venerdì 2 dicembre 2016

OGGI

Oggi è uno di quei giorni in cui vivo il tempo
come una voragine carnivora, sembro una bestia
ferita dal nulla. Sanguino vuoto. Ho due libri
aperti, e li lascio aperti a prendere freddo.
Non ho nemmeno voglia di mettermi una mano
sul cazzo. Questo è grave. Una buona sega
aiuta sempre a fare passare il tempo. Oggi è
uno di quei giorni rivestiti da una pellicola
assassina che mi soffoca, eppure respiro in
questo universo fatto da quattro pareti o da
miliardi di stelle, tanto è sempre la stessa
prigione. Respiro come un automa senza
emozioni. L'organismo vive di vita propria.
Esiste perché deve esistere, ma io sono in
un limbo, in una sfera di insignificanza, in una
bolla di sapone nero. Non mi viene nemmeno
da urlare, un grido anche stanco, niente.

2 commenti:

attimiespazi ha detto...

ti viene di ascoltar musica?

https://www.youtube.com/watch?v=Tpboe-XwbZ8

.attimi

Gaetano Gigliotti ha detto...

Oh, Fary, tanqui anche a me capita di essere moscio.