giovedì 6 febbraio 2014

TAC TIC TAC TOC

Fece una TAC, in bocca aveva un tic tac, andò a trovare un amico,
bussò e fece toc toc, l'amico gli offrì uno spumante e dei Tuc, notò
il bellissimo tavolo in teak, l'orologio faceva tic tac, e in bocca
sempre un tic tac anche se aveva finito tutti i Tuc sopra il tavolo
in teak non dimenticando mia la TAC. Si ricordò che doveva fare
un ricorso al TAR, salutò l'amico, ma in strada venne investito
da un tir, proprio sotto il manifesto dell'ultimo film su Thor.
Morì con il tic tac in bocca, sotto un tir, vicino a Thor, prima
di arrivare al TAR, mentre l'orologio faceva tic tac e qualcuno
faceva toc toc a una porta sconosciuta. E l'esito della TAC?
Non è importante viste le circostanze. Tic tac: il tempo vola.

2 commenti:

RobySan ha detto...

Non ti si può dare torto.

onda ha detto...

Mi piace molto il tuo modo di scrivere...di accostare le parole e garantire emozione a chi arriva e legge...complimenti... Geniale e profondo a seconda di ciò che stai comunicando...