giovedì 24 dicembre 2015

PAURA, VERO?


17 commenti:

attimiespazi ha detto...


Scusi, ma Lei chi è? lo sa che potrebbe essere accusato di appropriazione indebita di blog altrui?

e la barba ben coltivata con basette dove l'ha lasciata?

bel paltò, di ottimo taglio sartoriale..

ci faccia sapere chi è, altrimenti (noi follower di RF) avvertiremo le forze dell'ordine

.attimi

RobySan ha detto...

Mai, mai il cranio pelato all'aria in inverno. Mai. Ascolta la voce d'un vecchio sinusitico (a crapa pelata da trent'anni). Ascolta.

-farinomane- ha detto...

A me sembra Bruce Willis (che mi è sempre piaciuto)anche se l'inquadratura, il contest e il bianco e nero fanno più zio fester. Aspetto altra foto più amena

rickyfarina ha detto...


Mi fate ridere! Nel senso buono.

RobySan ha detto...

Ridi pure, ma copri 'sta capa!

attimiespazi ha detto...


Signor Lei,
ho visto anche la seconda fotografia al piano di sotto,
ma non creda di ingannarmi spacciandosi per RF.
faccia attenzione che all'accusa di appropriazione indebita di blog altrui
si può aggiungere anche l'aggravante della reiterazione del reato.
Lei rischia grosso (non solo una sinusite) e non insista
che ho già un diavolo per capello! (io che me lo posso permettere)

.a

vitanuova ha detto...

Che sorpresa! !!! Stai benissimo. Quando usciamo a cena?

rickyfarina ha detto...

Ti piaccio? Bene,grazie. Manda foto con curriculum vaginale a riccardofarina69@yahoo.it e valuteremo la proposta.

vitanuova ha detto...

Appuntamento al buio caro! Rischi o non rischi? Andare a cena non vuol dire che conoscerai la mia "amichetta"!!!!! Quindi niente foto. ....forse ti invierò una e-mail se sarai bravo!

Alessandro ha detto...

Uno Zio Fester sfumato nella reminiscenza di Nosferatu, fra Murnau ed Herzog...

Freddy Fosca ha detto...

Non c'era bisogno che ti pelavi a zero 0! COMUNQUE C'HO UNA BRUTTA NOTIZIA PER TE. Puoi cambiare il tuo aspetto fisico, ma quello che sei non cambia con un taglio di capelli...

Freddy Fosca ha detto...

Oppure puoi crederci....e allora apposto! L'essere se stessi parte dal perdersi. Mah chi lo capisce lo sa!...?? No?

romano baldi ha detto...

Foto stupenda,enigmatica.Non so perche' mi ricorda la Morte nel Settimo Sigillo di Bergman; sara' il bianco e nero, il cielo piombato, il mantello nero, il mare incupito di presagi. Con un cavallo - ovviamente nero- in fondo al molo l'illusione sarebbe perfetta.Per quanto riguarda l'osservazione di Freddy: OGNI dettaglio - fisico o non- nella vita CAMBIA TUTTO.In fondo siamo solo un gioco cangiante di dettagli che ci prendono in giro ma che sono anche noi, la nostra vita con tutti i suoi meravigliosi orrori.Questa 'religione', questo dandismo feroce e malinconico del dettaglio, del particolare, dell'apparentemente banale,quotidiano,insignificante,defilato, non e' poi proprio uno dei punti cardine dell'ontologia, dell'estetica, del minimalismo rickiani???.....Quello della foto non e' un cranio pelato: e una dichiarazione serissima di filosofia rickiana!

attimiespazi ha detto...

Bene. Dopo la descrizione di cui sopra forse possiamo intuire chi non è il soggetto fotografico, scartando le ipotesi di chi potrebbe essere ma che non è perché in realtà lo è..

.attimi che leideechiareprimaditutto

RobySan ha detto...

Mi rado di rado per l'afflizione che mi produce la conseguente dissoluzione d'identità. Penso con orrore a quando comincerà la perdita di denti. O misero me.

Anonimo ha detto...

Richy non ti è venuta già voglia di scriverci sopra (la testa)?
Io anni fa mi tagliai a 2 mm e, sotto il cappello di lana, attaccai un nastro di carta adesiva (tipo aureola) con su scritto "Bussa al tuo cuore... la porta è gia aperta"... (il tutto prima di un appuntamento)...

il problema è che, poi, togliendo il cappello parte del nastro lo seguì... e un po' di colla me la dovetti togliere strofinando con acqua di fonte (al bagno!)...
la carta andrebbe strappata con gesto plastico e poi sbattuta su un tavolo o simile (facendo il botto)...: un po' come fosse un messaggio epifanico Brechtiano.

PS: un'altra scritta che avevo pensato (ma questa volta, non messa in pratica) è... "Metti in moto il tuo vuoto!"... questa mi piace, ma non ho più trovato lo stimolo: per fare bene queste cose ci vuole il giusto eccesso di vitalismo... ma fatto sempre con stile... bisogna andare oltre il tempo dello schiavo che è in noi con totale e consapevole sfrontatezza...

à la guerre comme à la guerre

PS: Mi devo aggiornare sull'ultimo mese circa di film/blog.

Luca

Freddy Fosca ha detto...

Non esiste nessun minimalismo "Rickyano"...st'uomo è tutto un orpello, fino dentro alle sue innocue, strombazzate, e irrealizzate stranezze sessuali.