giovedì 20 novembre 2014

SFOGO NOTTURNO

Angoscia plurima di mondi impossibili, e il dentifricio nel tubetto che fa
ombra alle stelle e diventa acido di morsi, e le mie lenzuola da morto
sul cuore che sanguina solitudini, una sigaretta accesa per fare divertire
le cellule del corpo, e la sinfonia delle pietre nei cimiteri abbandonati
dai vivi, tutto il cloro delle piscine nel cervello annegato, il pugno della
mano contro il cuscino, il vuoto al mio fianco come una medusa, sgra,
sgro, sgri, sgrund, apatoffio, apataff, trulla mu, trillo me, cristo che non
risorge ma insorge nella morte, dentro la morte, ancora più morto di
tutti i morti, sì, risorgere per morire meglio, con più accanimento, e più
bravura, e l'eutanasia di un fiore nell'ospedale delle api decapitate.
Ora posso andare a letto.

9 commenti:

RobySan ha detto...

“Povero Cristo, era un cadavere d’una esuberanza infinita, aveva un aspetto trasandato e guasto. E poi la vita, di nuovo. Ho immaginato le sue mani liquefarsi, i suoi capelli infiammarsi come capocchie di fiammiferi. Nemmeno la sua ossessione più cupa, la sua vertigine…Adesso…proprio in questo momento…starà respirando affannosamente, tra santi e cherubini, cercando di urlare: lasciatemi morto ancora un momento, solo un momento, fatemi godere dei benefici dell’oblio…E pensare che era conservato perfettamente, la pelle corificata, l’espressione seria sul volto asciutto…adagiato su un catafalco profumato, la pietra pulita, i piedi e le mani lavate con l’aceto. Tempo qualche mese e avrebbe fatto i vermi, l’ipofisi e la lingua gli si sarebbero atrofizzate, i denti sarebbero tutti caduti! Ah la meraviglia! L’orrore! Lo sbalordimento!

Ah se avessi il coraggio, o la fortuna, ma chi ce l’ha? Verrà la fine del mondo e io ripulirò le tombe dalle ossa. Oh mondo! Che divertimento struggersi! Sì, voglio tormentarmi per il mondo, svenire incosciente e risvegliarmi sconosciuto, voglio abolire rinascite e resurrezioni, mantenere il mio cadavere giovane e allegro, informarmi di tutti i più adamantini processi di mummificazione! Ah, quanto si stava meglio senza di te, Dio! Ah come morirò, superiormente! Con quanta grazia, quanto imputridimento! Sì, d’accordo, perderò i capelli…le unghie…ma con un entusiasmo senza eguali! Morte, morte, morte! Addio Paradiso, addio discepoli, addio dolci signore, addio notte, addio, addio, mille volte addio!

E allora dio quanto mi è lontano, se mi ha dotato di una salute di ferro e di un corpo perfetto? Sybilla! Sono in balia delle tue parole; e allora avanti, mia simile, mia consciagurata, prendiamo fiato e strilliamo insieme la nostra battuta!”

[naturalmente è il GMG]

Anonimo ha detto...

Sig. Farina non ce la vedo a rompere le ossicina ..troppo faticoso..più faticoso del su e giù, su e giù. Novello Pierrot, senza trucco artificiale, soffre più di mal di vivere? Se sta facendo la vita che meglio gli aggrada, libero da stereotipi ed inquadramenti ...perché deve cercare di essere felice? Poi..non si può essere sempre felici, circondati come siamo da continue situazioni ed emozioni contrastanti...al massimo possiamo provare a raggiungere un buon grado di serenità che non ci provochi altalene destabilizzanti. La serenità forse si può raggiungere accettando che è inutile angosciarsi su mondi impossibili e accettando la nostra mediocrità terrena. Questo cuore che sanguina solitudine, lei non è solo ...è con se stesso ..il suo amico ed amore in assoluto. Non lo tradisca..non si tradisca. Cosa vuole veramente? Ciò che vuole veramente ..lo accarezzi come un bambino e lo nutra e lo faccia crescere. Curiosità ..ma perché è così concentrato sui genitali ed il sesso, perché sono una parte così importante nella sua mente? Con lo sperma in bocca cosa vorrebbe.. pervadere totalmente con la parte vitale di se, attraversandola nel circuito digestivo, una donna? Come un stazionare o una nuova rinascita in totale simbiosi con l'essere femminile.. in modo da ricreare quei 9 mesi di assoluta pace, amore, felicità serenità del grembo materno? A proposito si chiedeva se il cuscino aveva goduto visto che lei è un coniglietto? ...Le rispondo affermativamente ....ebbene si!! il cuscino è maschile ..come il divano ed il puff...e come molti maschietti A VOLTE per farli felici basta poco..hehehe Chicca

Anonimo ha detto...

Pardon dimenticato due cose...dei vari filmati che ho visto, per ora, solo in un uno ho visto il suo volto sorridere apertamente ..quello con Dolce ..sorridere come se fosse felice di aver incontrato qualcuno di simile a lei, qualcuno in sintonia e vibrante nella medesima lunghezza d'onda. Per quanto concerne la miopia ..una corrente di pensiero indica che il miope è una persona in tensione nel potere ed il controllo di se stesso, che vede il mondo attraverso un filtro di insicurezza e di paura, pertanto concentra la visione in se stesso per non vedere ciò che gli fa paura esternamente. Per capire meglio dovrebbe risalire a quando il difetto si è presentato e cercare di ricordare cosa è successo prima.Chissà se a lei vengono mai quegli scoppi di risa (non legati ad una barzelletta ma semplicemente nella visione di un accadimento o nel sentire una frase banale) irrefrenabili e convulsi ..da lacrima insomma ..tipici del cervello in formazione dei bambini. Chicca

rickyfarina ha detto...

Grazie RobySan per il tuo prezioso contributo.
Bellissimo questo pezzo della GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ...ahahahha

Signorina PseudaChicca la mia sensibilità erotica si è formata sulla rivista Playboy e sui film porno, ne consegue che il mio ideale di donna sia una coniglietta non schifiltosa nel sesso, una coniglietta porno in sostanza, una fusione dei due modelli di femmina ricevuti in dono dalla rivista americana e dal mercato della pornografia mondiale.

La mia idea di felicità forse non è come la sua.
Felicità per me è quando eiaculo: sentimenti, pensieri e sperma. Dura poco ma si rinnova.

Quindi? La condivisione è fondamentale. La comunicazione. Per essere più felice vorrei comunicare il mio sperma sul volto, nella bocca, nel sedere e nella fica di una donna.

Sono troppo esplicito? Mi perdoni.
Il cervello dei bambini sa di nocciola, così diceva un poeta francese, le piace la nocciola?



rickyfarina ha detto...

PSEUDOCHICCA

Anonimo ha detto...

ahiahiai mi è caduto sull'uccello!! Mitica frase di Bongiorno. Il suo essere esplicito non è una novità, nei video e nei pensieri scritti per quanto riguarda il sesso è sempre chiaro. Meno male che qualche buco si salva dal suo desiderio di felicità ...(vedi orecchie e narici). Comunque tutta quella comunicazione, per essere più felice, mi sembra che lei la sfoghi già con donne mercenarie. A meno che le signorine in questione siano da lei considerate NON DONNE ma unicamente vespasiani per l'occorrenza fisiologica. La nocciola nel cioccolato mi piace, solo nocciola credo mi causerebbe costipazione...sa com'è la frutta secca hehehehe Chicca

attimiespazi ha detto...

Google: posta un commento sul signor
AnonimoChicca

- nessun commento si commenta da solo -

Anonimo ha detto...

Sono stata troppo esplicita io? SE l'ho offesa mi spiace Sig. Farina...ma spero di no..in fondo lei è così ironico e libero di pensiero Chicca

rickyfarina ha detto...


Vespasiani le donne? Non arrivo a queste vette sublimi, non ancora. Le sembrerà strano PseudoChicca ma adoro accarezzare le donne
che lei chiama vespasiani, e anche baciarle e
odorarle. Se fossero vespasiani sarebbe difficile tutto questo, non crede?