sabato 9 maggio 2015

COME CASANOVA

Sono nato il 2 aprile come Casanova.
Una responsabilità allucinante. Ho interrotto
la lettura delle Memorie a metà strada circa,
la riprenderò di sicuro, ma per me era una
lettura insostenibile, mi stavo trasformando
in un necrofilo, sentivo a ogni pagina
il desiderio vivo di Casanova che si posava
sui corpi delle sue donne, e anche io le
desideravo ardentemente, ma erano vive
sulla pagina e morte, stramorte, straputrefatte
nella realtà, e questo mi causava angoscia
insostenibile, come quando accenno a
guardare un film hard di molti anni fa e poi
mi fermo pensando all'invecchiamento
delle attrici. E non riesco a godere, la morte
mi disturba l'erezione. E la vita mi lascia
in sospeso, come il caffè dei napoletani
pagato a uno sconosciuto: il caffè sospeso.
Così sogno una donna che dica : " C'è
un cazzo duro in sospeso per me? ".
E io : " Eccomi ". Casanova, ne sono
certo, mi ripudierebbe, si farebbe cambiare
la data di nascita. Porca puzzola!


1 commento:

RobySan ha detto...

E non è finita: pure Carlo Magno è nato il 2 Aprile. E August Heinrich Hoffmann von Fallersleben, e Giorgio II di Sassonia-Meiningen, e Giorgio di Baviera, e Émile Zola. E pure altri con dei nomi e dei titoli pazzeschi.
E consolati, c'è pure San Domenico Savio.