martedì 24 marzo 2015

CASUAL MOVIE

5 commenti:

-farinomane- ha detto...

Molto bello (e nuovo) il passaggio dall'inquadratura statica a quella dinamica a partire dalla bimba rossa sul monopattino: la carrellata sui finestrini del bus e l'effetto staffetta sui passanti.
Il finale, soprattutto la musica, mi ha fatto venire in mente le atmosfere di Melancholia di Lars Von Trier...un film che non si può dimenticare

riccardofarina69 ha detto...

Hai l'occhio allenato, sei un amante del cinema?
Vita da single : ho appena versato delle lenticchie sulla purea di patate, tutto già pronto, preso all'Esselunga...dio mio, che atrocità, mamma, mamma, mamma mia...

-farinomane- ha detto...

Hai detto bene..sono un'amante, non un'esperta. E ho l'occhio buono.
Non ho mai mangiato una..combinata del genere.Fammi sapere.
Buon appetito!

Gaetano Gigliotti ha detto...

Mi è venuto in mente: come ci vedono e cosa pensano di noi i vegetali? La gamba con il tacco sul bus...

rickyfarina ha detto...


Fantastica chiave di lettura del corto, bravo Gaetà.