono entrata in questo giardino segreto e ho colto un fiore di rara bellezza, lo conserverò tra le psgine invisibili della mia anima e lo custodirò all'infinito perchè la poesia è linfa vitale che nutre lo spirito e disseta l'intelletto.

Grazie, *poeta dei sogni*.

Laura

Anonimo ha detto...

Edit: pagine

Freddy Fosca ha detto...

Le solite compiacenti malinconie autoconsolatorie. Come la cacca di cagnetto, che ha mangiato il suo whiskas o Ceasar...puzza troppo poco, si capisce, è cacca di barboncino alla fine. Questa è la tua poesia.Aahahahah!

Freddy Fosca ha detto...

Laura ci ha aggiunto la sua...Un vero letamaio alla fine! Ahahaah Vi schifo! :-)

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Freddy Fosca, vada alla lavagna, lei è interrogato.Mi dica qual è il tema del testo letterario di Farina, sono idee, pensieri, o sentimenti, specifichi si quali?Ci sono figure retoriche nel testo o figure retoriche di suono quali mefafore, personificazioni, parole onomatopeiche ecc..) Spiegi con parole sue cio' che l'autore vuol comunicare in questo componimento. Esprima Fosca,se riesce, le sensazioni che ha avuto leggendo il testo. Faccia esempi di esperienze personali con sue parole, confronti tale componimento con testi simili in argomento e stile. PS.: Fosca si procuri un buon vocabolario della lingua italiana quanto meno per supplire alle sue lacune e ricordi Fosca che ogni parola ha significato solo all'inteno della frase e ciascuna frase si carica di senso solo in relazione alla precedente. Fosca, se lei risponderà correttamente non sarà rimandato, chissa dove, nuovamnete. Buon lavoro, coraggio.

Freddy Fosca ha detto...

Silvietta! Ma io facevo sega alle medie per non farmi rompere il cazzo dalle poesie di Pascoli e Leopardi...C'è una poesia che tocca solo la pelle, e mai i nervi. Io ho la pelle dura anche se sensibile. Certe carezze non mi sconvolgono. Ma se mu accarezzi i coglioni con le tue manine, fresche e delicate e saró tuo! AMORE!

Anonimo ha detto...

@ Freddy Fortuna che sono vegana quindi la 'mia' profuma di pesco e mandorlo in fiore ;-))

"Scoltame toso, varda che te si drio stufarme, no gerimo dacordo che ti pa a to strada e mi pa a mia ):-*
Ahimè!, so massa bona e te vuio ben anca se te me trati da cretina".

Non traduco ma ci arriverai perchè sei intelligente e ti sai arrangiare nella vita, oggi mi andava di passare di qua e di commentare, non è colpa mia se ho beccato Ricky il vagabondo in una giornata ispirata, la Dea della poesia deve avergli dato una spolveratina di briciole dorate :-))

Sono fatta così e non ci posso fare niente però non sei obbligato a leggermi, ci sono lettrici più interessanti a cui dedicare lei tue attenzioni; per esempio Vitanuova ;-)
Comunque non sei l'unico, nell'altro blog mi hanno sotterrata di sfottò ed insulti che al confronto i tuoi sembrano complimenti :-/
Ma i maschi chi li ha inventati?!? non poteva la donna essere il centro dell'universo senza un uomo fra le gambe!?! :-O
Bah!!! I misteri della creazione non li capirò mai!
Mi dissolvo!

Laura

ps: ho scritto più di quello che mi ero ripromessa, spero di non scatenare un altro diluvio sul pianeta farina... per favore, astenetevi dal replicare, grazie!

Freddy Fosca ha detto...

Ps:Ho due bellissimi testicoli Silvietta....simili alle palline che si mettono sulla cialda del cono gelato. Ti piace il gelato?

Freddy Fosca ha detto...

Vegana vuol dire che non ti piace pa salsiccia?...beh allora continua coi cetrioli. Buona vita vegana e prospera. 🖖🏼

Anonimo ha detto...

Santocielo Freddy, mi è quasi scesa una lacrimuccia... ti darei un bacio da quanto sono felice :-))
Ma sai che sei l'unico degli onnivori con cui ho avuto uno scambio di opinioni via web che mi ha scritto: *buona vita e prospera*, di solito mi augurano di estinguermi per effetto della selezione naturale oppure mi considerano talmente pericolosa da definirmi una persona orribile :'(
Grazie, hai dato un senso al mio passaggio.
Buona vita anche a te O:-*

Laura

ps: tu non ci crederai ma i cetrioli non mi piacciono come neppure i rapanelli e il rafano, invece le zucchine e le carote sono le mie verdure preferite.

Freddy Fosca ha detto...

Ehm...in realtá c'era un LEGGERISSIMO doppio senso e una "pesante" ironia. Ahahahahahahahahah!

Freddy Fosca ha detto...

Ma forse c'era ironia anche nel tuo? Zucchine e carote sono ortaggi di media grandezza...eh?

Freddy Fosca ha detto...

Non c'è spasso manco a offendervi ... madonna santa che merdaio!

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Fosca, stia sul componimento di Farina, e non sulla solita noiosa battuta sciatta e volgare da bar. Dica invece Fosca, se nel componimento Farina riesce a far percepire il tempo e lo spazio, percezione alquanto rara visto i tempi che stiamo vivendo, dove telematica e telecommunicazioni hanno ridotto tempo e spazio in qualcosa di piatto, senza forma e immaginazione.

Freddy Fosca ha detto...

Silvia ma cerca di "andare oltre"... vedi che le poesie qui del poeta farina sono scorreggine di tartaruga. Io li odio tutti i poeti a eccezione di Bukowski, l'unico che abbia messo la poesia a servizio della vita...e la vita al servizio della poesia. LUI molto più dei martiri autocrocifissi alla Rimabaud Baudelaire e perfino Esenin r Majakovskij. Nella sua piccola testolina di donna ci arriva a capire Silvia?

Freddy Fosca ha detto...

Io NON CREDO ci arriva!

silvia silviaa ha detto...

Fosca, credo che il giudizio su uno scritto poetico è sempre determinato da fattori personali quali sensibilità propria, o psicologia, in base ad un proprio vissuto, alla cultura, al corso di studi, alle esperienze personali che costruiscono la nostra personalità ecc..., per questo bisogna astenersi nel pontificare se una poesia è davvero tale, perché solo nel tempo e col tempo si può scoprire la sua valenza che è in sostanza riuscire a parlare ai posteri i condizioni politiche/sociali/psicologiche completamente differenti e mutate rispetto al periodo in cui è stata scritta la poesia. La poesia non deve essere scritta per vanagloria e vanto, una vera poesia deve prima morire, sedimentare per poi dare i suoi frutti, così come tutti i capolavori artistici, dai film ai quadri. Detto questo ritengo che alcuni scritto di Farina presentano un potenziale poetico dato dalla capacità dell'autore di organizzare le parole, dal ritmo e musicalità che Farina riesce dare alle frasi e da certi temi, importanti dal punto di vista spirituale, vanno oltre la realtà visibile. Anche i film di Farina presentano un potenziale poetico non indifferente, come l'ultimo suo lavoro, il film della ragnate, per il quale già mi sono espressa. Quindi ai posteri l'ardua sentenza, non certo ai Freddy Fosca anonimi.Ciao.

vitanuova ha detto...

Non mettermi in mezzo! Gioca da sola......

silvia silviaa ha detto...

Fosca, personalmente non ho cmq una cultura letteraria ma scientifica, ma se leggo certi scritti di certi poetici classici,come l'infinito di Leopardi, nonostante siano pochi versi, aprono nuovi orizzonti mentali per quel ritmo musicale particolare dato dalle parole con i loro significati che diventano forza, perché la parola ha unaforza intriseca nel l'uomo, non essendo un muto animale, dal quale scaturisce una reazione emotiva, psicologica nell'altro aprendo nuovi orizzonti mentali perché spirituali, infatti non può esserci poetica senza spiritualità " cielo e terra passeranno, le mie parole non passeranno " Mt,24-32,35.

silvia silviaa ha detto...

Una degna interpretazione dellinfinito, forse una delle piu bellehttps://youtu.be/jIvzQvi75rQ

Freddy Fosca ha detto...

Leopardi è uno dei poeti del "ressentiment" è abbastanza evidente. Quindi gli cacherei addosso o a trovarmelo di fronte lo prenderei a calci in culo. Voi siete esseri ridicoli. Esaltare un fallito è qualcosa di perverso. Leopardi e quelli come lui, non meritano rispetto. Era una larva Giacomino. Si poteva uccidere con un pugno. La vera poesia è una cosa maschia. Dove si trasforma la forza, la rabbia e l'odio in tenerezza e sensibilità. Voi donne non ne siete capaci. Perché partite svantaggiate. È evidente che fate cagare in poesia.

Freddy Fosca ha detto...

Chiaramente tutto ciò lo scrivo da ubriaco. Ma...provate a darmi torto! Voglio vedere se vi AZZARDATE! ...

silvia silviaa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
silvia silviaa ha detto...

Fosca, non è questione di vantaggi svantaggi, ma differenze attitudinali o per differenze oggettive strutturali, talenti diversi per primati diversi tra il femminile e il maschile, diversi ma pari in dignità per quella complementarietà che è ben lontana e ben altra cosa da una visione riduttiva e miope tra quella vecchia diatriba tra maschilismo e femminismo. Inoltre, Fosca, lei parla di fallimento e mi chiedo secondo quali criteri si stabilisce il fallimento di un essere umano, perche confondere la mancanza del successo popolare di un canale yotube, come quello di Farina visto che di sta parlando di lui, per fallimento personale, come dice lei Fosca, è tipico della massa, in quanto il talento, o facolta intellettive superiori non verrano mai seguiti, riconosciuti, capiti dalla massa perché si ricordi Fosca che il collante della massa, dei grandi numeri è la mediocrità, la banalità, la facilonetia ecc..., quindi lei, Fosca, se considera Farina un fallito solo perché non fa centinai di migliaia di visualizzazioni fa parte di quella massa li, confermandone infatti pienamente la regola, perché Farina di certo non è un fallito ma un uomo talentuoso, ironico e intelligente e pure molto carino, che frequenta e può anche permetterdi di ffrequentare donne bellissime, allora Fosca non faccia la donnetta invidiosa, e dia a Cesare quel che è di Cersare, un vero uomo di certo ci riuscirebbe Ps.: non esalto e idolatro nessuno, sono solo obiettiva, tutto qui.

attimiespazi ha detto...

Grazie Silvia per la difesa dei canali YT di nicchia ma, per essere obiettivi, bisogna ammettere che alcuni canali popolari hanno guadagnato la loro posizione grazie al loro talento, originalità, impegno e voglia di creare. in fondo, penso che sia una questione di gusti personali, di che cosa piace e non piace.
Uno Youtuber ha i suoi motivi per proporre al mondo le sue creazioni e la varietà è una bella cosa. il numero degli iscritti è comunque un termometro di gradimento da non sottovalutare. naturalmente, io sono per i canali di nicchia (di cui faccio parte) e, comunque, per quei canali che mi possano trasmettere una piccola parte dell'anima degli autori (la ricerco) e che mi possano regalare un'emozione nascosta o risvegliare sguardi perduti del mio essere attraverso il delicato gioco di specchi che si instaura nel percepire immagini. pertanto, il mio è un gusto del tutto soggettivo. c'è a chi piace altro per esigenze e ricerche diverse e va bene uguale.

Per quanto riguarda la Poesia, se ne parla spesso e non saprei esprimermi più di tanto in proposito ma, ho sempre pensato che la vera Poesia sia uno stato d'essere e d'agire che sfiora quella struggente tenerezza che circola silenziosa in ognuno di noi, in dosi variabili.

.attimi

Anonimo ha detto...

Per Freddy Fosca
Io AZZARDO eccome...

*Le parole che non ti ho detto*

"La vera poesia è una cosa maschia. Dove si trasforma la forza, la rabbia e l'odio in tenerezza e sensibilità" e tu l'avevi scritta il 14 giugno 2016 alle ore 16:10 ma poi l'hai cancellata :-((

"Era una larva Giacomino. Si poteva uccidere con un pugno."
Molto tempo fa hanno cercato di 'ucciderti' ma non ci sono riusciti perchè ti sei battuto con tutte le tue forze per vivere in questa melma che è la carne; hai dovuto respirare la nauseante puzza dell'indifferenza e della falsità, tu non sei nato cattivo ma è ciò che hai subito che ti ha fatto diventare l'individuo che sei ora, non si può ritornare indietro... c'è solamente da andare avanti.
Tu non sei una larva ma nemmeno una farfalla, sebbene tu pensi di esserti liberato del male esso tenta ancora di avvolgere le sue radici sulla parte del tuo cuore che è rimasta viva; non devi permetterglielo, sii Uomo e credi in Te Stesso perchè sei speciale e non devi buttarti via ma riprenderti ciò che ti appartiene : l'Amore!

Sai qual'è la differenza tra te e Ricky? Che lui sa nascondere bene il suo lato oscuro e tu ti ostini a nascondere il tuo lato luminoso; entrambi avete un lato occulto che non mostrate quasi mai al mondo, cercate di distinguervi dagli altri ma in fondo siete le due facce della stessa medaglia : la personalità maschile.
Una donna per poter dire di aver conosciuto davvero l'uomo deve aver amato entrambe le facce ( e non mi riferisco all'atto sessuale ).

Ho espresso il mio sentito, non sarà condivisibile e nemmeno poetico ma è la mia verità, so di averti in qualche modo offeso e deluso ma non era intenzionale.

Non sono una codarda ma ritengo che la mia presenza in questo blog sia troppo opprimente per questo ho deciso di allontanarmi (in modo teatrale, lo ammetto), per il bene di tutti e se ogni tanto faccio delle apparizioni è per dimostrarvi che non porto rancore a nessuno di voi, anzi vi porto nel cuore uno ad uno.
Sinceramente,
Laura

Freddy Fosca ha detto...

Ahahaah...Laura, mi sa che vuoi essere inculata vero? Eeheh Smani fremi...Brava!Dimmi la verità ti manca la cosa eh? Sei una verginella! Ahahhaha

Freddy Fosca ha detto...

Mai detto che Ricky è un fallito. Mi riferivo a Leopardi. Per me la sua poesia (di Leopardi) è proprio merda. Di ricky ho sempre detto che è un coglione. Per esempio scommetto non si è scopato la ragazza del fratello. Amanda...ennamiseria mi immagino che inculate ci si potrebbero fare con quella porcella asiatica. Robe da sborrarsi l'animuccia... ahaahah

Freddy Fosca ha detto...

Non te lo tocca nessuno riccardino.Te lo sei preso a forza di bocchini salivosi...ahahah sei una milf bocchinara s'è capito. La faccia la tieni. Eeheheh

silvia silviaa ha detto...

Fosca e perché Leopardi non è un poeta? Sviluppi il ragionamento. Mi dica Fosca se esiste al mondo un poeta che odia cosi tanto la natura e la vita ma che riesce inevitabilmente a farci amare la natura e la vita grazie alla potenza della sua poesia col suo ritmo musicale armonico dato dalle parole accosta ad arte, una poesia che nasce dunque da una gentilezza d'animo, questo poeta si chiama Leopardi se lo ricordi.

Anonimo ha detto...

Risposta a Freddy "BucoWisky"

Vediamo se la tardona ha capito bene: "dovrei farmi inculare da te mentre faccio un pompino salivoso a Ricky?!?" Naaah!!!
Voi maschietti guardate troppi porno, la realtà è ben diversa e la mia faccia non è mai stata 'sborrata' come nei film hard, se proprio vuoi saperlo, e ne vado fiera.
Per il resto sono affari miei e del mio partner!

E adesso facciamo un bel pò di CHIAREZZA:
1. Non sono mai stata a Milano e mai ci andrò!
2. Ricky non ha mai manifestato alcun interesse nei miei confronti e non ha mai espresso il desiderio di incontrarmi, neanche per farmi un videoritratto.
3. Non provo attrazione sessuale per 'Riccardino' solamente della sintonia con una parte della sua anima.
4. Riccardo è innamorato di una vegetariana e non di una vegana, aggiornati!
5. Ricky è di quasi tutte ma Riccardo è di poche, e io non faccio parte nè delle une nè delle altre.

Comunque, caro Freddy, mi rendo disponibile ad incontrarti, il viaggio lo dovrai fare tu perchè io non mi posso muovere visto che ho mia madre invalida da accudire 24h e non posso permettermi una badante.
Ti garantisco del cibo genuino, ambiente accogliente, amicizia ma niente sesso.
A te la scelta.
Ciao.

Laura


Freddy Fosca ha detto...

Vedi se non ti posso sborrare in faccia e farti pure magari il culo, non vedo il senso dell'incontro. Non è che sono un maniaco del sesso; ma lo reputo un eccellente mezzo di comunicazione. Quando non c'è sesso è il momento dell'indifferenza. Non sono ipocrita come voi donne, se una non sbavo per fotterla...e/o incularla mi è indifferente!

Freddy Fosca ha detto...

Sade silvietta...

Freddy Fosca ha detto...

Laura ma come è possibile? Il tuo partner non ti ha mai imbrattato il faccino di sborra? Cavolo fatti qualche domanda....per noi sborrare in faccia è un gesto di apprezzamento. Vuol dire che ci piace il viso della tipa.

Anonimo ha detto...

E allora, Freddy, rimani indifferente alla mia prsenza senza insultarmi od offendermi.
Tu sei tu, il mio Lui è diverso da te, che non vuol dire sia migliore ma neanche peggiore.
Leggi il libro "Il drago alato", forse capirai...

Posso continuare a commentare le poesie di Ricky senza che tu faccia volgari allusioni o devo sparire per sempre?
Rispondi sinceramente, io rispetto sempre la volontà degli altri.
Laura

Freddy Fosca ha detto...

Non ho detto nulla di volgare. Sborrare in faccia alla propria donna è un gesto d'amore. Il volgare lo vedi tu che sei volgare evidentemente.

Freddy Fosca ha detto...

E sinceramente spappoli il cazzo come sempre!

Freddy Fosca ha detto...

E se nessuno ha mai avuto voglia di venirti in faccia probabilmente sei pure una cozza!

Anonimo ha detto...

"Te lo sei preso a forza di bocchini salivosi...ahahah sei una milf bocchinara s'è capito. La faccia la tieni. Eeheheh"
Per me queste parole sono pura volgarità e falsità.

"E sinceramente spappoli il cazzo come sempre!"
Traduzione foschiano-italiano: "Sei una rompiscatole... sparisci!"
Ok, mi dileguo!

Laura

Freddy Fosca ha detto...

Ma veramente era un complimento...La nostra Vita si è capito che sa sbocchinare. Ricky ne ha cantato le lodi. Ancora non vedo la volgarità. Sarà una di quelle che quando si mette un cazzo in bocca è come una bambina con lo zucchero filato. Laura non ti capisco. Sei repressa?

Anonimo ha detto...

Freddy, ma sei ubriaco o che?!? Mi prendi per il culo via web?!?
Allora ti riferivi a Vita e non a me quando hai scritto: "non te lo tocca nessuno riccardino. Te lo sei presa etc..."?!?
Non ci capisco più niente, sei sempre il solito casinista che getta l'amo e io la stupida che abbocca :-/
La milf sono io o qualcun'altra?!? Spiegati meglio...

Laura

Anonimo ha detto...

per Freddy
ps: forse sono una cozza (non sta a me dirlo) però al mio 'cozzo' piaccio e quindi 'cozziamo' ;-))
A modo nostro!!!

Laura

Freddy Fosca ha detto...

Mongoloide era chiaro che era per vita... ma non eri single? Hai trovato un montatore? Ahaahah

Freddy Fosca ha detto...

Magari il montatore allora è Ricky...sei riuscita a incontrarlo? Madonna come si incazza Vita. Daje giò a telenovelas.

Anonimo ha detto...

Oohhh! ma allora sei de coccio.
Macchè telenovelas, io Ricky non l'ho mai incontrato però mi tu hai dato della 'lecchina' perchè avevo osato scrivere delle parole 'sdolcinate' in merito a questa poesia che si intitola * VAGARE* ma noi l'abbiamo trasformata in "Divagare"... mi hai fuorviato e trascinato in questo pantano, e anche stavolta l'ho combinata grossa :-/
Non riesco a capire perchè da un semplice apprezzamento alla poesia ne sia nata tutta 'sta storia che non ha portato a nulla se non a gossippare :-(

Comunque leggi qua così ti aggiorni: http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/01/al-joia-di-pietro-leemann-nel-mondo-delle-uova-quadrate/2872007/
A Ricky ci pensa qualcun'altra e non la sottoscritta.

Non sono più single però sono ancora in fase di 'rodaggio' quindi ti saprò dire più avanti come 'monta le ruote' il mio tesoro ;-)
Colpita mi ha colpita, adesso deve affondarmi :-D
Fermiamoci, che è meglio.
Buonanotte!
Laura

vitanuova ha detto...

Quanto ti sbagli Fosca! Non sono io quella donna. .... Mi fai ridere!!! Proprio simpatico!

Freddy Fosca ha detto...

Scusa ma che rodaggio devi fare? C'hai 500.000 km sul groppone. Ma scopa prima. Poi che cazzo di test fai senza scopaggio? Test inutili. Vedi se ti MONTA come si deve. Il resto sono solo futilità accessorie quasi.

Anonimo ha detto...

Freddy, ti ringrazio dell'interessamento e dei consigli ma ti ricordo che sono un'asmatica e non è che posso fare le maratone del sesso.
Ci stiamo conoscendo, non solo fisicamente ma anche interiormente, grazie anche a delle tecniche che si rifanno al tantra yoga, ad esempio questa:
„Sincronizzare il respiro con il proprio partner è fondamentale per amplificare le sensazioni e le emozioni, tant’è che secondo le filosofie orientali, se fai tre respiri profondi mentre abbracci una persona a cui vuoi bene, raddoppi la tua felicità.“
Per il resto, quello che ti posso dire è che mi fa stare bene e credo che anche per lui sia lo stesso.
Ciao
Laura

Anonimo ha detto...

È stata trasmessa una puntata di "filosofia spicciola e minimalista Foschiana"

Anonimo ha detto...

Ehi, tu, Anonima/o non potevi intervenire prima così mi evitavi di fare questa pessima figura 'online'?!? :-D
Comunque ti sfido a trovare un altro blog con un Foschino minimal and animal ;-))
Solo da Farina si trovano dei soggetti alquanto svitati perchè la vita non sempre si riesce ad avvitarla come si vorrebbe, tocca tribolare e imprecare perchè non vuole andare per il verso giusto :-/
Parlo per me e Freddy, sia chiaro.

Adesso tocca a te svelarti o spogliarti dell'anonimato, siamo curiosi di conoscerti...
Ciao.
Laura

ps: a Ricky non sarà piaciuta 'sta divagazione ma a te si e non AZZARDARTI a negare ):-*

attimiespazi ha detto...

Raggiungere il minimalismo filosofico è roba di classe. FF ne vuol essere un' imitazione che arranca e inciampa nella trottola che gira nella sua mente in modalità zuzzurellona. AnonimaChicca, hai fatto un gran bel complimento al mio/nostro Foschino Cucciolino.
Ciao Gente, state in voi stessi che siete belli così..
:-D

Anonimo ha detto...

Nessun complimento, pura constatazione di "recidiva trasmissione spermatica Foschiana". A forza di bere (vodka, sperma, fluidi vaginali)....il cervello ormai è defraudato da neuroni ed infettato da spermatozoi ....vaganti ......molto ma molto vaganti e non fertili. Mi sono dimenticata il nome prima. Chicca

attimiespazi ha detto...

@Chicca
sei inconfondibile.. come stai?

Anonimo ha detto...

Io come al solito bella tranquilla.......e come leggo, anche Freddy sta come al solito......in pista alcolica. Secondo me quel broccolone da blog darebbe pure il bucio.....pur di avere una piccola attenzione da parte di una femminuccia. "Ve schifo de qua ve schifo de là, se una non sbavo per fotterla mi è indifferente" ......ma puntuale arriva sempre a provocare tutte, giovani e vecchiette. Alla faccia dell'indifferenza !!!!! La fame nel mondo .....tiene sto capriccioso iperattivo.. Bisogna segnalarlo alla FAO. Chicca

Anonimo ha detto...

Solo io potevo sbagliare e confondere Chicca con l'Anonima, in effetti sono un pò confusionaria in questo periodo o forse è perchè non ho frequentato molto il blog.
Scusa Chicca.

Per colpa dell'Anonimo/a mi ritrovo con un mastino alle calcagna ;-)
però fa tenerezza il "nostro" cucciolone, bisognerebbe spedirlo a Berlino in occasione di 'Venus' il festival del sesso e dell'erotismo, altro che alla FAO :-D

Ragazzi/e, vi saluto con affetto e vi auguro una bella estate.
Statemi bene!
Laura

Freddy Fosca ha detto...

Chicca ma io dico cose per giocare. Voi fate tutto serio. Te riesci a scambiare un'igoiata di sborra per un suicidio con l'acido muriatico. Mbeh sono io quello eccessivo? Ci staranno millemila video amatoriali di fidanzatine e mogliettine golose oltremisura del liquido di cui sopra. Comunque non sono più un cano col collaro quindi cazzeggio con tutte. Mi diverte, ma non penso a scopare. Mi faccio di nuovo le pippe senza sensi di colpa; quando hai una donna pare quasi che devi sborrare SOLO in lei, con lei, x lei....eh!

attimiespazi ha detto...

Freddy, avevamo capito che attualmente ti mancava la "materia prima", visto che ne parli continuamente. quando si finisce per parlare sempre dello stesso argomento o è per passione/fissazione sfrenata o è perché è carente nella nostra vita. Forse per te è un po' tutte e due le cose. Un linguaggio più soft nelle tue esternazioni eviterebbe una certa monotonia nel leggere un Fosca pseudo alcolico che ormai non fa più notizia. Prova a sforzarti, almeno con le gallindonzelle, ad esprimerti in maniera meno "colorita".
Bacetto sulla tempia sinistra..

.attimi

Anonimo ha detto...

AAA AVVISO A TUTTE LE DONZELLE .......che assolutamente non si pretenda da Freddy il suo prezioso sperma a 95°. BUONE PIPPE CARO. hehehehehihihihi Chicca

Freddy Fosca ha detto...

http://i39.tinypic.com/11jupw7.jpg

Freddy Fosca ha detto...

Abbiamo mandato una sonda su Giove e su canale 5 danno "Island temptation"...Non è fantastico? Ahahah se credessi in Dio invocherei l'armageddon per domani mattina verso mezzogiorno, l'una. Prima no, che se dormo ancora, mi svegliano pure.

attimiespazi ha detto...

se tu credessi in Dio saresti deluso dall'invenzione difettosa da lui creata: l'uomo. dopo ha cercato di recuperare plasmando la Donna. è quindi perdonabile, e si potrebbe considerare certo che il detto "non tutte le ciambelle riescono con il buco" sia stato varato da Dio stesso ai tempi della nascita di Adamo :-)) ahahah
se, invece, la razza umana non è altro che un enorme esperimento dei nostri cugini extraterrestri, una grassa e galattica risata potrebbe essere un antidoto alle domande esistenziali che ci poniamo noi formichine millesimali che invadiamo questo Pianeta che non ci appartiene e di cui siamo ospiti provvisori.
ma quanto siamo microscopici??????
ci pensi mai?? se ci pensi, ti accorgerai di quante cose sono solo fesserie e di quanto sia però importante che, in quell'attimo che ti è concesso di esistere sia importante per te viverlo..
o no?..


.attimimeditation

attimiespazi ha detto...

sì, lo so, matita rossa per la ripetizione nel finale..
Uff..

Freddy Fosca ha detto...

Non C'è un "mondo dietro al mondo"...tutto è assolutamente come è! Precario miserabile e a volte perfino squallido. Ma magari se sei Ricky Farina mamma ti ospita nella casetta di famiglia al mare, ti paga il viaggio da amiche sedicenti poetesse...Ma https://youtu.be/OzXBbTzlEHQ c'è pure questo. LA VERA POESIA!

Freddy Fosca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
attimiespazi ha detto...

quando tutto appare come è
stiamo morendo dentro.
accade quando non siamo innamorati
di qualcosa o di qualcuno.
è la peggior morte..

.attimi

p.s. FolliPoeti così non ne nascono più..non è più tempo..

Freddy Fosca ha detto...

Attimi a VOI donne l'amore vi risolve tutto. Ma noi uomini che l'abbiamo inventato, conosciamo bene la cucina. Non è una ricetta difficile. E persino più difficile una carbonara come si deve... Mica facile

attimiespazi ha detto...


“è che l’amore è una parola strana.
Vola troppo.
Andrebbe sostituita. Non sarebbe meglio chiamarlo “La cosa”? Potrebbe diventare più concreto, più duraturo. All’inizio lei, io l’amavo. Voglio dire avere quegli attimi intensissimi, che sembra lascino dei segni profondi, importanti. Ma La cosa non è questo. O meglio, non è solo questo.
La cosa è trasformazione, percorso, crescita insieme. E’ un patto di sangue stipulato tra due persone e forse, prima ancora, dal destino. La cosa è l’amore. No, è un’altra qualità dell’amore. Una qualità che non rimpiange gli attimi perché diventa la vita. Non so se avrò mai la fortuna di farlo, questo patto. Forse ci vorrebbe un uomo.
Cento volte ho provato a cambiare, a ricominciare da capo, a reincarnarmi.
Ma mi sono sempre reincarnato, senza di me.
Ecco, senza avere avuto una realtà, io passo evanescente tra i sogni di alcune donne che non hanno avuto la possibilità di completarmi.
Ci sarà senz’altro il modo di fare la cosa, altrimenti il nostro destino è quello di essere delle scorze di uomini. Sì, degli involucri, mai delle persone.
Magari dei personaggi, personaggi simpatici anche, affascinanti,
mai persone.
Ma se è così, l’amore non sarà mai materia, terra, cosa.
Sarà sempre una parola che vola,
una farfalla che ti si posa un attimo sulla testa
e ti rende tanto più ridicolo
quanto maggiore è la sua bellezza.”

(Giorgio Gaberscik)

Freddy Fosca ha detto...

Si appunto Gaber...Non capisci mai quando dice qualcosa di suo. Quando non hai letto niente va bene....Poi ti accorgi che è tutto copiaggio. E detto da me, che qualcuno mi dava pure dell'epigono...una puttanella di vent'anni appena! L'amore come lo pensate voi chioccie non esiste. Non vola...

Freddy Fosca ha detto...

C'è una "i" in piú mi pare. Retaggi Romani.

Anonimo ha detto...

Bene...qualcun'altro che si è accorto che siamo copie delle copie. E quando te ne rendi conto ....ooooh quante inutili superbie ed illusioni cadono. A meno che rabbiosamente non si voglia continuare a darsi un tono di unicità. Ma c'è differenza fra "unicità" ed "individualità". Ed adesso si attende .......la versione di "amore e poesia maschia Foschiana, quella che vola". Chicca

attimiespazi ha detto...

Alcune donne non pensano l'amore.
alcune donne, non tutte, cercano di costruirlo briciolina dopo briciolina, lo vivono, lo penetrano e lo trasformano in quella parola dimenticata da molti: INSIEME.
Alcune Donne, non tutte, applicano la formula
1+1 = 1
la conosci?
e, a volte, capita loro di trovare il compagno che non teme di essere quell'uno.
Gli uomini, non tutti, cantano l'amore, lo fanno "volare troppo" e non riescono a trasformarlo in "terra" perché non hanno potuto o voluto vivere ATTRAVERSO l'amore.
In definitiva, penso che la capacità di una donna o di un uomo di rendere materia un sentimento tanto profondo sia nel tacerlo di meno e farlo fluire attraverso la consapevolezza di questo eterno bisogno che ci rende immensamente fragili ma più "pieni".
per questo motivo ho sempre affermato che ci vuole coraggio per amare davvero, un coraggio che non tutti hanno.
amare è semplicemente complicato.
per alcuni è un vero casotto..
:-)

.attimi

attimiespazi ha detto...

@FF
puoi non rispondere poiché mi imbarazza abbastanza toccare le tue corde scoperte in veste di perfetta sconosciuta quale io sono ma, ho deciso di chiederti perché tu chieda a te stesso:
cosa ti piaceva di Lei, cosa ti ha regalato, cosa non si è trasformato nel vostro "Noi", ti eri creato delle aspettative?

sì, affonda nei tuoi abissi ma, poi, prenditi per mano e riemergi.
ciao Effe..

.a

Freddy Fosca ha detto...

Non lo so...vedo solo tutte poesie sull'ammore. Roba di seconda scelta tutt'al più. Sono molto esigente. Non mi va bene niente. Sto sempre lì a interrogarmi dove altri vedrebbero chissà che!

Freddy Fosca ha detto...

Il vero cruccio è che mi pare, tutti si accontentano sempre. Non mi piace.

Freddy Fosca ha detto...

https://youtu.be/PpR7kxgOy3U
Rino non era Majakowskji ...ma aho se la cavava!

attimiespazi ha detto...

beh, confidenza per confidenza, chiamare Poesie certi sberleffi mi fa saltare sulla sedia anche a me. se la cerchi su internet, è molto rara. il gusto personale e il palato fine inducono all'insoddisfazione e, in più, se ami immensamente le parole e la capacità di orchestrarle in maniera tale che siano una stoccata mortale all'anima di chi legge, diventa inevitabile difendere a spada tratta chi "offende" la Vera Poesia (perché di offesa si tratta, secondo me).
Se vogliamo discutere di RF, apprezzo molto i suoi video, che esprimono una sensibilità particolare, piuttosto che i suoi versi che solo ogni tanto mi hanno colpita profondamente. i suoi racconti "allegorici" di vita filtrata attraverso il suo dandysmo terzo millennio, conditi dalla sua scanzonata e intelligente ironia, sono piuttosto spassosi.
ma, tornando alla Poesia, quando la si saggia in tutta la sua Bellezza.. beh, sì, si diventa esigenti e capita di averne così tanto alto rispetto che si ha quasi timore a nominarla.
sai? io scrivo pensieri e spesso mi dicono che scrivo poesie. la cosa mi fa parecchio incaxxare perché è come offendere i Veri Poeti. mi rispondono che oggi il significato di Poesia si è allargato. accetto mal volentieri la spiegazione per i motivi e le convinzioni che puoi immaginare. quindi, comprendono benissimo ciò che hai esposto. e poi, e poi, vabbe'..mi fermo qui altrimenti scrivo un trattato, tipo: "Della poesia e della sua morte"..
:-/

.attimi

attimiespazi ha detto...

E.C.
*comprendo*

attimiespazi ha detto...

E.C.2
*difendere a spada tratta la Poesia da chi la offende*
..uff..

Anonimo ha detto...

A me sembra proprio il contrario Freddy .....c'è più gente che non si accontenta ed anche quando raggiunge una meta, che prima ha desiderato più della sua vita, poi la schifa e fa di tutto per buttare via il buon risultato. Io definisco semplicemente tale situazione .....mal di vivere/visione negative delle cose .... che rende pertanto perennemente insoddisfatti, incontentabili, tediati. Purtroppo tale impostazione mentale rende la persona ostica e difficoltosa a qualsiasi relazione duratura con il prossimo, fosse anche per sola amicizia. Ed in quanto alla poesia ho già espresso il mio punto di vista, è una questione di sentire personale ....quello che può essere eccelso per qualcuno fa letteralmente cacare altri. Un poeta in vita può non essere più di tanto considerato per poi alla sua morte venire portato in trionfo, esaltato da critici a cui viene dato credito, per diventare infine.... il consueto business per produrre soldi. Chi è il "Vero Poeta e la vera poesia" a questo punto? E' forse quello che la scrive bene? E' quello che in vita ha dato scandalo od a fatto parlare di se? E' quello trasgressivo nel testo o è quello che declama l'amore in tutti i modi? E' quello che descrive con parole ricercate ciò che vede o è quello che in modo enigmatico/allegorico mette in scrittura i tormenti interni? E'quello che è stato esaltato da Critici a cui viene dato credito/autorità di decidere chi vale e chi non vale? Alla fine per ognuno di noi ...il vero Artista....è quello che piace, che ci fa viaggiare con la mente, che fa vibrare le nostre corde. La creatività è in ognuno di noi.....chi crea solo a parole e chi crea anche nell'azione, poi può piacere o non piacere ma sicuramente la creatività di ciascuno ha un valore che indipendentemente dal fatto che arrivi ad essere esaltata da un Critico o dalla massa .......rimane un dato di fatto, C'E'. Chicca

attimiespazi ha detto...

@ Chicca
mi pare un'analisi riduttiva quella che si ferma solo al mi piace o non mi piace.
o, al limite, è da dedicare a quelle espressioni pseudo-poetiche partorite da chi ci si cimenta a livello dilettantistico.
oggi pare che tutti siano diventati Poeti e, ancor di più, che tutti siano diventati Scrittori.
hei, andiamoci piano con le "bestemmie"!!.. ahahahahah..
mi viene da pensare, quindi, che il dilettantismo abbia i suoi limiti che rimangono confinati proprio nel
"mi piace quindi per me è bello, non mi piace quindi per me è brutto".
ammetto che alcuni dilettanti siano capaci di cose pregevoli ma,
altri dilettanti, al contrario, offendono la corrente artistica a cui pensano di appartenere e, per gli appassionati e cultori, questo atteggiamento diventa un vero e proprio sacrilegio. è da comprendere.
:-)
proporsi come umili dilettanti per passione e semplice desiderio di esprimere quella vena creativa che spinge per palesarsi e,
dall'altra parte,
assistere alle performances dei dilettanti senza esasperare eccessivamente la critica verso di loro,
penso che sia la strada per rimanere nella giusta ottica del fenomeno che si esaurisce da sé.

se, invece vogliamo parlare di ben altro livello, beh,
opere letterarie di enorme spessore o opere d'arte immaginifiche vengono riconosciute Universalmente Belle perché sono Belle davvero, perché esaltano quella creatività insita nell'essere umano a cui accenni.
in questi casi di apoteosi dell'Arte non è bello ciò che piace,
ma è bello ciò che esprime Bellezza allo stato più Puro.
e, una volta incontrata la Bellezza Pura la si ricerca continuamente per riprovare ancora quell'orgasmo mentale che può regalare una poesia che sconquassa le vene o un'opera d'arte che incanta la vista ed apre un'immaginario interiore sconosciuto.

insomma, io penso che un minimo di cultura artistica (se si è sensibili ad essa o può interessare) possa aiutare a distinguere le "ciofeche" spacciate per Arte dalle opere che meritano attenzione e approfondimento.
quella cultura che si forma attraverso ricerche appassionate, letture e riletture di libri (non internet), storiografie, musei, viaggi, teatro e quant'altro la nostra curiosità di appassionati ci suggerisce naturalmente e che può contribuire a formare una sensibilità più raffinata.

per concludere, mi viene in aiuto Oscar:
"non è l'arte che deve rendersi popolare.
è il pubblico che deve rendersi artistico"


.attimi

Anonimo ha detto...

Un'opera viene riconosciuta universalmente bella ...proprio perché vi è un pubblico che la riconosce bella o crea esaltazione verso l'artista. Senza il pubblico....la creazione in se rimane un'opera e basta senza alcun riconoscimento di bellezza/bruttezza e l'artista rimane semplicemente un essere umano che ha creato un qualcosa. Ciò che può essere bellezza che sconquassa per uno ....è cosa indifferente per altri. Chi può ergersi a dire ...io ho una cultura raffinata ed ho il gusto della vera bellezza? Nessuno a mio avviso.....è tutto soggettivo. Spesso è solo una questione di quanto "credito" la massa ha dato a qualcuno che ha effettuato una valutazione. Sei molto presa dall'ideologia filosofica di Wilde di ricerca della bellezza. Chicca

attimiespazi ha detto...

:-)
ho un rapporto speciale con Oscar, che forse altri non è che il mio alter ego..
ritengo le tue osservazioni degne di riflessione. grazie degli scambi..

.a

altrimenti presente ha detto...


la Bellezza non richiede spiegazioni.

https://www.youtube.com/watch?v=1H2ecUe6PmE

(Oscar)

Anonimo ha detto...

Infatti molto filosofico. Per me la bellezza è soggettiva .....non implica spiegazioni ma solo valutazioni da parte della mente che la vede. Esiste per ogni epoca la sua bellezza ed alcune bellezze sono più rilevanti ed eterne di altre ....come se fossero ormai geneticamente fissate, in genere quelle relative al creato che ci circonda. La bellezza crea gran discussione perché ognuno pensa di vedere qualcosa di unico ed in tale modo di elevarsi sopra la massa. La bellezza esiste ma l'essere umano è più attratto dalla ....bruttezza.....ed è quella che perpreta. Ho visto un altro aforisma di Wilde "la bellezza, la vera bellezza...finisce dove inizia l'espressione intellettuale" ed in tale modo ha cazziato se stesso in quanto intellettuale della sua epoca. Gli intellettuali/studiosi di un tempo erano i filosofi, i poeti, narratori ...che si interrogavano sui grandi misteri della vita e dalla loro espressione intellettuale qualcuno poi traeva spunto per creare una realtà fisica. Ora intellettuali sono considerati gli scienziati, più materiali e meno spiritual filosofici, che cercano direttamente di comprovare le loro teorie/filosofie nella realtà fisica. Il puro pensiero trasformato in dati misurabili. Ma se la vera bellezza finisce dove vi è espressione intellettuale ......a questo punto .....la vera bellezza è colta solo dagli occhi istintivi di un animale o dagli occhi innocenti di un bimbo? Chicca

attimiespazi ha detto...

Chicca, sei molto analitica anche laddove occorrerebbe una visione più approfondita di quelli che vengono definiti "aforismi" di un Wilde che ha coniato frasi all'interno di un contesto molto ma molto più ampio.
purtroppo, leggere spezzoni in internet non aiuta a capire gli scritti wildiani che si facevano promotori di un movimento estetico non ben definito all'epoca e dove il gioco dei paradossi facevano da sponda alla grande intelligenza, arguzia e profonda sensibilità di quest'uomo.
la frase che hai riportato penso che sia tratta dal suo romanzo Il Ritratto di Dorian Gray, in cui la Bellezza e la sua eternità è la protagonista assoluta.
un romanzo davvero splendido (io l'ho letto 3 volte in diverse fasi della mia vita).

leggere la frase che tu hai riportato leggendo l'intero romanzo fa capire l'intento di Oscar di far passare il suo pensiero sulla Bellezza che, per lui,
non è definibile secondo schemi di pensiero del nostro intelletto
perché è a sé stante,
non può essere analizzata e messa in discussione.
ora hai capito il messaggio di Wilde????
NON "ha cazziato se stesso in quanto intellettuale della sua epoca" come tu sostieni!!!!!!!!..
ahahhaahahahahaha..

occorre penetrare uno scrittore per conoscerlo in tutte le sue sfumature e in tutte le sue produzioni.
io l'ho letto in lungo e in largo, nelle sue produzioni come commediografo, nei suoi articoli giornalistici, nei suoi saggi, nei suoi racconti, nelle sue fiabe, nelle sue prose e poesie. e a volte l'ho messo anche in discussione, pur amandolo molto.
pertanto, ritorniamo al mio discorso di cui sopra, in cui invito ad appassionarsi ad un argomento, uno scrittore, un artista, studiarlo in tutte le salse in maniera non superficiale e con sguardo puro per formare e sviluppare una sensibilità e una cultura che riportino a quel culto del bello che abbiamo, purtroppo, perso in questa nostra epoca in cui prevale il cinismo.

e, bla,bla, bla.. insomma, non posso allargarmi oltre.
rischio di venir defenestrata dal titolare del blog, anche se,
si sa,
quando il gatto non c'è i topi ballano..
:-))

.attimi

Anonimo ha detto...

La differenza di apprezzamento su un altro individuo o su un testo ....rimane comunque cosa soggettiva. Il tuo occhio e valutazione su di lui è molto di parte in quanto, piacendoti molto e gli aggettivi usati lo dimostrano, lo hai posto su un livello più alto della media umana. Freddy per esempio ha posto l'altro scrittore su un gradino più alto. Sono consapevole che delle frasi estrapolate possono essere interpretate diversamente che non nel contesto dell'intera opera......tanto più se entra in gioco il diverso modo di interpretare. La questione dell'interpretazione diversificata, leggendo gli aforismi di vari scrittori utilizzati da Riccardo e Roberto nei due blog, è una cosa che mi è saltata subito all'occhio. Questi aforismi vengono utilizzati spesso "ci sono appuntamenti da cui non sono mai tornato"-"datemi una maschera e vi dirò chi sono" - "chi sa fa e chi non sa insegna" . Frasi ad effetto con un senso logico all'interno del testo originale ....estrapolate da più racconti ed affiancate spesso risultano contrastanti ed affermare/negare il tutto ed il nulla. Una cosa concordo ....da quel poco che ho letto relativamente alle interviste americane .....si era fatto promotore di un movimento estetico effettivamente non ben definito. Ma in fondo penso che come molti artisti ....l'importante è che se ne parli e lui è riuscito a far parlare di se alla grande. Per quanto concerne la spiegazione che fornisci sul vero pensiero di Wilde sulla bellezza .....mi fa pensare che veramente quest'uomo stesse facendo grandi voli pindarici parlando di aria fritta solo per dire che .....la bellezza esiste ma non può essere né inquadrata, né discussa, né definita in base a schemi di pensiero umano predefiniti.......ed io aggiungo nuovamente proprio perché soggetta a menti umane diverse. E mi è sembrato che in effetti nel suo tour americano continuasse a ruotare attorno a questo discorso di bellezza .....senza però dire nulla di concreto, insomma una trovata pubblicitaria dei tempi nostri per farsi notare. In quanto alla sua intelligenza ....sono dell'idea che sia stata inficiata, soccombendo, dalle sue pulsioni sessuali. Sapeva in che epoca viveva, sapeva che era giudicata immorale tale condotta, sapeva che era addirittura perseguita dalla legge.......ma comunque ha proseguito apertamente pagandone lo scotto che lo ha poi portato al declino (forse pensava che in quanto artista gli fosse perdonato tutto). Salvo alla fine declamare pentimento e colpevolizzare il Padre. Ritengo intelligente quella persona che fa scelte che non vanno contro il proprio bene e contro la propria sopravvivenza.....e soprattutto che si assumono la responsabilità delle proprie scelte senza colpevolizzare altri. Comunque al di là dell'artista/creativo ....era un uomo con la sua normalità umana. In quanto al culto ed alla ricerca della bellezza interiore.....penso ci sia gran poco interesse...troppo interessati a coltivare ed esaltare la bruttezza sia dentro che fuori e ne siamo tutti testimoni. Chicca

attimiespazi ha detto...

non penso di ricordare male ma, Wilde fu espressamente invitato in America da un impresario per una serie di conferenze, dove presentò al pubblico americano l’incarnazione del sospiroso, smidollato amante del bello dedito a comporre sonetti, promotore della nuova moda cosiddetta estetica, che difendeva l’arte minacciata dalle brutture della Rivoluzione Industriale che era in pieno atto a quei tempi. Wilde piacque a tutti negli States, dagli acculturati ai minatori del Far West. aveva più ammiratori all’estero che in patria, in verità.
molti argomenti trattati da Wilde sono ancora attuali ed altri conservano tuttora un grande interesse storico; qualificarlo come un grande autore non mi pare esagerato visto che è stato l’anticipatore, con la sua intelligente ironia, di quella letteratura moderna che, con l’arma del dubbio espressa con la comicità, ha affrontato tematiche universali demolendo certezze e retoriche del tempo. è stato l’anticipatore di quella letteratura moderna alla Joyce, alla Svevo, alla Kafka, ecc..
Geniale!
gran parte di ciò che ha scritto è ostentamente paradossale e caratterizzato da un dualismo che si ripresenta di continuo, quindi, nel leggerlo si può correre il rischio di essere spiazzati e di perdere il giusto equilibrio e il senso del suo messaggio. ma,è il bello di Wilde.
Per quanto concerne la sua triste storia d’amore, ti passo un link così da curiosare nella vicenda.
http://lacapannadelsilenzio.it/lamore-che-non-osa-pronunciare-il-suo-nome-_-la-condanna-di-oscar-wilde/

Wilde viene ricordato maggiormente per i suoi aforismi e per le cause della sua prigionia ma, c’è tanto di più da scoprire su di lui.

buon week-end, Chicca, grazie della compagnia e di aver condiviso le tue impressioni personali.

.attimi

Anonimo ha detto...

Concordo sul fatto che un artista risalti maggiormente nella sua epoca quanto maggiormente esce dagli schemi prefissati del momento. In modo lampante lui fuoriusciva dagli schemi consueti sia che fosse realmente se stesso e sia nelle eventuali recite/rappresentazioni pubbliche fatte puramente a titolo pubblicitario per farsi notare come autore. Inoltre spesso capita che uno risalti maggiormente all'estero che in patria. Allo stato attuale un nuovo artista/autore si ritrova ad avere difficoltà ad emergere in quanto ha alle spalle precorritori di modernità .....quella modernità che non fa più novità ora, proprio perché legata ormai alla consuetudine. Ora ...più che mai "il fatto di riuscire semplicemente a piacere" riveste ancora più importanza di un tempo.....proprio per la difficoltà di portare qualcosa di nuovo, di non visto/sentito/letto, qualcosa di originale e che stupisca. Ormai neanche il fatto di venire da un altra terra, cosa che donava un alone esotico, ti dona una marcia in più. Avevo già letto della sua vicenda e per quello ho detto che la sua intelligenza in tale frangente è stata uccisa ......è stata uccisa dall'ingenuità delle sue pulsioni, del suo orientamento d'amore, forse dalla sua convinzione di poter effettivamente rivoluzionare una questione legata alla morale/religione in tempi immaturi. È stato vittima ma anche complice del suo destino è della sua rovina ......qui è stato molto ingenuo e poco lungimirante. Buon fine settimana. Chicca

Anonimo ha detto...

"La bellezza, per la verità, richiede solo un po' di sparsa racchitudine, perché, senza donne brutte, pure quelle molto belle si troverebbero in un sol colpo più che bruttissime - e come aggravante, tra l'altro, non vale il discorso contrario: ossia una brutta rimane sempre brutta a prescindere dalla presenza o meno delle gnocche, ne segue, quindi, la natura privativa del bello, il quale può essere solo diminuito dall'abitudine dello sguardo quotidiano e non certo migliorato.

Quando si ama, si ama sempre qualcosa di bello, ma questo bello non deve farsi troppo toccare dal quotidiano o si sciupa e muore - l'unico spazio vitale per l'amore ed il bello è infatti solo quello della parola e del racconto.

Bisogna sempre ritagliarsi uno spazio mitico dove le cose possano durare per più di cinque minuti - nella quotidinità non si può trovare spazio per quella continuità di fondo che permette al bello di sedimentarsi e di fiorire come un piccolo pisellino fuori dal mondo.

Certo si può anche pensare di trovare la bellezza in ogni cosa: in un tricheco, in un uovo o in uno stendino... ma per far questo il tricheco, l'uovo e lo stendino devono essere presi fuori dalle loro relazioni quotidiane... e visti in orizzonte privo di relazioni pragmatiche e di interesse - anche un frullatore può essere bello, se inteso come tritatore assoluto... ossia come fedele e puro accolito di un Moulinex disinteressato e ormai quasi trasceso nel divino... sul ciglio del cimitero di tutti i Pastamatik - e non so se mi sono spiegato..."

Ciao a tutti, non passo di qui da quasi un mese (ostacoli tecnici) - devo recuperare.

Luca




attimiespazi ha detto...

ciao Luk@
riuscirai a scorgere una bellezza nascosta anke negli ostacoli tecnici ke ti son capitati se la tua poesità interiore, condita da una spruzzatina di leggerezza q. b., ke mi è parso di scorgere in te, non ti hanno abbandonato.
uno sguardo sempre nuovo e incantevole in ogni dettaglio della nostra vita, forse è una reazione contro certe bruttezze della vita..
ti saluto con simpatia e con un
Ewwiva l' evoluzione del Bello!

.attimiestetamanontroppomaqueltantokebasta