lunedì 10 marzo 2014

LA STATUA

Incontro una statua sul mio cammino, ha il mio volto, intuisco
la sua supplica: "ti prego, fammi sentire che cosa si prova a
respirare anche solo per pochi secondi". " Non posso, non posso
aiutarti, non voglio, se ti donassi anche solo un respiro, uno solo, 
sentiresti un tremore profondo, ti verrebbe paura di ingoiare
il cielo e andresti in frantumi". Lascio la statua alle mie spalle,
cammino, precipito nei miei passi, penso alla statua, penso al
suo desiderio, alla sua supplica, faccio per tornare indietro e la
statua non c'è più, la statua sono io, e ho finito i respiri.

Nessun commento: