martedì 26 luglio 2011

PENSIERI SOTTOMARINI

Mi sono sempre sentito un uomo a metà, devo accettarlo, sono
un uomo per tutte le mezze stagioni.

*

Cerco sempre di vedere il lato negativo delle cose, è più
stimolante, più divertente, e più pericoloso.

*

Ho sempre avuto repulsione nei confronti della morte, sono
sicuro che da morto continuerò a vomitare per lo schifo.

*

L'amore è una variante della sodomia, prima o poi lo prendi
sempre nel culo.

*

Mi dicono che non ho orgoglio perché non lavoro e mi faccio
mantenere, non è vero, io sono molto orgoglioso del bonifico
che mia madre mi manda ogni mese. E non è una battuta.

*

Sono felice di essere un disoccupato privilegiato, non posso fare
quella cosa orribile che si chiama mutuo, non posso evadere le tasse,
non posso farmi una famiglia, preferisco farmi una donna ogni tanto,
sono sereno, ma la cosa più bella è questa: non andrò in pensione.

*

Tutte le persone che mi frequentano sono a rischio annegamento,
è il privilegio della profondità di chi vive negli abissi, e ogni tanto
esco in superficie per sentire l'odore del vento e catturare la luce.

*

La polvere è l'essenza della vita. Bisogna avvertire tutte le
casalinghe.

*

Distinguo tra persone tristi e persone infelici. Le persone tristi
possono anche amare la propria tristezza, gli infelici invece sono
condannati a odiare la propria infelicità. Che bello sarebbe se
tutte le persone infelici diventassero delle persone tristi.

2 commenti:

Giovanni Abbate ha detto...

Devo ammettere che, dopo quelli di Cioran, gli aforismi più belli sono i tuoi!

rickyfarina ha detto...

Cioran, e ci metterei anche Pascal
prima di me, ma solo loro!