giovedì 11 maggio 2017

LUI, LEI E BRUNO


Lui: Mi sento parte di me quando sono con te.
Lei: In che senso?
Lui: Nel senso che l'altra parte di me sei tu.
Lei: Ma è stupendo!
Lui: Sì, è bello dire cose stupende.
Lei: No, è stupendo dire cose stupende!
Lui: Sei stupenda, sei una sorgente di emozioni ed erezioni.
Lei: E io mi bagno come una lumaca quando mi sfiori.
Lui: Oddio, che cosa meravigliosa!
Lei: Puoi ben dirlo cazzone mio.
Lui: Sei la mia macedonia, i tuoi seni sono pere, le tue chiappe sono mele,
i tuoi capezzoli sono ciliegie, la tua fica è una susina.
Lei: E tu sei il mio cetriolo!
Lui: Ti amo con il cuore, il cazzo e l'anima.
Lei : Anche io, con il cuore, la fica e l'anima.
Lui: Siamo stupendi!
Lei: No, siamo una meraviglia meravigliosa!
Lui: Tu sei vegetariana, io sono un porco.
Lei: Ti mangio tutto, non butto via nulla di te.
Lui: Mi perdo nei tuoi occhi.
Lei: I miei occhi sono sentieri solo per i tuoi passi.
Lui: Siamo così poetici!
Lei: Sì, e anche perversi!
Lui: La mia carne senza di te è solo un deserto.
Lei: Sono il tuo miraggio.
Lui: Un miraggio che disseta.
Lei: La mia passera senza di te è solitaria.
Lui: Come sei leopardiana!
Lei: Amo la poesia del tuo cazzo.
Lui: Il mio cazzo è tuo.
Lei: La mia fica porta le tue iniziali.
Lui: Tu sei il mio inizio e la mia fine.
Lei: Siamo l'alfa e l'omega dell'universo.
Lui: Sento pulsare il tuo culo.
Lei: E io sento tremare le tue palle.
Lui: Tremano di desiderio.
Lei: Sei fantastico.
Lui: Siamo fantastici.
Lei: Devo dirti una cosa amore.
Lui: Che cosa?
Lei: Ieri ho fatto un pompino a Bruno e altre cosette.
Lui: Chi è Bruno?
Lei: Bruno è Bruno.
Lui: Sei una puttana!
Lei: No, amo i cazzi perché mi ricordano il tuo.
Lui: Scusa?
Lei: Gli altri cazzi sono fatti a immagine e somiglianza del tuo.
Lui: Quindi?
Lei: Quindi ieri c'è stato Bruno, e domani forse Filippo.
Lui: Ma tu mi ami?
Lei: Non solo, ti adoro.
Lui: Parlami di questo Bruno.
Lei: Alto, forte, muscoloso e con lo sperma meno salato del tuo.
Lui: Ma tesoro!
Lei: Dimmi amore mio.
Lui: A me questo Bruno sta sul cazzo.
Lei: Ieri anche io stavo sul suo cazzo.
Lui: E hai goduto?
Lei: Almeno tre volte, e tutte nel culo.
Lui: Pietà!
Lei: Amore, perché stai piangendo?
Lui: Sono geloso!
Lei: Sei geloso di un cazzo? Suvvia.
Lui: Per te è solo un cazzo?
Lei: Ma certo, tu sei tutto, lui è solo un cazzo.
Lui: Mi sento preso per il culo.
Lei: Anche io mi sento presa per il culo quando sono con Bruno.
Lui: Amore, sei perfida.
Lei: No, sono solo una donna aperta.
Lui: Spalancata, direi!
Lei: Le donne chiuse fanno la muffa.
Lui: Dio, ti amo!
Lei: Vero?
Lui: Sì, e ti dirò di più.
Lei: Dimmi di più.
Lui: Amo anche Bruno!
Lei: Bravo amore, bravo cornutello mio!
Lui: Siamo fantastici!
Lei: No, siamo una meraviglia!
Lui: Una meraviglia meravigliosa!
Lei: Domani ti faccio conoscere Bruno.
Lui: Grazie.
Lei: Prego.
Lui: Amore, amore, ci amiamo così tanto che dentro il nostro amore
possono entrare tutti i Bruno di questo mondo!
Lei: L'amore è una cosa meravigliosa!
Lui: L'amore è accoglienza!
Lei: Ti amo fottutamente.
Lui: E anche io!
Lei: Amore!
Lui: Amore, amore mio!
Lei: Tuo e...di Bruno!


6 commenti:

Freddy Fosca ha detto...

Secondo me ti sei inpuntanto da qualche parte, da piccolo, nell'idea che saresti stato un artista!...Una specie di fissazione infantile. Io ti consiglio; visti i risultati, di trovarti un posto da cameriere, facchino, magazziniere, corriere... Non si guadagna bene, come a fare gli sturacessi, ma qualcosa ti pagano! Così è tempo sprecato. Ahaahaha!

Anonimo ha detto...

Ahahahah

Anonimo ha detto...

Una vegetariana che mangia spermatozoi: dal vegetarianesimo al cannibalismo!! Ahahahah

Freddy Fosca ha detto...

Sai "infanzia di un capo" di Sartre? Una cosa del genere...

rickyfarina ha detto...


Freddy, quello che dici è vero, hai colto nel segno: sognavo di diventare un fumettista.
Poi mi resi conto che non sapevo disegnare, e allora iniziai a riflettere, ed eccomi qua!
Con tutte le mie sbrindellature, ma sai una cosa? Mi fotte cazzo di essere un artista,
come direbbe il mio amico Roby Rosi, mi accontento di essere un genio, cioè me stesso.
Ti piace la risposta orsacchiotto? Gli "ahahahha" scritti mi fanno venire i brividi!

Anonimo ha detto...

Ma che brividi.. Ricky sei forte! Occhio ai cannibali...