domenica 25 settembre 2016

AUTORITRATTO DANZANTE

4 commenti:

Gaetano Gigliotti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gaetano Gigliotti ha detto...

Riprovo: Oh, Fary:"rinchiuditi all'aperto."

rickyfarina ha detto...

Medea:
Uno sfarfallio di mani, questo è vivere. E anche morire. Una mano in gola per rimproverare un'apnea, un passo di danza per mimare un amore, una faciloneria lessicale per predicare un'illusione: fuori c'è la fotosintesi clorofilliana, la luna mancante che s'è nascosta e burattini sgrammaticati che su una scala dorata fanno il verso all'eiaculazione di un polpo che si è annodato su se stesso, credendo di non finire nel calderone d'una massaia. Nell'autoritratto danzante d'un uomo che torna è legge divina la superficie: la pianta grassa partorirà un redivivo messia.

attimiespazi ha detto...

plasticità allo stato puro.
bentornato!

.attimi