mercoledì 6 maggio 2015

DUBITO

Dubito di ogni cosa evidente: dubito di una pietra o di una montagna,
dubito di un sasso in fronte, di un morso, dubito di una ferita nella
carne, ma non riesco a dubitare della mia evanescenza inquieta.

Nessun commento: