domenica 28 febbraio 2016

IL SALUTO IGNOTO

Fumare una sigaretta in strada, sotto la pioggia,
riparato da un balcone, con il bavero del cappotto
alzato, e vedere passare una signora anziana
con la propria storia in penombra, racchiusa fra
le costole, e uno sbuffo di presente sulla sciarpa,
seguire il suo passo incerto ma colmo di senso,
salutarla solo perché è bello salutare chi non si
conosce, e ricevere in dono un altro saluto prima
che svolti l'angolo e si perda forse per sempre.
Queste cose mi piacciono della vita, da morire.

14 commenti:

vitanuova ha detto...

Quel saluto è un dono prezioso per l'anima!

Gaetano Gigliotti ha detto...

Se al saluto segue un:"come va?"...si aprono altri palcoscenici, non sempre gradevoli. Senza togliere nulla al bel pensiero del Riccarduccio...che non sa giocare al biliardo(penso).

attimiespazi ha detto...

Biliardo a stecca ci gioco con scarsi risultati mai diverto un mondo. Ho partecipato anche ad un campionato di boccette (biliardo senza stecche) arrivando al secondo posto. A bigliardino ero quasi imbattibile ma ora sono giù di frequentazione.
A ping pong sono dura da battere.
Sai che ti dico MisterG? Tra poco esco e vado a giocare a bowling.
Un saluto misconosciuto a te..

.attimi

attimiespazi ha detto...

E.C.
*mai
* ma mi

vitanuova ha detto...

Ciao Attimi, a biliardo sono bravina.A ping pong, bocce e bowling sono una tosta: giochiamo?

Gaetano Gigliotti ha detto...

Att.: non ti facevo così"mascolina"... mi riferivo a Riccardo che da solo gioca al biliardo, uomo di grande compagnia...stecca: alla Goriziana o 5 birilli? a boccette sono un asino però mi affascinano quelli che sanno giocare, dalle mie parti sono tutti"uomini". A biliardino ho giocato tutta l'adolescenza ma, come dici tu i riflessi scemano con il tempo. Per il bowling so solo che la palla deve prendere un'effetto a sx e colpire il primo e il secondo birillo a dx della piramide. È bello giocare. A volte un"buongiorno come va?" mi costa un po' di tempo... ora che mi scollo!! ciao Att.

attimiespazi ha detto...

@VN
quando vuoi. è un piacere trovare ragazze sportive.

@MisterG
mi sono sempre piaciuti di più i giochi "da maschi", sono cresciuta giocando a pallone (estremo difensore),a biglie,a soldatini, sempre per strada o nel campetto di fronte casa. con le bambole ho giocato poco, qualche bambolotto, e odiavo la Barbie..ahahahahah.. mia madre diceva che ero un maschiaccio e che non andava bene, ma io ero testona (penso di esserlo ancora)e non l'ascoltavo di certo.
d'inverno amavo i giochi in scatola.
io gioco a stecca con i 5 birilli, palle da mandare in buca.
non ho mai giocato alla Goriziana.

ti costa tempo?
cos'è il tempo??

.attimi

Pi Essissimo:
Ricky, permettimi di dedicare questo video a
(in ordine alfabetico)
.chicca
.farinomane
.freddy
.laura
.luca
.Gaetano
.medea
.nicola g
.robysan
.silvia
.vinanuova
e
.anonimi,nomignoli multiaccount,vari ed eventuali e a chi ho dimenticato

dedicato da Attimi che vede strane cose ed altre ancor..
:-))

https://www.youtube.com/watch?v=Dr3va85_p7A



.a

attimiespazi ha detto...

vabbè, l'ordine alfabetico non è proprio in ordine
*.gaetano con l'iniziale minuscola come tutti

vado a letto a far riposare la materia grigia, che è meglio..

.a

Gaetano Gigliotti ha detto...

Così, di botto,(Stanlio e Ollio) è ancora meglio!! Il tempo non mi costa niente, ma quando uno/a dopo il saluto ti spacca gli zebedei, e per lasciarlo/a ti devi inventare una scusa plausibile noooo! Non tutti/e le persone sono interessanti per me, magari per gli altri neanche io. Ciao Att.

attimiespazi ha detto...

Mi sono confusa: gioco a stecca con palle da mandare in buca e a boccette con i birilli.. Ciao.

.aver

attimiespazi ha detto...

.aver???
... tastiera smartphone...

Anonimo ha detto...

Grazie Attimi!
A quanto pare stai sviluppando il dono della chiaroveggenza, mai scelta fu più adatta di questa, proprio ieri mi hanno paragonata ad un asino ;-))

Ebbene, lo confesso, ho rispolverato un vecchio nick su FQ, quando attaccano le cure alternative e la discipline olistiche io non resisto e devo difenderle in qualche modo; siccome si fa presto ad arrivare ai ferri corti l'unico sistema per non finire ad "insulti e botte" è buttarla in ridere ;-))
Frammenti di conversazione fra una sciantosa e un feroce polipetto di acqua dolce:

- Possibile che fra le tante commentatrici ti senti attratto proprio da una vegana con il cervello da 'gallina'...ops! mi correggo: da 'asina'?!?

- Perchè tra le tante le sue asinate sono le piu' irresistibili. :-)

- Modestamente sono "una Signora fascinosa", gli uomini li stordisco grazie al mio profumo *Acqua di Rose CH5* Funziona! ):-*

Devo ringraziare i miei genitori (soprattutto mio padre) perchè hanno cresciuto me e i miei fratelli, a "pane, Amore, cioccolato e i film comici".
Certo non sono mancati i films western e drammatici ma i nostri preferiti erano quelli con Chaplin, Totò, Stanlio e Ollio, Bud e Terence, Franco e Ciccio, Sandra e Raimondo e molti altri.
Dentro di me c'è un Ollio che si diverte a cantare "guardo gli asini che volano..." e non si rende conto che gli altri pensano che sia lui l'asino che sta precipitando.
Precipito, precipito e se non si fanno da parte li schiaccio come dei moscerini ;)

Avevo davvero bisogno di sorridere un pò, dopo il rifiuto di Freddy, i non complimenti del playboy e un'accesa discussione con un amico... questo video ci voleva TUTTO.
Smack!
Buonanotte a tutti/e

Laura *che guarda gli Angeli che volano*

attimiespazi ha detto...

« Il mondo è pieno di persone come Stanlio e Ollio. Basta guardarsi attorno: c'è sempre uno stupido al quale non accade mai niente, e un furbo che in realtà è il più stupido di tutti. Solo che non lo sa. »
(Oliver Hardy)

Anonimo ha detto...

Quando si vede passare una persona anziana in media ormai si pensa che non abbia nulla più da raccontare, che stia solo vegetando in attesa dell'ultimo treno, ma se si riuscisse ad andare oltre il saluto .....si aprirebbe il vaso di Pandora. Salterebbero fuori vicissitudini, imprese, intrighi, amori passionali .....così vivi che la vita dei romanzi risulta bazzecola a confronto. Qualcuno si è preso la briga di raccogliere, dai loro ricordi di vecchiette, le storie di donne contadine e mondine piemontesi del 1900....e ne sono uscite delle belle. Per quanto concerne le cure alternative.....solo chi ha la voglia ed il coraggio di prenderle in considerazione, nonché di sperimentarle sulla propria persona ....ottenendo dei risultati ....può credere che effettivamente funzionino. Provare per credere.....e soprattutto credere o il risultato sarà viziato dalla negatività. Chicca