domenica 15 marzo 2015

RITRATTO DI UN ENTUSIASTA

4 commenti:

-farinomane- ha detto...

Gli entusiasti mi fanno venire l'orticaria. Vado a grattarmi.

silvia silviaa ha detto...

È sempre un piacere ascoltare Bach.

Anonimo ha detto...

E poi dicono che non siamo la copia gli uni degli altri .....settimana scorsa io ho parlato di bollito sul post del Toro Roy ed ora trovo postato il tuo video del 2011 dove parli di bollito. Se questa non è connessione di massa legata ad archetipi insegnati ...come la si vuol definire? Hai questa vena di malinconia che ti accompagna....e non si capisce se è più causata dal vedere le situazioni negative che ci circondano (sangue, violenze, malattie) o per l'ineluttabilità, come la definisci..."senza mistero", della morte. La morte effettivamente è un dato di fatto, come l'invecchiamento .....però, ora come ora, questi sono due veri misteri da scavare. Molti definiscono misterioso e non leggibile l'indole ed il comportamento umano.....ma con la giusta osservazione si riesce a leggere molto, anche a prevedere un'eventuale conseguenza e tentare di riprogrammare/correggere l'impostazione negativa che provoca sofferenza. Ciò che a volte è difficile prevedere e fermare, alfine di evitare scelte negative, è il "preciso momento" in cui quella determinata persona agirà ..portando il pensiero negativo nella realtà. Anni fa lessi un'antica leggenda, non mi ricordo di quale movimento religioso,....due Dei si consultarono per nascondere all'uomo il segreto dell'immortalità....uno propose nella profondità del mare o in cima alla montagna più alta....ma l'altro rispose "no! prima o poi l'uomo ci arriverà......nascondiamolo dentro di lui, lì.... non lo cercherà mai". Hanno avuto ragione .....e vedendo i risultati .....è stata la scelta più azzeccata. Chicca

attimiespazi ha detto...

@RF
ti posso assicurare che i tortellini generalmente sono sempre ripieni. se perdono il loro ripieno è perchè sono sbolliti.. è un po' quello che succede al cervello. in fondo il nostro cervello è un tortellino ripieno, ripieno di cosa non lo sa neppure il suo proprietario e questo non saperlo è il fascino dell'esistenza..

PS: bella la coreografia curata di questo v-log

.attimi