martedì 14 febbraio 2017

CETTA

In compagnia della scrittrice e poetessa Cetta Brancato.

25 commenti:

Medea ha detto...

Attimi, perdonami, ma voglio dirti una cosa: questa non è una trincea, la trincea è ben altro che le volgarità di un tizio al quale date troppa importanza. Vomita merda e se l'offesa viene dalla merda, merda resta. Tu continua a darCi i tuoi pensieri. I suoi, se li si legge, lo si fa per ricordarsi della tristezza. Un miserabile che dice certe cose offende se stesso, non gli altri. Ora mi si attacchi pure. La miseria è nobile: chi ha un animo miserabile e una bocca piena di merda, invece, di nobile non ha niente. Sempre le solite disamine sulle dita nel culo: abbiamo capito che non di solo pane vive l'uomo, ma preferisco leggere le parole e vedere i film di Dio, piuttosto che soffermarmi su ciò che vuole deturpare la bellezza senza riuscirci, naturalmente.
E tu, Riccardo, smetti di appellarti all'eleganza: la si può chiedere a chi ne ha. Qui non parliamo di eleganza, ma delle basi minime dell'educazione e del rispetto per gli altri. Non siamo in uno stazzo. Vado a scuola.

attimiespazi ha detto...

ciao Medea, ti ringrazio del pensiero.
hai ragione, non siamo in trincea anche se ritengo che le parole - soprattutto nel contesto in cui ci si incontra - siano, a loro modo, delle armi e veicoli di sentimenti interiori.
ragion per cui, alcuni atteggiamenti volutamente dispregiativi e continuati nel tempo sono come goccia che scava la roccia ed annienta qualsivoglia condizione di predisposizione positiva verso l'altro.
forse Freddy segue la corrente dei nostri tempi: un post nichilismo dove tutti i valori sono crollati, attraverso il quale cerca di fuggire dalla misera realtà di un terribile deserto che si è formato con la perdita del sé.
è schiavo passivo di ciò.
ma, tornando a me, beh,
personalmente io ho finito i pannolini per Freddy Pampers
e sono cosciente che il mio grande difetto sia quello della non indifferenza.
proverò a mettere in modalità ibernazione questo mio cuore buffo che vuol rimanere sempre acceso..


.attimi




attimiespazi ha detto...

sai, Anonimo, non mi sono mai sentita esentata perché sono sempre scesa in campo per richiamare alla civiltà Freddy Pampers ogni volta che aveva toni dispregiativi verso i miei "colleghi comnentatori" o Persone riprese in video da RF. toni che, secondo il mio punto di vista, non andavano presi sotto gamba. direi di aver fatto quasi sempre così, no? litigando anche con le prese di posizione del proprietario di questo blog e indisponendolo.
forse, ricorderai le mie scorribande in tal senso che non volevano limitare la libertà di espressione colorita di un commentatore, ma che voleva far riflettere su quale rotta andava questa nave. sentendomi orgogliosamente parte dell'equipaggio
non mi sono mai sentita esentata e mi sono sentita a disagio per voi e per le Persone riprese in video e dileggiate verbalmente da FF, ero a disagio anche se MAI il Pampers Freddy mi avesse lanciato epiteti diretti. volevo far intendere questo con quel MAI.
in questo specifico caso odierno, gli chiedo di cancellare quel suo intervento perché offende quel sentimento di amicizia e ammirazione che custodisco nel mio interiore e che difendero', d'ora in poi, con il silenzio.
non ha offeso la mia Persona ma il sentimento raro che vive in me.
un sentimento che vive anche in altri/e che seguono Ricky.
quegli altri o altre che hanno sempre cercato di seguire le direttive del blogger e che hanno sempre avuto un sano rispetto verso il suo spazio e i suoi desideri di un blog totalmente libero, altri ed altre che si sono barcamenati/e seguendo nel loro possibile il vento farinoso che tirava in una determinata circostanza. o almeno ho avuto questo sentore..

.a
(scusa eventuali errori ma scrivo con tel e non rileggo, ciao!)

Anonimo ha detto...


@attimi
Ma che post nichilismo. Quella di FF è vera e propria coglionaggine, senza giustificazione. Eh si, il nostro, prima di esprimersi, dovrebbe tenere ben presente, sempre, questo vecchio proverbio (abruzzese, mi pare):
"A fa le pazzie dei cani finisce a cazzi n’culo."
Traduzione : a fare i giochi dei cani si finisce a cazzi in culo.
Ma forse la mia è una pretesa assurda e difficile da praticare per chi al mattino si lava la faccia nel bidè.

******

@Medea
Inutile dirLe, per quel che può contare, che sono totalmente d'accordo con Lei.

******

@FF
Il "Fegatino", crescendo (?), continua a non saper niente e si è trasformato in fegato in poltiglia.
Il fegato di chi offende protetto dal cappuccio di un Avatar. 'Azz!

Giulio

Anonimo ha detto...

Scusate ragazzi, volevo comunicarvi che a me la battuta "vecchia latrina in disuso" mi ha fatto ridere..mi vergogno un po' però mi ha fatto ridere. Arrivederci.
Anonimo Frocetto

Anonimo ha detto...

Pure se la battuta a dedica a tu madre .....te fa ride??? E pure se se mette a piagne pe a mortificazione ...te fa ride? C'è satira...e satira, c'è sarcasmo .....e volgarità. E ci sono dei limiti da imparare a rispetta'. Ma ormai la battaglia conse stesso....Freddy l'ha persa.

Medea ha detto...

Giulio, La ringrazio. La Merini dalle sue "latrine in disuso" ha insegnato a tutti di ringraziare sempre chi ci dà ragione. La ringrazio anche per la Sua eleganza, per il Suo essere sempre un gentiluomo. LeggerLa mi piace molto.
Attimi, non credo, per la verità che questa sia un'epoca di postnichilismo. Vedi, non è per fare la solita laudatio Domini, che può risultare stucchevole, ma alcune volte, di notte, quando l'insonnia non mi dà tregua e inizio a contorcermi come Erittonio nella sua cesta, io penso a quattro forme di Bellezza: mio padre, Riccardo, il mare e i miei alunni. Ognuna di queste forme mi fa essere fiera di essere al mondo. E se esistono queste forme di Bellezza non c'è il Nulla. Anche l'ordine nel quale queste forme di Bellezza, tanto personali quanto universali, credimi, ha la sua ragione d'essere: la nostra Radice è identità, poi c'è l'Espansione necessaria di noi, specchio, alter ego, diversità, divisione (Riccardo per me è anche questo, come amico necessario e necessario poeta: nessun uomo della mia vita è mai stato e mai sarà ciò che per me è Riccardo); il mare è l'altro da me, lo sconosciuto e l'inconoscibile, la paura e l'attrazione; i miei alunni? Il sistema solare, questo sono. La genuinità, l'innocenza, la purezza, la verità, anche la sincerità. La leggerezza, la pigrizia, l'umanità dentro e fuori di me. E allora, mia cara, non c'è nichilismo che tenga. Dentro ogni uomo, dotato di buon senso e di rispetto, c'è la pienezza. Il resto è superfluo. Ti abbraccio.

attimiespazi ha detto...

@Medea
permettimi di ringraziarti per il tuo raccontarti e le tue parole di conforto
a modo mio

https://www.youtube.com/watch?v=ZCrB6FM6H1g

.attimi

Medea ha detto...

Suggestioni alte ed abissali insieme. Grazie. Gli dei non moriranno mai. Hai un animo disposto alla grecità: leggi, se ti va, le poesie di Ritsos: Quarta dimensione. Ne riparleremo.

attimiespazi ha detto...

grazie del suggerimento.
ho letto solo qualcosa di Ghiannis Ritsos e mi è piaciuto.
approfondirò..

--

DEBITO AUTUNNALE

La casa profuma già di autunno. E una volta ancora siamo impreparati,
senza pullover né sciarpe. Nuvole inattese
dal mattino oscurano le colline. Dobbiamo sbrigarci
a fare un po' di provviste, perché tra poco arrivano
i venti sbraitanti. I vapori della cucina
occupano il primo posto nel silenzio del corridoio. A uno a uno
chiudono i locali sul mare. Sul molo bagnato
pacchetti di sigarette vuoti, recipienti di plastica, giornali
e i gatti randagi affamati che guardano
l'orologio della dogana privo di lancette. Domande dimenticate
cigolano di nuovo come banderuole arrugginite
sui tetti di case abbandonate, i cui proprietari
sono morti di tisi anni fa senza lasciare eredi.
Ma tu, a dispetto della pioggia e dei venti, insisti
sotto la tua lampada, su questa sedia dura,
per lasciare qualcosa a chi verrà dopo – almeno due versi,
scritti con la mano della pioggia, che indichino tremanti
sempre, sempre, in direzione del sole.

Karlòvasi, 14.VIII.87

(Ghiannis Ritsos - da Molto tardi nella notte, 1991 – Traduzione di Nicola Crocetti)

-----

La bellezza smentisce la tristezza;
il coraggio, la follia di sperare, il rischio radicale
è in fondo la lotteria dei poeti,
questi eterni inconsolabili consolatori del mondo.

(Ghiannis Ritsos)

-----

Anonimo ha detto...

Io infatti ho scritto che me ne vergogno..l'importante è quello..vergognarsene
Anonimo Frocetto

Anonimo ha detto...

no Freddy niente da fare..devi resistere almeno a cinquant'anni..poi ci puoi pensare..
Frocetto

attimiespazi ha detto...

meh, allora c'ho proprio raggione con due gi, è proprio vero e anche senza forse che:
"forse Freddy segue la corrente dei nostri tempi: un post nichilismo dove tutti i valori sono crollati, attraverso il quale cerca di fuggire dalla misera realtà di un terribile deserto che si è formato con la perdita del sé.
è schiavo passivo di ciò."
sei dentro l'ingranaggio, caro mio,
e cone ha scritto anche Anonimo 5:09 "Ma ormai la battaglia conse stesso....Freddy l'ha persa".

grazie per la risposta che non ha deluso le mie aspettative ma, che vuoi, la speranza è sempre l'ultima a morire ed io, che di speranze vivo, disperata morirò, né più ne meno di tutti i poveri cristi di questo mondo.

auguri..


rickyfarina ha detto...


Non mi sbagliavo, Freddy è disperato.
Ma certi insulti che prendono di mira
l'aspetto fisico di una persona o l'età sono
sempre stati per me insopportabili.
Insulti schifosi, ignobili e dementi.

rickyfarina ha detto...


Anche Seneca si è tolto la vita ma con infinita eleganza
e non vomitava merda.

rickyfarina ha detto...


Fegatino, vieni qua da me alla Chisciotte, con quattro calci in culo
ti faccio passare la voglia di suicidarti, e magari ti piace anche.

Freddy Fosca ha detto...

O l'idraulico integgerrimo anche! Ahahaha

attimiespazi ha detto...

nesssssagggerare a "farti fuori", che tanto non sei tu quello che ci guadagna, Freddy Coglyons.
e mo', anche se non mi sopporti,
ti passo questa, tra le mie preferite preferite..

https://youtu.be/bmVp6rUeBc0

.attimi

Anonimo ha detto...


Eppure, dopo il passaggio dall'autoesaltazione all'autocommiserazione, per un momento ho creduto, anzi sperato, nel suicidio di un avatar spiaggiato dalla forza di una corrente di coglionaggine autoprodotta.
No, non sono d'accordo con Ricky: FF non è disperato, è solo spaccato, incrinato, in poche parole fesso.

Giulio

Anonimo ha detto...


Certo, con tutto quel fegato, in un videogame il soldatino avrebbe potuto farlo.
Una prima vita, una seconda, una terza ... ad libitum.

Giulio

Anonimo ha detto...

Farmi fuori per Freddy = assumere alcol o altre sostanze alteranti fuori dalla casa.
Frocillo

Anonimo ha detto...

L'abuso d'alcol produce invecchiamento precoce in generale ed atrofia cerebrale. Se poi si aggiunge utilizzo di droga peggio ancora. Insomma il tipo sta in andropausa anticipata, conclamata ed irreversibile. Fa finta di non capire che certi comportamenti diseducativamente esaltati ed enfatizzati in un bambino ....sono maltollerati in età adulta, oltre che risultare triti, ritriti e molesti. L'orologio non si può tirare indietro ed in età adulta se si vuole essere veramente al centro dell'attenzione ed essere considerati "bisogna dimostrare e mostrare ....per meritare ed attrarre interesse". In caso contrario inutile piagnucolare di rabbia e vomitare idiozie da cervello in pappa....perché "altri" ricevono l'attenzione che si vorrebbe per se. Er fegatino ...s'è consumato da piccolo.....er fegato se sta consuma' adesso ......praticamente non riesce a metabolizzare più nulla emotivamente e ie fuoriesce tutto diretto sia sopra che sotto.

attimiespazi ha detto...

eebbbravo!!!
eebbbassta con questo decadentismopessimismoleopardianomasochistico
non è più tempo! la primavera sta già scoppiando.
bisogna assolutamente essere
sempre innamorati di qualcosa o qualcuno (anche se non hai una
donna che ti ama, situazione che brami più di tutte).
di che cosa siete innamorati attualmente? di chi o di cosa?
io, per esempio, sono innamorata di questo ragazzo tedesco.

balla che ti passa!

https://www.youtube.com/watch?v=yvhpJSNjEtY

P.S. se siete innamorati di qualcosa o di qualcuno, di rimando qualcuno o qualcosa si innamorerà di voi.
fidatevi di

.attimichesistaadimparare la shuffle dance (così si chiama, per chi non lo sapesse)

P.S.2
non è vero che si vive una volta sola.
si vive tutti i giorni e si muore una volta sola.
(cit)


Freddy Fosca ha detto...

Chicca niente alcol, niente droga, niente bevute de sbora coi gargarismi, niente inculate selvatiche....mi immagino gli altri niente qui niente lí, niente su e niente giù!!! Ma di che cazzo campi di frappe?

Anonimo ha detto...

La persona pratica, non piagnucolosa, senza sindromi da ciucciotto e copertina di Linus ......non campa di idiozie e di paranoie inutili.