martedì 6 dicembre 2016

I BAMBINI GENIALI

I bambini sono geniali. Ieri mi hanno
raccontato di una bambina di 5 anni
che ha chiesto alla mamma : " Mamma,
ma noi come ci siamo conosciuti? ".
Non c'è stata risposta, come poteva
esserci? Davanti alla genialità si sorride
e basta. La risposta è stata un sorriso.

16 commenti:

attimiespazi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
attimiespazi ha detto...

Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini.
(cit.)

Anonimo ha detto...

A proposito di genialità dei bambini.
In un giardino pubblico tre bambini di circa quattro anni, due femmine ed un maschio. Una bambina ha in mano un bambola di pezza e dice ai due compagni: "questa me l'ha fatta la mia nonna che adesso è morta perché aveva mal di cuore". L'altra bambina: "anche la mia nonna è morta perché aveva mal di cuore". Il Bambino, evidentemente per non sentirsi escluso, si intromette e con logica cartesiana: " la mia nonna invece è 'già' viva... forse perché non aveva mal di cuore!".
Io ero seduto su di una panchina lì vicino e il bambino è mio figlio, oggi trentenne. Ciao Bocia.

Giulio

Freddy Fosca ha detto...

Si Molto bello...Ma come direbbe il Porcospino "Eppur Questo Non Basta!" :-/

Freddy Fosca ha detto...

@Attimi "Le monde sera sauvé par les enfants, les soldats et les fous." Peccato Eustache poi se suicidè. Siamo sicuri che i bambini sono questo miracolo? "I piccoli cretini" li chiamava Céline. Attenti state a prendere una strada stronza. Perché vi dovete ricordare che "Con i bambini è più difficile...È come bocciare il pallino. Ma cresceranno. E allora...."

Freddy Fosca ha detto...

Bah....ma che cazzo mi frega. "E bravi i piccoli cretini!"

attimiespazi ha detto...

Freddy, non so che esperienza tu abbia dei bambini ma, ti posso assicurare che a volte ti sbattono in faccia la verità del mondo con quella ingenua crudeltà che disarma. l'età prescolare la considero la più bella: hanno la mente libera ed esprimono il loro essere pienamente. poi, inizia la scuola, ambiente in cui cominciano ad essere dei numeri in un sistema didattico in cui raramente vengono considerati, uno per uno, individui da seguire distintamente e da accompagnare nella realizzazione della loro unicità, e dove viene rubato loro del tempo che gli consenta di essere semplicemente dei Bambini.
ti lascio immaginare il seguito.
il compito dei genitori è quello importantissimo di sostenerli nella loro crescita piena di ostacoli, in una società che non ammette fragilità di alcun tipo. e blablablabla..
non farmi appassionare ad un argomento per me appassionante, visto che penso di avere un innato rapporto speciale con i bambini e gli adolescenti..

(sei andato a votare?)

.a

Freddy Fosca ha detto...

Non è così. I bambini ti sbattono in faccia la verità dei bambini. La LORO VERITÀ. È una verità incompleta ed elementare. Non aiuta molto.

attimiespazi ha detto...

io penso che il loro sguardo sia complementare e che, quindi, aiuti ad integrare la prospettiva che abbiamo del nostro vivere e del nostro proporci nel quotidiano.
i bambini e il loro micromondo sono una ricchezza..

(la tua nonrisposta alla mia domanda la considerero' alla stregua di un silenzio assenso)

ciao, devo staccare.
a presto
;-)

.attimi

Freddy Fosca ha detto...

No, non ho votato! Però sono uscito la mattina di domenica. Era pieno di gente in giro. Dico ma com'è? Erano tutti anziani che andavano e tornavano da votare. Fregne muffe, cazzi putrefatti ma votavano!! Evviva la vita democratica....Tutti a votare! Una festa! Cribbio erano felici di servire a qualcosa, di scegliere qualcosa ancora fuori dalla bara. Vecchi putrefatti eppure erano CHIAMATI alle urne... Che roba! Erano ENTUSIASTI quella mattina!

attimiespazi ha detto...

il tuo amato Louis-Ferdinand (fonte di tua ispirazione) li descriverebbe come "mozziconi d'incubo"..

.a

attimiespazi ha detto...

sto ancora leggendo Morte a credito, lo sto centellinando perché vorrei rimanere il più a lungo possibile tra le atmosfere di una desolata e disperante realtà descritta in maniera libera, spregiudicata e assolutamente originale con il suo stile. ma, dovrò leggere anke il suo voyage e, forse è meglio che mi sbrighi..

.a

Freddy Fosca ha detto...

Preparati.... perché dopo Céline è dura trovare qualcos'altro che vale la pena di leggere.

attimiespazi ha detto...

me ne sto rendendo conto..
Freddy, che tu sappia, è mai stato realizzato un film ispirato a Morte a Credito?
mentre lo leggo, la potenza delle parole fa scorrere nella mia mente le scene di un film che immagino in bianco, nero e grigio con lampi di immagini a colori scoloriti ma, farne un film, forse, sarebbe riduttivo. o meglio, forse, ci vuole un impegno e un amore profondo e penetrante verso questa immensa opera letteraria per poter realizzare delle immagini. effettivamente, come trasmettere visivamente una realtà così pura descritta in maniera così radicale, espressiva e visionaria come solo LFC è riuscito a fare?..

.attimi

Freddy Fosca ha detto...

Nessuno si è mai azzardato a provarci... Forse lo farà Ricky. Se va in un parco di Milano trova qualche vecchietta con un barboncino bianco, stacco, poi filma due giovani innamorati su una panchina...stacco, il barboncino che si sforza a cacare, stacco gli innamoratini litigano, stacco...la signora anziana che raccoglie la cacata del cane con una busta, stacco...Gli innamorati si separano a male parole, stacco....la vecchina butta la cacca di barboncino nel cassonetto della spazzatura, stacco... i due ex fidanzati si separano e vanno in direzioni opposte....Stacco....

attimiespazi ha detto...

quest'anno c'è chi ha provato a fare della vita di Céline un film ma, è risultato una vera e propria onta. critiche assolutamente negative.

https://www.youtube.com/watch?v=TBRd-tM6QVI

ti segnalo questo sito se mastichi un pochino di francese

https://vimeo.com/lepetitcelinien/videos

comunque, Freddy, con la tua bella voce e la tua passione per Louis-Ferdinand
perché non leggere brani del Viaggio o della Morte??
;-)


.attimi