lunedì 16 marzo 2015

FESTINA LENTE - IL FATTO QUOTIDIANO

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/03/16/andrea-cambi-in-ricordo-dellattore-protagonista-festina-lente/1505546/

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Questa volta mi hai fatto piangere di dolore......l'empatia sarà anche una bella cosa ma quando parte anche per una rappresentazione della realtà ......fa un male tremendo. Chicca

silvia silviaa ha detto...

In quel gesto di dare cibo ai pesci si rende palese la fuoriuscita dell'anima dal corpo di quest'uomo che sta per morire, che sta avvertendo questo passaggio, e l'anima non può che essere altruista quando è libera, quando non è imprigionata dal corpo materiale. Io interpreto questa scena così, per me è lunica rivelazione di verità che il mio cuore riesce a cogliere.


-farinomane- ha detto...

Splendido corto.
Bellissimo il contrasto tra il bianco che domina l'ambientazione e amplifica la luce, il rosso del sangue e dei pesciolini ripreso in altri dettagli, e il nero dell'azione reso più cupo dagli sguardi degli attori. E ancora una volta non servono parole ma suoni ad animare la scena. Assolutamente imprevedibile il finale. Bravi tutti.
Perfetto se non fosse per il dettaglio mancante della scia di sangue che non sporca il parquet mentre lui si striscia sul pavimento.
PS: delle tue fiction mi manca Il Palombaro. Non è in rete?

rickyfarina ha detto...


Solo la prima parte, la seconda non riesco a metterla per problemi di diritti con le musiche.

-farinomane- ha detto...

Neanche la prima trovo